CIR

CIR | Rally di Roma Capitale, Gryazin domina l’ACI Arena. Scandola migliore degli italiani

I risultati della prima PS del Rally di Roma Capitale

Si è svolta la prima speciale del Rally di Roma Capitale 2018, dove a dominare sono stati gli equipaggi dell'ERC. Scandola primo degli italiani CIR, seguito da Andreucci. Problemi per Campedelli
CIR | Rally di Roma Capitale, Gryazin domina l’ACI Arena. Scandola migliore degli italiani

È partito ufficialmente il Rally di Roma Capitale 2018, sesta edizione della prova che contempla il Campionato Italiano (sesto round di stagione) e quello Europeo FIA per il secondo anno consecutivo. Sotto la mole del Castel Sant’Angelo, sulle sponde del Tevere, è stato dato il via agli equipaggi che hanno fatto una passerella lungo il centro cittadino per poi dirigersi verso l’EUR, dove li attendeva l’ACI Arena per la prima prova spettacolo del programma, all’ombra del Palazzo della Civiltà Italiana.

Rally di Roma Capitale 2018, la prima prova speciale

E subito i piloti dell’ERC hanno dominato la scena, con il miglior tempo firmato dall’equipaggio su Skoda Fabia R5 composto da Nikolay Gryazin e Yaroslav Fedorov, seguiti dai colleghi di campionato europeo Alexey Lukyanuk e Alexey Arnautov, su Ford Fiesta R5, con un ritardo di cinque decimi. Chiude il podio la coppia turca Orhan Avcioglu e Burcin Korkmaz a bordo della Skoda Fabia R5, con un decimo in più rispetto ai secondi classificati. Al quarto posto il polacco Grzegorz Grzyb, con un ritardo da Gryazin di un minuto e tre decimi.

Il primo degli italiani è Umberto Scandola, navigato da Guido D’Amore su Skoda Fabia R5, con un gap di un minuto e quattro da Gryazin. Lo segue un incredibile Paolo Andreucci, che nel giro di una settimana non solo si è ripreso dall’incidente avuto in Liguria subendo anche un intervento, ma è ritornato immediatamente a bordo della sua Peugeot 208 T16, seppure con un altro navigatore, David Castiglioni, con cui condivise l’abitacolo anni fa e che sostituisce Anna Andreussi ancora alle prese con i postumi dell’impatto della vettura. Il dieci volte campione del Tricolore termina a quattro decimi da Scandola. Giandomenico Basso entra al settimo posto, e sulla Skoda Fabia R5 segue Andreucci con solo decimo di ritardo. Top ten completata da altri tre equipaggi ERC, ovvero Fabian Kreim e Frank Christian (Fabia R5), il leader della classifica europea Bruno Magalhães con Hugo Magalhães e Chris Ingram con Ross Whittock, sempre tutti su Fabia R5.
Non un buon inizio per Simone Campedelli: la sua Ford Fiesta R5, condivisa con Tania Canton e preparata da Orange1 Racing, è parsa avere un problema all’asse posteriore, risultando imprecisa e facendolo concludere con un ritardo di 9”4 nello scontro diretto con Andreucci.

Per quanto riguarda il Campionato Nazionale Junior, a dominare è Andrea Mazzocchi seguito a mezzo secondo da Jacopo Trevisani, mentre nel Suzuki Rally Trophy Stefano Martinelli si avvantaggia anche lui di mezzo secondo sul leader del monomarca Giorgio Cogni. Nel Due Ruote Motrici Nazionale terminano con lo stesso tempo Ivan Ferrarotti e Riccardo Canzian, tutti e due su Renault Clio R3T.

Rally di Roma Capitale 2018, classifica assoluta dopo la PS1

1. Gryazin-Fedorov (Skoda Fabia R5) in 1’48.1;
2. Lukyanuk-Arnautov (Ford Fiesta R5) a 0.5;
3. Avcioglu-Korkmaz (Skoda Fabia R5) a 0.6;
4. Grzyb-Wrobel (Skoda Fabia R5) a 1.3;
5.Scandola-D’Amore (Skoda Fabia R5) a 1.4;
6.Andreucci-Castiglioni (Peugeot 208 T16) a 1.8;
7. Basso-Lucca (Skoda Fabia R5) a 1.9;
8. Kreim- Frank (Skoda Fabia R5) a 2.0;
9. Magalhaes B.- Magalhaes H. (Skoda Fabia R5) a 2.2;
10. Ingram Whittock (Skoda Fabia R5) a 2.4.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in CIR

Commenti chiusi

Articoli correlati