WRC | Le tante prime volte di M-Sport al Rally di Croazia

Tanti esordi per M-Sport in Croazia

Per M-Sport il Rally di Croazia rappresenterà un debutto in molti campi: dalla gara inedita nel WRC agli aggiornamenti delle Ford Fiesta, dai nuovi ingressi nella squadra all'esordio della Fiesta Rally3
WRC | Le tante prime volte di M-Sport al Rally di Croazia

Il Rally di Croazia che nel fine settimana del 22-25 aprile rappresenterà il terzo appuntamento stagionale del WRC sarà qualcosa di inedito per tutti, giacché è la prima volta che il Mondiale e i suoi protagonisti affrontano gli asfalti nel territorio croato.

Daremo quindi uno sguardo ai vari team ufficiali del campionato e alla loro preparazione per l’evento, a partire da M-Sport che, come dice il team principal Richard Millener, rappresenterà per loro un vero debutto in molti sensi. Al di là del fatto che , come abbiamo detto, una gara del genere non si è mai affrontata sino ad ora nel contesto del WRC (facciamo presente comunque che sino al 2013 era inserita nel calendario dell’ERC), per la squadra britannica ci saranno alcune prime volte che coinvolgeranno gli equipaggi e la vettura.

I debutti di M-Sport al Rally di Croazia 2021

Sarà la prima volta infatti di Gus Greensmith con un nuovo copilota, ovvero l’esperto Chris Patterson che sostituisce Elliott Edmondson per dare un nuovo slancio ai risultati e alla carriera del giovane pilota, ed anche la prima volta di Adrien Fourmaux sulla Ford Fiesta WRC (nella foto in testa potete vedere la nuova livrea, con lo sponsor Red Bull), per una volta non a bordo della Ford Fiesta Rally2 con la quale è iscritto nel WRC2. Sarà invece Teemu Suninen, per il quale M-Sport sta lavorando per garantirgli una stagione completa e non part-time, a pilotare la Rally2 in Croazia: vettura che sarà data anche a Tom Kristensson, campione Junior WRC uscente che fa il suo esordio in squadra e competerà nel WRC2; ancora, la Fiesta WRC godrà di importanti aggiornamenti a livello del motore. Infine, debutta nel Mondiale la nuova Ford Fiesta Rally3, prima vettura al mondo inserita all’interno di questa nuova classe, fresca di omologazione FIA: l’onore di inaugurarla sarà affidato al pilota ungherese Zoltán Lászlónd. A margine facciamo inoltre notare un’altra prima volta che coinvolge in un certo senso M-Sport, ovvero la partenza della stagione 2021 dello Junior WRC proprio dalla Croazia, la serie dalla storia ventennale supportata dal distaccamento in Polonia della realtà britannica, con protagoniste le Ford Fiesta Rally4.

Una presenza notevole delle Ford in Croazia

«È passato molto tempo dall’ultima volta che abbiamo gareggiato – spiega Millener, riferendosi alla pausa invernale del WRC, il cui ultimo appuntamento si è svolto a fine febbraio con l’Arctic Rally Finland – e penso che tutti non vedano l’ ora di affrontare il Rally di Croazia. C’è qualcosa di speciale nel vivere un nuovo evento per la prima volta, e la prossima settimana non farà eccezione. Fremo dallo scoprire come saranno le prove speciali, e sono certo anche i piloti, e siamo tutti ansiosi di rimettere in pista la nostra stagione con un risultato positivo», dopo i primi due round senza acuti da parte del team.

Parlando dei vari debutti per M-Sport, Millener fa notare che anche la Fiesta Rally2 godrà di un motore aggiornato, «producendo più potenza nella fascia alta e aumentando la fiducia di entrambi i piloti su una superficie su cui tendiamo a comportarci bene». Poi aggiunge: «Effettueremo il nostro test pre-evento sul posto questo fine settimana e prevediamo che Gus e Adrien svolgano ognuno un giorno e mezzo al volante, familiarizzando con le prestazioni dei pneumatici P Zero di Pirelli e settando le vetture per gli asfalti croati. È anche bello avere Teemu e Tom con noi nel WRC2. Stiamo cercando di supportare Teemu il più possibile con il maggior numero di gare possibili, e siamo lieti di vedere Tom unirsi al team dopo la vittoria del FIA Junior WRC 2020. I suoi progressi sono un ottimo esempio della nostra Scala delle Opportunità, ed è fantastico vedere così tanti aspetti di quell’iniziativa in azione la prossima settimana: basti pensare al fatto che il 41% degli iscritti correrà su una vettura Ford», di ogni livello di classe.

Didier Auriol sul punto di correre con M-Sport nel 2019

Intanto, spunta una curiosità legata a M-Sport: due anni fa la leggenda Didier Auriol, campione del mondo rally 1994, stava per ritornare nel WRC proprio con il team britannico, in occasione del Tour de Corse del 2019. È lo stesso francese a svelare il retroscena al sito DirtFish: «Due anni fa in occasione del mio sessantesimo compleanno ho provato a noleggiare una vera World Rally Car. Ho avuto qualche contatto con Malcolm Wilson per fare la Corsica con la Ford, ma purtroppo non siamo riusciti a ottenere il budget. Era un budget molto alto ed era impossibile. È stata un’idea davvero divertente – ammette comunque Auriol -. Avevo 60 anni e mi sarebbe piaciuto fare un rally su asfalto con una World Rally Car di oggi! Ma sfortunatamente non ci siamo riusciti. Malcolm ha provato davvero tanto e ha cercato di fare un buon affare per me, ma nulla di fatto. Avrei corso per divertirmi, ma non credo proprio per la vittoria: va bene che ho ancora un buono stile di guida, ma questa fuoco che hai quando sei giovane poi ti manca. Sono sicuro che non potrei combattere contro questi ragazzi. È quasi impossibile».

 

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati