WRC | Rally Estonia 2021: Rovanpera fortifica la sua leadership, Breen ancora in scia

Il resoconto della seconda mattinata

Nella seconda mattinata di gara del Rally Estonia 2021 Rovanpera si conferma sempre più leader, seguito da Breen. Neuville ed Ogier lottano per il podio
WRC | Rally Estonia 2021: Rovanpera fortifica la sua leadership, Breen ancora in scia

Anche la seconda e penultima mattinata del Rally Estonia 2021 sancisce la leadership di Kalle Rovanpera, che resiste in testa alla classifica sempre seguito da un Craig Breen non certo domo, ma nei confronti del quale il finnico sta provando a scavare un solco più grande, portando la differenza tra i due a 35,7 secondi. E prosegue anche la lotta per il terzo posto, che vede protagonisti due pesi massimi come Thierry Neuville e Sébastien Ogier, con il primo al momento in vantaggio rispetto al francese di Toyota Gazoo Racing.

Panoramica della seconda giornata del Rally Estonia 2021

Il sabato del settimo appuntamento del WRC 2021 rappresenta una novità praticamente assoluta per il Rally Estonia, con una serie di quattro prove speciali pressoché nuove da ripetere nel pomeriggio, più la superspeciale di Tartu che chiuderà la giornata e che abbiamo già visto nella PS1 dello scorso giovedì. È anche la tappa più lunga del rally con i suoi 132,18 km cronometrati: intanto stamane i piloti hanno affrontato nell’ordine la Peipsääre, la più estesa del programma con i suoi 23,63 km, la Mustvee (12.28km), la Raanitsa (22.76km) e la Vastsemõisa (6.70km). Come nella mattinata di ieri, anche questa volta gli equipaggi hanno optato per montare cinque gomme Pirelli Scorpion KX soft. Per quanto riguarda l’ordine di partenza invece, ad aprire la strada tocca oggi a Gus Greensmith, seguito da Ott Tanak, Pierre-Louis Loubet, Teemu Suninen sino ad arrivare, tra gli ultimi piloti prioritari, a Rovanpera.

Il resoconto della seconda mattinata (PS10-PS13)

Dicevamo proprio di Rovanpera, che vince la prima prova speciale di oggi, la PS10 di Peipsiääre 1 dove l’alfiere di Toyota Gazoo Racing porta il proprio vantaggio su Breen dagli 8,5 secondi di ieri a ben 22,8 secondi: nel frattempo si rifà vivo Ott Tanak, reduce dal ritiro per la triplice foratura subita ieri e che conquista il secondo miglior tempo alle spalle di Rovanpera, ma con un gap di 10,7 secondi. 

L’estone si toglie la soddisfazione di vincere la prova successiva, la PS11 di Mustvee, novità totale del programma. Rovanpera però è alle sue spalle con un ritardo di soli tre decimi, seguito a sua volta da Breen a 2,8 secondi dal finnico, che continua ad allungare il suo passo in vetta. Nella PS12 di Raanitsa 1 Tanak concede il bis, ma sempre con il rivale di Toyota alle calcagna, questa volta indietro di quattro decimi di secondo. Breen non va oltre il sesto tempo, a 10,8 secondi, cosa che porta il suo ritardo da Rovanpera a 36 secondi. 

Infine, nella PS13 di Vastsemõisa 1 Tanak manda in visibilio per la terza volta di fila i propri numerosi fan nella sua gara di casa, vincendo anche questa prova (dare spettacolo, fare un po’ di test con la Hyundai i20 Coupé WRC e cercare di conquistare il massimo dei punti bonus nella Power Stage di domani: l’estone non può fare altro dopo il ritiro di ieri che lo ha messo fuori dalla lotta per la vittoria, essendo 29esimo in classifica ad un’ora di ritardo). Ogier si prende il secondo miglior tempo ad un secondo da Tanak, portando così la sua distanza dal terzo posto occupato da Neuville a 4,5 secondi.

A fine mattinata Rovanpera dichiara: «Sono rimasto un po’ sorpreso [per il tempo della PS10]. Non ero molto a mio agio. All’inizio non mi sembrava così veloce, ma dopo la prima parte ho iniziato a guidare correttamente e a spingere un po’. Non ci ho pensato molto a quel punto. Abbiamo così tanti chilometri da affrontare che non puoi davvero rilassarti, ma potrei in seguito essere un po’ più razionale nell’affrontare la gara. In questo tipo di rally è sempre più importante avere un buon passo e ritmo, perché non puoi davvero lasciarti andare troppo. Il secondo giro sarà piuttosto impegnativo, le nuove PS saranno piuttosto aspre e ci saranno grandi solchi, quindi speriamo di fare abbastanza bene». Il finnico comanda su un Breen che tributa gli onori ad un rivale che sta andando davvero forte, ma anche l’irlandese non se la sta cavando male visto che sta guidando con la Hyundai i20 Coupé WRC su sterrato per la prima volta dall’ultimo Rally Estonia, corso a settembre 2020.

La top ten della seconda mattinata

Neuville resiste al terzo posto, ma come abbiamo visto sempre più insidiato da Ogier (che comunque non vuole addossarsi rischi inutili), mentre al quinto posto troviamo un Elfyn Evans che potrebbe puntare a sua volta a mettere pressione sul compagno di squadra in Toyota, essendo distante dal francese 23,2 secondi. Sesto Suninen, che cerca di tenere alta la bandiera di M-Sport nella top ten, però distante tre minuti da Evans, mentre tanto di capello per il settimo posto attuale di Pierre-Louis Loubet, tornato a bordo della Hyundai i20 Coupé WRC di 2C-Competition dopo aver saltato il precedente Safari Rally ed essere stato protagonista di una prima parte di stagione foriera di disastri e ritiri: pur quindi adottando una condotta cauta e lottando un po’ con la vettura e con il grip delle strade, il francese sta mantenendo il suo posto nei primi dieci.

Incidente per Gryazin

Splendido ottavo posto assoluto per Alexey Lukyanuk, migliore tra le vetture Rally2 con la sua Skoda Fabia Evo e primo di categoria WRC3. Nono Andreas Mikkelsen, che invece svetta con la sua Fabia Rally2 Evo nel WRC2, davanti ad un Mads Ostberg su Citroen C3 Rally2 che, dopo le sfortune di ieri, ricuce un po’ il gap dal rivale a 23 secondi. Brutto imprevisto invece per Nikolay Gryazin, finito ruote all’aria con la propria Volskwagen Polo GTI R5 nella PS13, bloccando anche la strada agli altri concorrenti e determinando lo stop provvisorio della prova. L’equipaggio sta bene fortunatamente, così come sta bene Dan Barritt, copilota di Takamoto Katsuta che si è ritirato ieri assieme al navigatore perché si temeva che quest’ultimo avesse riportato un serio infortunio alla schiena dopo un salto. Nulla di rotto fortunatamente, così come stanno bene anche Sean Johnston e Alex Kihurani, equipaggio su C3 Rally2 alle prese con un incidente nella PS9 di ieri.

Il Rally Estonia 2021 prosegue quindi nel pomeriggio con la ripetizione delle quattro prove speciali più la superspeciale di Tartu: qui tutti i dettagli con gli orari italiani.

Rally Estonia 2021, la classifica dopo la PS13

 

Crediti Immagine di Copertina: Toyota Gazoo Racing

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati