WRC2 | Mikkelsen fa il punto sul suo programma 2021 e i suoi prossimi obiettivi

Le gare che disputerà Mikkelsen

Andreas Mikkelsen svela i prossimi piani e le gare in cui lo vedremo impegnato nel WRC2, puntando a liberarsi per la seconda metà della stagione
WRC2 | Mikkelsen fa il punto sul suo programma 2021 e i suoi prossimi obiettivi

Andreas Mikkelsen sta sfruttando questa stagione nel WRC2 come trampolino di lancio per il ritorno in pompa magna nel WRC, come abbiamo detto altre volte e come il diretto interessato ha ripetuto negli ultimi mesi sino alla nausea. Per presentarsi alle porte dei team ufficiali con un biglietto da visita di pregio ed un potere negoziale forte, oltre a contare sulla propria esperienza, il norvegese aveva come obiettivo quello di vincere ogni appuntamento del Mondiale di categoria di quest’anno con la Skoda Fabia Rally2 Evo di Toksport WRT, squadra che ha accolto le sue momentanee ambizioni. 

Mikkelsen resta leader nel WRC2

Così non è stato, visto che la vittoria nel WRC2 al Rallye di Monte Carlo non è stata poi seguita da affermazioni di pari livello all’Arctic Rally Finland e al Rally di Croazia, vincendo però tutte le Power Stage che mettevano in palio ciascuna 5 punti bonus. Resta comunque in piedi l’obiettivo sul titolo iridato, anche perché ad oggi Mikkelsen è leader nella classifica piloti del WRC2 (il campo dei rivali è di livello altissimo, ma abbastanza frastagliato, con il campione uscente Mads Ostberg che ha iniziato la sua stagione dalla Croazia), con 35 punti di vantaggio sul compagno di team Marco Bulacia.

Portogallo e Sardegna, poi Mikkelsen disputerà il Safari Rally?

Ora il norvegese ex Hyundai Motorsport ha fatto luce su DirtFish sui suoi effettivi programmi stagionali: «Sostanzialmente gareggeremo in Portogallo ed in Sardegna, faremo [perciò] i primi sei rally e poi aspetteremo. Svolgere i primi sei significa che avremo un po’ di tempo nella seconda metà dell’anno per i test e cose del genere. Ma per il settimo evento, possiamo vedere cosa fanno tutti gli altri e predisporre quindi un piano». 

Spieghiamo: a norma di regolamento, si è in lizza per il titolo WRC2 se si affrontano sette appuntamenti, di cui almeno uno fuori dall’Europa, e con la possibilità di scartare un solo peggior risultato ai fini dei punteggi finali. Ciò significa che Mikkelsen, se vuole lasciarsi la seconda metà dell’anno un po’ libera, potrebbe partecipare a giugno al Safari Rally, se tutto va secondo i piani. Successivamente, potrà avere il tempo per proporsi o accettare partecipazioni speciali o test sulle World Rally Car, o meglio Rally1 come si chiameranno dal 2022, stagione in cui il norvegese spera di essere al via nel WRC (e magari con M-Sport, come l’interessato ha ammesso).

 

 

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati