Formula E | Mini Electric Pacesetter, ecco la nuova Safety Car ufficiale per il 2021

Sostituisce la BMW i8

La Mini Electric Pacesetter sarà la nuova vettura di servizio della Formula E per la stagione 2020-21, al posto della BMW i8.
Formula E | Mini Electric Pacesetter, ecco la nuova Safety Car ufficiale per il 2021

Via BMW, spazio a Mini nella Formula E. La nuova Mini Electric Pacesetter sarà la nuova Safety Car per il campionato elettrico e debutterà nel prossimo ePrix di Roma, tra meno di due settimane. Ecco tutti i dettagli sul modello che prende spunto dalla Mini JCW.

Arriva la nuova SC: ecco la Mini Electric Pacesetter

Annunciata ieri, la Mini Electric Pacesetter è stata creata esclusivamente come vettura di servizio per la Formula E, di conseguenza non è disponibile come vettura stradale. La Casa britannica prende il posto della sorella BMW – rimasta attiva solo come team, almeno fino alla fine di questa stagione – che aveva allestito la i8 fino all’ultimo round di Diriyah. «Abbiamo già dimostrato come il divertimento di guida e la mobilità elettrica vadano di pari passo con la Mini Electric» afferma Bernd Körber, Head of Mini. «Tuttavia, la Mini Electric Pacesetter ispirata alla John Cooper Works fa un ulteriore passo avanti e fonde il carattere performante del marchio John Cooper Works con la mobilità elettrica. Questa versione estrema della Mini Electric è stata sviluppata come Safety Car per la Formula E, quindi non è chiaramente destinata all’uso sulle strade pubbliche. Ma rivela una delle direzioni che potremmo prendere con l’elettrificazione del marchio John Cooper Works. Per me, il messaggio è chiaro: elettrificazione e John Cooper Works rappresentano una buona combinazione».

Design innovativo, in collaborazione con BMW

La Mini Electric Pacesetter è davvero aggressiva nel suo design, sviluppato assieme a BMW Motorsport. «Il design è un’eccitante simbiosi di precisione tecnica ed emozione», spiega Oliver Heilmer, Head of Mini Design. «Qui la funzione detta la forma e molti elementi di design sono stati modellati sulla base di considerazioni tecniche. Per esempio, abbiamo lavorato a stretto contatto con i nostri colleghi di BMW Motorsport per sviluppare la forma dei passaruota e delle grembialature anteriori e posteriori, e il programma di ottimizzazione per queste ultime ha incluso misure di risparmio del peso. Questo linguaggio di design visivamente sorprendente e tecnicamente preciso dona all’auto la sua aura pervasiva di coinvolgimento emotivo ed eccitazione».

Motore elettrico da 183 CV di potenza

Tolte queste novità sul fronte design, rimangono comunque dei dettagli classici come i fari circolari e la griglia esagonale del radiatore. Nelle fiancate si possono notare le bandelle laterali sportive e i cerchi in lega forgiati da 18 pollici, oltre a una colorazione nera, grigio e arancio. Ben presente lo spoiler posteriore allestito con le classiche sirene da SC. Gli interni sono essenziali: presenti solo i sedili anteriori, un volante in fibra di carbonio molto minimal e un quadro strumenti avanzato e digitale. Presenti anche degli elementi stampati in 3D, tecnologia che sta sempre prendendo più piede nelle vetture racing e sportive. Il motore elettrico è da 183 CV e con 280 Nm di coppia massima, per un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 6,7 secondi.

Copyright foto: Mini

Leggi altri articoli in Formula E

Commenti chiusi

Articoli correlati