WRC | Loeb non esclude il ritorno: “Se mi chiamasse M-Sport, perché no?”

L'apertura di Loeb

Sebastien Loeb potrebbe valutare una eventuale chiamata di M-Sport per correre in qualche appuntamento del WRC
WRC | Loeb non esclude il ritorno: “Se mi chiamasse M-Sport, perché no?”

Sébastien Loeb non è tipo da rimanere lontano dalla corse e dal motorsport, pronto com’è a reinventarsi continuamente da una disciplina all’altra. Ultimamente abbiamo visto il nove volte campione del mondo rally sbarcare nell’Extreme E, la serie a zero emissioni che è iniziata nel primo fine settimana di aprile dall’Arabia Saudita, sede della tappa inaugurale di un campionato che vede il francese partecipare assieme a Cristina Gutierrez (che potrebbe approdare in Prodrive dalla prossima Dakar) con il Team X44 di Lewis Hamilton.

Loeb torna nel WRC?

Un debutto tutto sommato positivo, visto che la squadra si è piazzata terza nella finale del Desert X Prix di Al-Ula ed attualmente è seconda in classifica dietro al Rosberg X Racing dell’altro campione del mondo in F1 con Mercedes, Nico. Ma Loeb non ha dimenticato il WRC, accantonato pare solo per il momento dopo il biennio con Hyundai Motorsport, che ha segnato il suo ritorno al Mondiale. Se è vero che competizioni come la Dakar restano tra le sue priorità, per cercare di ottenere quel titolo che in cinque partecipazioni gli è sempre sfuggito (ed è stato disposto pure a rinunciare al suo copilota storico, Daniel Elena, assecondando le valutazioni di Prodrive, con il quale si è accasato per la Dakar 2021 e con cui competerà ancora), l’alsaziano a sorpresa ha ammesso di valutare un nuovo ritorno nel WRC.

“Se M-Sport mi chiama potrei accettare”

La rivelazione la coglie DirtFish, che riporta le parole di Loeb riguardo un suo potenziale interesse nel Mondiale Rally: «Non ci ho pensato. Però forse, non è qualcosa che sto cercando. L’impegno primario per me quest’anno è la Dakar e l’Extreme E, questi sono i due programmi principali. Ma se qualcuno mi chiama – apre il pilota -, se Malcolm mi chiede di fare un rally e ha bisogno di me, allora perché no?». Per capirci, il Malcolm che cita Loeb è Wilson, amministratore delegato di una M-Sport ultimamente sottotono nel WRC, ma che si sta preparando alla grande per riscattare anni opachi a partire dalla stagione 2022, in cui debutteranno le nuove vetture Rally1 ibride. E proprio il team britannico è stato uno dei primi a testare l’auto con le nuove specifiche regolamentari, ma non solo: lo stesso Wilson vorrebbe uno squadrone per il prossimo anno, e perché non iniziare a corteggiare uno come Loeb? Tra l’altro, proprio l’amministratore delegato di M-Sport, sebbene punti a piloti a tempo pieno (si è già prenotato per un sedile Andreas Mikkelsen) ha apprezzato l’interesse del francese, che già nel 2005 testò una Ford Focus RS WRC04 in una visita alla sede di M-Sport. «Séb è qualcuno con cui mi tengo sempre in contatto», ha spiegato Wilson, sempre su DirtFish.

Si ricostituirà il duo Loeb-Elena?

In ogni caso, Loeb potrebbe dare la possibilità per qualche evento, «non per tutta la stagione o per metà di essa», e di sicuro sarebbe difficile vederlo al Rallye di Monte Carlo 2022 visto che è quasi concomitante con la Dakar. Ma Loeb apre ad eventi come il Rally di Turchia, a cui risale il suo ultimo podio nel WRC, ottenuto lo scorso anno con Hyundai. E sarebbe interessante vedere se questo ritorno del campionissimo si concretizzerà ritrovando al proprio fianco Daniel Elena, che aveva messo come condizione per il suo rientro in abitacolo come lettore di note il fatto che Loeb mollasse Prodrive. Cosa che non avverrà, ma se non per la Dakar, la coppia potrebbe ricostituirsi per il WRC e per M-Sport?

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati