WRC | Al Rally Portogallo 2021 il debutto del nuovo motore della Toyota Yaris WRC

Che doveva essere già pronto per la Croazia

Toyota Gazoo Racing è lieta di annunciare il nuovo motore della Yaris WRC, le cui specifiche saranno bloccate per i prossimi anni del Mondiale Rally versione ibrida
WRC | Al Rally Portogallo 2021 il debutto del nuovo motore della Toyota Yaris WRC

I team si stanno adoperando per implementare i nuovi motori che saranno omologati entro i primi di luglio 2021, con il loro sviluppo che sarà congelato per i prossimi tre anni. M-Sport si è portata avanti, facendo debuttare la nuova anima propulsiva della Ford Fiesta WRC al recente Rally di Croazia, mentre alla spicciolata si stanno aggiungendo anche le altre realtà ufficiali impegnate nel WRC.

Il nuovo motore della Toyota Yaris WRC era già pronto per il Rally Croazia

Come è il caso di Toyota Gazoo Racing, che rispetto ai concorrenti farà esordire il nuovo motore nell’evento successivo del campionato del mondo, ovvero il Rally di Portogallo del 20-23 maggio. Il team principal Jari-Matti Latvala, riporta DirtFish, ha rivelato che questa evoluzione inserita dentro la Yaris WRC avrebbe già potuto debuttare in Croazia, ma a causa delle difficoltà logistiche l’esordio è slittato agli sterrati lusitani. In compenso sugli asfalti balcanici la vettura ha goduto degli ultimi aggiornamenti all’aerodinamica anteriore, qualche accortezza in più a livello di spoiler per poter avere «maggiore stabilità nei tratti più veloci», ha spiegato Latvala.

I miglioramenti del nuovo motore

Tornando al nuovo propulsore, questo è stato progettato e costruito in casa, nello stabilimento di TGR Europe a Colonia, ed è la prima volta che Toyota si fabbrica interamente da sé un proprio motore, che sarà un miglioramento del vecchio come ha dichiarato il direttore tecnico Tom Fowler sempre su DirtFish, e che porrà una maggiore enfasi sulla potenza assoluta rispetto alla coppia ed un avanzamento in termini di affidabilità, aspetto nel quale le Yaris WRC sono abbastanza progredite negli ultimi anni (almeno rispetto alla stagione 2019, in cui l’allora pilota Ott Tanak subì una serie di colpi bassi dalla vettura). «Il motore ha decisamente più potenza: potrebbe sembrare strano, ma non è sempre così con i nostri aggiornamenti; in passato abbiamo applicato aggiornamenti basati sulla coppia», ha spiegato Fowler. «Abbiamo affrontato alcune criticità in agguato», conclude, riferendosi in maniera implicita ai problemi di affidabilità che ogni tanto, più saltuariamente rispetto al passato, riaffiorano.

Crediti Immagine di Copertina: Toyota Gazoo Racing

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati