CIR

CIR | Targa Florio 2020, gli iscritti

La lista dei partenti alla Targa Florio

Ecco chi parteciperà alla 104esima Targa Florio, nuovo atto del CIR che riproporrà in primis il duello tra Basso e Crugnola, ma non solo
CIR | Targa Florio 2020, gli iscritti

Nuovo atto del Campionato Italiano Rally con la Targa Florio, appuntamento rinviato alle soglie dell’autunno dopo la ridefinizione dei calendari 2020 causa Covid. Giunta all’edizione numero 104 – un record – ‘a cursa si prepara ad accogliere poco più di cinquanta iscritti per la gara moderna, tra le validità del CIR Assoluto, Asfalto, Due Ruote Motrici, Junior ed R1, più la Coppa di Ottava Zona ACI Sport.

Targa Florio 2020, nuovo atto del match Basso vs Crugnola

Partiamo proprio dalla battaglia principale per il titolo assoluto: si intuiva che quest’anno sarebbe stato principalmente un affare tra il campione uscente Giandomenico Basso ed il vicecampione 2019 Andrea Crugnola, divisi dopo tre gare da soli 9 punti nella classifica equipaggi. Il veneto sta dando prova di un ottimo acclimatamento sulla Volkswagen Polo GTI R5 di HK Racing, con la quale ha esordito quest’anno, mentre il varesino ha avuto giusto una uscita a vuoto nella Gara 1 del Roma Capitale, con un ritiro per via di un incidente di percorso, ma per il resto anche qui la simbiosi con la vettura d’esordio in campionato, la Citroen C3 R5 di FPF Sport, sta dando frutti eccezionali. Tra i due e i loro rispettivi navigatori (Lorenzo Granai contro Pietro Ometto) stiamo assistendo ad un duello equilibrato ed accesissimo, con Basso vincitore di Gara 1 a Roma e Crugnola primo nella successiva Gara 2 e al Ciocco. Anche alla Targa Florio ci aspettiamo che i due se la diano di santa ragione, con il veterano di Montebelluna che ha già vinto cinque volte il round siculo, mentre il rivale di Varese è reduce dal podio dello scorso anno e il primo posto nella categoria Asfalto.

Targa Florio 2020, gli altri iscritti tra le R5

In ogni caso, ci sarà spazio anche per altri arrembanti piloti pronti a cercare il loro posto al sole in quel della Sicilia, e magari fare da terzi incomodi nel campionato. Ruolo questo che, a vedere l’attuale classifica, è ricoperto attualmente da Rudy Michelini, che come sappiamo punta in particolare al titolo Asfalto dove al momento è in testa: il pilota affiancato da Michele Perna sulla Volkswagen Polo GTI R5 di PA Racing è attualmente a sei punti di Crugnola, pronto al riscatto dopo qualche difficoltà tecnica al Ciocco. Al via anche Alessandro Re, attuale quarto nella classifica sulla Polo R5, secondo nell’Asfalto e al ritorno alla Targa dopo l’ultima apparizione, agli albori della sua carriera, nel 2010; Antonio Rusce con Sauro Farnocchia sulla C3 R5, che proverà a migliorare il feeling con la vettura e Stefano Albertini con Danilo Fappani, a bordo della Skoda Fabia R5 di TamAuto e reduci dal quinto posto nella cursa 2019, anno del loro ritorno nel CIR dopo gli anni vincenti nel CIWRC.

Presente anche l’attuale terzo nella categoria Asfalto, Marco Signor con Francesco Pezzoli, a bordo della Polo R5 per StepFive Motorsport, mentre su Fabia R5 troveremo Giacomo Scattolon, vincitore del recente Rally della Lanterna, con Giovanni Bernacchini, e ancora Ivan Ferrarotti con Fabio Grimaldi, reduci dal nono posto nella categoria Asfalto al Ciocco, l’idolo di casa Marco Pollara, reduce dal buon risultato al Rally Estonia nel Junior WRC e che avrà al suo fianco Daniele Mangiarotti, campionato mondiale dove presto dovrebbe tornare Tommaso Ciuffi con Nicolò Gonella; e poi la coppia madre e figlia Patrizia Perosino e Veronica Verzoletto, in testa nella classifica Femminile, il fresco di ingresso nell’ACI Team Italia Alessio Profeta con Sergio Raccuia, uno degli equipaggi di casa così come il palermitano Salvatore Riolo, gloria sicula dei rally nonché profondo conoscitore della Targa (vinta lo scorso anno ma nelle Auto Storiche), affiancato alle note da Maurizio Marin e “Pinopic” con Giovanni Barbaro.

Targa Florio 2020, le altre categorie in gara

Per quanto riguarda le Due Ruote Motrici l’attenzione la calamiterà inevitabilmente la coppia formata da Paolo Andreucci ed Anna Andreussi, con il pilota toscano che quest’anno si sta dividendo tra il Campionato Italiano Rally Terra con la Citroen C3 R5 e il CIR con la Peugeot 208 Rally4. Al vertice di categoria, il pluricampione italiano sarà un cliente ostico in particolare tra le R2, anche perché nell’albo d’oro della Targa detiene il record di dieci successi. Contro di lui il vincitore del primo round del Peugeot Competition 208 Rally Cup Top 2020 e secondo nella classifica 2RM, ovvero Alessandro Casella, altro pilota di sicule origini, Christopher Lucchesi e il campione italiano R1 2019  Daniele Campanaro, sempre con Irene Porcu sulla Fiesta R2, stessa vettura per Roberto Daprà. Per quanto concerne la R1, dove ai vertici di classe troviamo Simone Goldoni, entriamo nel discorso della Suzuki Rally Cup, in cui troviamo sì il pilota aostano ma trasparente ai fini della classifica giacché tester per la nuova Swift Sport Hybrid. Nel monomarca avremo otto equipaggi in tutto, tra cui l’attuale leader Simone Rivia e il siciliano Giorgio Fichera.

Nuovo atto per il CIR Junior e i sei equipaggi ACI Team Italia, che tornano su asfalto dopo il precedente round del San Marino Rally su terra. Competizione che resta incerta nonostante la continuità mostrata da Andrea Mazzocchi e Silvia Gallotti, leader tra i giovani con quattro punti di vantaggio su Giorgio Cogni e Gabriele Zanni e cinque da Emanuele Rosso, altro ex trofeista Suzuki come Cogni, ed Andrea Ferrari. Infine per la Coppa Rally di Zona citiamo le presenze tra gli altri di Fabio Angelucci su Polo R5, Maurizio Mirabile su Fabia R5, e il figlio di Salvatore Riolo, Ernesto, sulla Peugeot 208 R5. Qui la lista completa degli iscritti, mentre qui la guida al programma, percorso ed orari della Targa Florio 2020.

Crediti Immagine di Copertina: ACI Sport

Leggi altri articoli in CIR

Commenti chiusi

Articoli correlati