WRC | Rally Estonia 2021: Rovanpera verso il trionfo, ma manca solo la Power Stage

Rovanpera ad un passo dalla vittoria

Manca solo una prova speciale per sancire l'eventuale vittoria di Kalle Rovanpera al Rally Estonia 2021: ma prima, ecco cosa è successo nelle cinque PS dell'ultima giornata di gara
WRC | Rally Estonia 2021: Rovanpera verso il trionfo, ma manca solo la Power Stage

L’ultima giornata del Rally Estonia 2021 non ha riservato, prima dell’imminente Power Stage conclusiva, grossi colpi di scena: Kalle Rovanpera sta andando verso una storica vittoria, controllando sempre di più il suo vantaggio su un Craig Breen ben lieto di salvare il secondo posto, mentre Thierry Neuville è sempre impegnato a conservare il terzo gradino del podio da Sébastien Ogier, e ci sta riuscendo.

Escludendo M-Sport, presente nella top ten con il solo Teemu Suninen (al sesto posto), sia Toyota Gazoo Racing che Hyundai Motorsport al momento dovrebbero ritenersi soddisfatte del loro Estonia: i primi si avviano alla vittoria, i secondi ad occupare due gradini del podio e portare a casa punti preziosi per una classifica costruttori che ultimamente per il marchio coreano si è fatta un po’ drammatica. Ma attenzione, come detto manca solo un’ultima prova, la Power Stage che mette in palio anche punti bonus, quindi attendiamo di vedere se e come evolverà la situazione nel primissimo pomeriggio. 

Intanto, vediamo cosa è successo nella cinque prove speciali di quest’ultima giornata, dalla PS19 alla PS23.

Rally Estonia 2021, la PS19

L’ordine di partenza di oggi vedeva scattare per primo Ott Tanak, seguito da Pierre-Louis Loubet; Neuville, settimo, Breen ottavo e Rovanpera nono. Per quanto riguarda la scelta delle gomme per stamane, i piloti sono andati in ordine sparso: Ogier, Elfyn Evans, Tanak e i due M-Sport hanno optato per cinque Pirelli Scorpion KX soft, mentre i restanti Hyundai Motorsport, compreso anche Loubet e Rovanpera per sei pneumatici a mescola morbida.

Si è partiti dalla PS19 di Neeruti 1 da 7,82 km, un’altra delle novità del programma, vinta da Tanak che realizza lo stesso miglior tempo di Neuville, e a loro volta staccati di due decimi da Ogier. Più cauto Rovanpera, solo quinto, ma comunque di cinque decimi più veloce di Breen e quindi ulteriormente in vantaggio rispetto all’irlandese nella classifica, dove continua a svettare con una certa tranquillità.

Rally Estonia 2021, la PS20

Tanak si è ripetuto nella PS20 di Elva da 11,72 km, anche in questo caso pareggiando i tempi con il compagno di squadra belga. Rovanpera continua ad allungare su Breen, arrivando ad un vantaggio di 54,4 secondi, mentre quest’ultimo inizia a puntare più alla difesa della sua piazza d’onore da Neuville, terzo e a 23,5 secondi da lui. Ogier è stabile al quarto posto, a poco meno di venti secondi dal podio. Le andature sono più o meno caute per risparmiare le gomme ed evitare rischi inutili, anche se Tanak ammette di voler andare veloce senza fare troppi calcoli per la Power Stage finale.

Rally Estonia 2021, la PS21

Nella PS21 di Tartu vald 1, da 6,51 km, che rappresenterà infine la Power Stage, il duello tra Neuville ed Ogier per il terzo posto vede segnare un altro punticino per il belga, che ottiene il miglior tempo ma con un decimo di vantaggio sul francese. Buon terzo crono per Evans, a 2,5 secondi da Neuville, e a sua volta a 4 decimi da un Breen risoluto ad evitare contatti con le rocce sul percorso ed evitare il rischio corso ieri. Rovanpera, ça va sans dire, continua la sua passeggiata sul velluto senza spingere più di tanto (quinto miglior tempo). 

Rally Estonia 2021, la PS22

Arriviamo alla PS22 che ripete sia la Neeruti che il copione di Tanak autore del miglior tempo, nonostante aprisse la strada (ma le condizioni del terreno sono meno solcate rispetto a ieri, come fa notare anche WRC.com). Neuville a due decimi dal compagno di squadra, Ogier a sei decimi dal belga, Rovanpera a 2,6 da Tanak: i piloti stanno spingendo ma al tempo stesso controllando la propria gara, come Breen che si ferma a due decimi dal finnico di Toyota, puntando ovviamente a conservare il proprio secondo posto e tagliare il traguardo finale in questo piazzamento.

Rally Estonia 2021, la PS23

Il duello tra Neuville ed Ogier si ripropone nella PS23 di Elva 2, con il primo che va a vincere di nuovo con un solo decimo di vantaggio sull’arcirivale. Tanto per cambiare, terzo tempo per Tanak, mentre Rovanpera anche in questo caso non spinge e si ferma al quinto crono. “Clean stage”, una prova pulita, come l’ha definita Ogier e come è il leit motiv di questa mattinata finale in quel dell’Estonia: l’unico piccolo brivido lo regala Neuville, che arriva in ritardo di un minuto al controllo orario e si becca 10 secondi di penalità. Difficile pensare che si possa trattare di una delle tattiche di Hyundai Motorsport, visto che in questo caso non avrebbe avuto senso di esistere, giacché il belga non deve perdere tempo per aiutare qualche compagno di squadra, ma anzi deve allungare per tenere alle sue spalle l’assalto al terzo posto da parte di Ogier, distante ora da lui solo 10,7 secondi.

Nel WRC2 mantiene la propria leadership Andreas Mikkelsen su Skoda Fabia Rally2 Evo, con 15,2 secondi di vantaggio su un Mads Ostberg che si prende pure lui 10 secondi di penalità per il ritardo al controllo orario nella PS23, in questo caso perché si è fermato assieme al copilota Torstein Eriksen nel tratto stradale per sistemare alcuni problemi della sua Citroen C3 Rally2, che ha accusato oggi impicci a livello di freni. Nel WRC3 si avvia verso il trionfo il miglior pilota su una vettura non World Rally Car, ovvero Alexey Lukyanuk su Fabia Rally2 Evo, che ha oltre tre minuti e mezzo di vantaggio sull’altro campione europeo Kajetan Kajetanowicz.

Rally Estonia 2021, classifica prima della Power Stage finale

Crediti Immagine di Copertina: Toyota Gazoo Racing

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati