WRC | Rally Estonia 2021, Rovanpera leader della prima giornata. Breen resta in agguato

Il resoconto della prima giornata

Si è chiusa la prima giornata del Rally Estonia 2021: dopo i vari colpi di scena, vediamo chi sta lottando per la vittoria e chi potrebbe insidiare la vetta
WRC | Rally Estonia 2021, Rovanpera leader della prima giornata. Breen resta in agguato

La prima giornata del Rally Estonia 2021 registra l’allungo di Kalle Rovanpera per consolidare una leadership le cui basi sono state gettate nella mattina odierna, con alle spalle un Craig Breen molto vicino al finnico di Toyota Gazoo Racing. Ma quest’ultimo come detto allarga il divario dal rivale di Hyundai Motorsport e si porta a 8,5 secondi dall’irlandese, che comunque non si è dato per vinto e ha registrato dei tempi molto interessanti, tirando fuori il meglio da una i20 Coupé WRC che debutta con un motore aggiornato.

Il pomeriggio è scivolato senza grossi colpi di scena rispetto alla mattinata: al limite si è accesa la lotta per l’ultimo gradino del podio, che vede duellare Thierry Neuville contro Sébastien Ogier, distanti poco meno di un minuto da Rovanpera.

Rally Estonia 2021, la PS6

Si riparte (con un rischio piogge intense sulle sfondo) dalla PS6 che ripete la Arula, che con i suoi 12,68 km aveva aperto la mattinata. E si ricomincia nel segno di Rovanpera, che vince la prova ed aumenta il proprio vantaggio su Breen di un altro secondo e quattro decimi, arrivando a fortificare la sua leadership a quota 6,2 secondi rispetto al diretto inseguitore di Hyundai Motorsport. Nel frattempo Neuville prova ad assaltare il terzo posto occupato da Ogier, battendolo nei migliori tempi e portandosi a 5,3 secondi da lui, rispetto ai 6,8 della PS precedente. Tuttavia il belga ha lamentato scarsa visibilità a causa della polvere sollevata dalla vettura, rivolgendo un appello agli organizzatori affinché gli intervalli di partenza tra un’auto e l’altra salgano a quattro minuti. 

La top ten resta più o meno invariata rispetto a come l’avevamo lasciata, ma segnaliamo l’avanzata di Teemu Suninen che guadagna sei posizioni e si porta all’ottavo posto. Colpo di scena invece nel WRC2, dove Mads Ostberg saluta la vetta a causa di una foratura alla ruota anteriore destra della sua Citroen C3 Rally2 (l’ultima volta che è successo, in occasione del Rally Italia Sardegna, il norvegese lanciò una imprecazione dietro l’altra per la frustrazione, beccandosi una multa dalla FIA. Ma non aveva tutti i torti, anzi: ed adesso ci risiamo di nuovo). La leadership va così ad Andreas Mikkelsen, in vantaggio rispetto al rivale di 15,9 secondi. Alexey Lukyanuk resta primo con la Skoda Fabia Rally2 Evo nel WRC3. Intanto dal parco assistenza giunge notizia che Takamoto Katsuta, ritiratosi in via precauzionale per un infortunio subito in mattinata dal copilota Dan Barritt, non ripartirà neanche domani.

Rally Estonia 2021, la PS7

Nella PS7 di Otepää 2 da 17,05 km Rovanpera bissa con un’altra vittoria e si porta a 7,9 secondi di vantaggio su Breen, pur ammettendo che avrebbe potuto anche affondare il colpo andando più veloce. Negli intermedi, tra l’altro, sembrava che l’irlandese potesse vincere la prova, toccando 2,8 secondi di vantaggio su Rovanpera, per poi tirare i remi in barca nei chilometri finali a causa di un minor feeling con la strada e chiudere a 1,7 secondi dal finnico di Toyota.

Neuville intanto è sempre più vicino ad Ogier, portandosi a 2,9 secondi dal terzo posto: eppure il belga continua a non essere soddisfatto delle proprie prestazioni (ricordiamo che la Hyundai i20 Coupé WRC debutta in Estonia con un motore aggiornato). Elfyn Evans invece è stabile al quinto posto della classifica, a circa 13 secondi da Neuville.

Rally Estonia 2021, la PS8

Eccoci alla PS8 di Kanepi 2 da 16,54 km, dove prosegue la marcia di Rovanpera nonostante la vittoria della prova sia andata a Breen, che rifila 1,2 secondi al finnico ed interrompe la striscia di successo di quest’ultimo, pur avendo la sensazione di aver fatto una pessima prova speciale. Ma comunque l’alfiere Toyota resta leader con 6,7 secondi sul diretto inseguitore, pur faticando con la sua Yaris WRC ed un grip difficile sulle strade. 

Hyundai Motorsport inizia a rialzare la testa anche con Neuville, che alla fine spodesta Ogier dal terzo posto, relegandolo a cinque decimi di secondo di distanza. Continuano intanto le sfortune per Ostberg: questa volta si becca dieci secondi di penalità per aver anticipato troppo il controllo orario della PS8: perciò nel WRC2 Mikkelsen resta leader, seguito ora da Nikolay Gryazin a 30,3 secondi e quindi dal norvegese di Citroen, a 33,3 secondi di ritardo.

Rally Estonia 2021, la PS9 e i commenti di fine giornata

L’ultima prova speciale di oggi, la PS9 di Kambja 2 (17,85 km) ripropone il duello tra Rovanpera e Breen, con il primo che torna a vincere rifilando altri 1,8 secondi al diretto inseguitore, pur rischiando di rovinare tutto a causa dello scarso grip alla fine della PS. Ma il giovane finnico riesce a salvare la sua giornata confermandosi leader del Rally Estonia, con il solo Breen a rappresentare al momento una seria minaccia per lui. «Ci sono molti salti e molti di essi sono anche divertenti, altri invece sono un po’ duri per l’auto, ma per il resto le cose stanno andando abbastanza bene», ha spiegato a fine giornata Rovanpera. «Tutto il pomeriggio è stato un po’ così. Il secondo set-up che abbiamo impostato non era così buono e abbiamo perso un po’ di grip per questo. La seconda ruota di scorta non mi ha aiutato, e di sicuro ho dovuto spingere molto per ottenere i giusti tempi. Il divario è molto stretto. Craig ha fatto davvero dei bei tempi per tutto il giorno, quindi domani sarà una grande battaglia».

Dal canto suo Breen ha commentato: «È stata un prova abbastanza perfetta, ho usurato le gomme forse a cinque chilometri dalla fine. […] La vettura è stata fantastica. Non sono sicuro al 100% di dove si trovi la vettura in alcuni punti perché non sono abituato a guidare un’auto larga come questa, sono abituato a guidare la R5. È difficile farlo sembrare naturale. Tuttavia, devo essere abbastanza contento di come è andata».

Anche Neuville si è detto soddisfatto della sua giornata, nonostante le forature e il non voler addossarsi rischi soprattutto nei salti: il belga riesce a preservare il suo terzo posto da Ogier con 6 secondi tondi di vantaggio, e domani potrà godere di una posizione di partenza più vantaggiosa (ma anche il francese, va detto). «La ghiaia era molto presente in quantità, quindi stare dove siamo stasera è davvero buono – ha commentato alla fine l’attuale leader del WRC – . Mi sono goduto la giornata. Non avrei potuto fare molto di più, è davvero bello. Dobbiamo continuare domani con una posizione su strada molto migliore e vedere cosa possiamo fare. Devo concentrarmi su me stesso e non sono qui per fare una lotta assurda, perché in campionato sono molto contento di quello che ho. […]. Non è necessario correre rischi folli, dobbiamo guidare bene e vedere come si evolve il distacco», ha concluso Ogier.

Chi invece è deluso da questa prima tappa dell’Estonia è Evans, quinto ad un minuto e un quarto da Rovanpera e che non riesce a tirare fuori il meglio dalla propria Toyota Yaris WRC. Teemu Suninen sale al sesto posto, spodestando Pierre-Louis Loubet per 6,6 secondi, ma continuando a dover fare i conti con un malfunzionamento della pompa dell’acqua della sua Ford Fiesta WRC. Il francese su Hyundai i20 Coupé WRC di 2C-Competition, invece, se l’è vista brutta andando largo in una curva per via dello scarso grip: salvatosi, decide di affrontare il resto della prova in modalità stradale, proprio per evitare qualsiasi rischio (la priorità assoluta è concludere il rally senza ritirarsi, costi quel che costi).

Mikkelsen si conferma leader di giornata nel WRC2, con distacchi di 36,5 secondi su Grayzin e 38,3 su Ostberg. Da notare che il ribaltamento della Citroen C3 Rally2 di Sean Johnston ha determinato la sospensione temporanea della PS9 per i piloti partiti dopo di lui, essenzialmente delle categorie cadette.

Domani sarà una lunga giornata al Rally Estonia, con nove prove speciali per ben 132,18 km cronometrati: qui i dettagli con gli orari italiani.

Rally Estonia 2021, la classifica della prima giornata

Crediti Immagine di Copertina: Toyota Gazoo Racing

 

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati