WRC | Altro cambio di copilota per Greensmith, ma solo in occasione del Rally Italia Sardegna

Non ci sarà Chris Patterson

Chris Patterson è costretto a dare forfait per il Rally Italia Sardegna e così Gus Greensmith si è dovuto cercare un nuovo navigatore per la quinta gara del WRC
WRC | Altro cambio di copilota per Greensmith, ma solo in occasione del Rally Italia Sardegna

Evidentemente ci ricorderemo del 2021 nel WRC per il continuo valzer dei navigatori, soggetti a continui cambi e rimozioni a partire dagli equipaggi più blasonati. Spesso ingiustamente sottovalutati tanto da non considerare il loro ruolo fondamentale nei successi (ed a volte anche nelle sconfitte) di un pilota, i copiloti rappresentano il mestiere tra i più precari nel mondo dei rally, anche ad alti livelli.

Greensmith cambia di nuovo il copilota, ma…

Fatta questa premessa, ed evitando di snocciolare tutte le separazioni avvenute in questo scorcio di stagione (da Neuville a Gilsoul passando per Mikkelsen e Jaeger, arrivando a Loubet e Landais sino al clamoroso iato tra Loeb ed Elena), vediamo l’ennesimo cambio di navigatore, e per altro il secondo di fila nel caso che affronteremo: parliamo di Gus Greensmith che è costretto a condividere l’abitacolo della Ford Fiesta WRC all’imminente Rally Italia Sardegna con un nuovo copilota.

Dopo Elliott Edmondson, al suo fianco in particolare nelle ultime due stagioni nel WRC, e l’esperto Chris Patterson, alle note dal Rally di Croazia per dare una nuova spinta ai risultati del britannico (ed in effetti così è stato, come dimostra ad esempio l’ottimo quinto posto al recente Rally di Portogallo), il pilota di M-Sport si ritroverà al proprio fianco Stuart Loudon in occasione del quinto round del Mondiale Rally. Ma, attenzione, si tratta appunto di un cambiamento temporaneo solo per la Sardegna, visto che Patterson non potrà partecipare al Rally Italia per propri motivi personali (allungando la lista di forfait per questa gara, come quelli di Oliver Solberg ed Ole Christian Veiby, ma per questi ultimi c’entra invece il Covid). Niente separazioni traumatiche o improvvise quindi, almeno per una volta quest’anno.

Loudon per la seconda volta al fianco di Greensmith 

Greensmith ha spiegato: «Chris non può partecipare per motivi personali, ma ho già gareggiato con Stuart in Germania», riferendosi al Rally di Germania del 2018, allora nel WRC2. «Abbiamo vinto alcune prove speciali, quindi è chiaro che insieme in auto siamo ben assortiti». E sul Rally Italia Sardegna il britannico spera di continuare sulla striscia positiva intravista negli sterrati portoghesi, nonostante il cambio di navigatore: «Sappiamo che la vettura può essere veloce qui considerati gli anni precedenti e sia Teemu [Suninen, che torna a bordo della Fiesta WRC e che in passato ottenne in Sardegna un secondo posto nel 2019, ndr] che io possiamo contare su buone posizioni di partenza per il primo giorno. Non ho avuto molta fortuna in questo rally, quindi spero di averne in questa terza volta». Loudon, classe 1988 e la cui carriera è iniziata nel 2008, ha dettato le note l’ultima volta in un rally lo scorso agosto, in occasione dell’evento speciale M-Sport Return to Rally Stages, al fianco di Matthew Wilson.

 

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati