WEC | 6 Ore di Spa-Francorchamps 2020: anteprima e orari del weekend

Si riprende in mano la stagione 2019-20

Il FIA World Endurance Championship 2019-20 riparte dopo la lunga sosta di sei mesi causa Coronavirus con la 6 Ore di Spa-Francorchamps.
WEC | 6 Ore di Spa-Francorchamps 2020: anteprima e orari del weekend

Dopo una lunga sosta di ben sei mesi dovuta alla pandemia di Coronavirus, torna il FIA World Endurance Championship con l’attesissima 6 Ore di Spa-Francorchamps. La classica belga sarà un banco di prova cruciale per la 24 Ore di Le Mans di settembre.

Programma ed orari

Giovedì 13 agosto
15.00 – Prove libere 1 (90 minuti)

Venerdì 14 agosto
09.30 – Prove libere 2 (90 minuti)
14.30– Prove libere 3 (60 minuti)
18.00 – Qualifiche LMGTE Pro & Am (20 minuti)
18.30 – Qualifiche LMP1 e LMP2 (20 minuti)

Sabato 15 agosto
13.30 – Gara (6 ore)

Gli orari sono riferiti a quelli italiani (GMT+1). La gara sarà visibile sia su Eurosport che su Sportitalia (la prima e l’ultima ora sul canale principale, tutte e sei sul canale smart SI Motori).

Anteprima del weekend

Ripartiamo da dove il Mondiale endurance ci aveva lasciato: a febbraio, in occasione della 6 Ore di Austin, avevamo visto un netto dominio di Rebellion Racing grazie anche alle forti penalità prestazionali inflitte alle due Toyota con l’EoT e il BoP. A Spa-Francorchamps, gli svizzeri saranno maggiormente rallentanti ma avranno ancora il favore dei pronostici sui giapponesi, ma quest’ultimi potranno contare su un minor consumo di benzina e su una pista molto guidata, fatta eccezione per tratti veloci come il rettilineo del Kemmel e Blanchimont-Bus Stop. Le due TS050 Hybrid guidano comunque la classifica generale (Conway-Kobayashi-Lopez con 112 punti, Buemi-Hartley-Nakajima con 107) davanti alle R13 (93) e sarà un ottimo modo per allungare soprattutto su Ginetta, assente in Belgio perché concentrata esclusivamente su Le Mans. A occupare il suo posto ci sarà invece ByKolles, che rientra nel WEC con la ENSO CLM P1/01 che ha già testato quest’anno post-Coronavirus e pronta a disputare anche la maratona francese.

Nella classe LMP2, Albuquerque-Hanson sono al comando con l’Oreca 07 Gibson di United Autosports che ha in saldo ben due vittorie consecutive negli ultimi due appuntamenti. I due hanno anche disputato e vinto la recentissima 4 Ore dell’European Le Mans Series sul tracciato belga, quindi è normale guardarli come i favoriti – assieme a Paul di Resta che li affiancherà. Inseguono da vicino Aubry-Stevens-Ho-Ping Tung con Jackie Chan DC Racing, un po’ più da lontano Jota (da Costa è neo-campione della Formula E e arriverà direttamente da Berlino, aggregandosi all’ultimo a Gonzales e Davidson) e Racing Team Nederland (con van Eerd, van der Gande e van Uitert). Ci saranno ovviamente i ragazzi di Cetilar Racing, l’unico equipaggio tutto italiano su auto italiana con Lacorte-Belicchi-Sernagiotto, poi vedremo anche High Class Racing, Signatech Alpine e Cool Racing. Due aggiunte alla griglia: Eurasia Motorsport e Algarve Pro Racing si preparano per Le Mans.

Numero invariato per la GTE Pro: Aston Martin, Ferrari e Porsche continueranno la loro battaglia dove rimangono ancora favoriti i britannici – nonostante la vittoria negli States – per un BoP non così penalizzante, al contrario delle Rosse. Solo dieci auto per la GTE Am, dove AF Corse è davanti per due soli punti a TF Sport. In tutto ci saranno tre Ferrari, due Aston Martin e cinque Porsche, con la #56 del Team Project 1 che adotterà una livrea bianco-celeste per lo sponsor Mentos.

FIA World Endurance Championship 2019-20 – 6 Hours of Spa-Francorchamps 2020: entry list e spotter guide

Tags
Leggi altri articoli in Endurance & GT

Commenti chiusi

Articoli correlati