attiva


Niente Dakar 2023 per Julien Ingrassia

Cambio di programma per Ingrassia

Niente Dakar 2023 per Julien Ingrassia: l'otto volte campione del mondo WRC è costretto a rinunciare alla sua prima partecipazione in carriera in questo leggendario rally raid
Niente Dakar 2023 per Julien Ingrassia

Conclusa la sua avventura da navigatore per Sébastien Ogier una volta archiviata la stagione 2021 nel WRC, Julien Ingrassia ha iniziato a lavorare per presentarsi alla Dakar 2023 approcciando il mondo dei rally raid.

I piani stravolti di Julien Ingrassia

Il francese ha così fatto squadra con il pilota Michaël Pisano, con in vista la possibilità di partecipare a giugno di quest’anno al Rally Andalusia (a bordo di un buggy schierato dal team MD Rallye Sport) come esordio assoluto e primo passo verso l’avvicinamento alla Dakar, la prima nella carriera del navigatore. Ma la tappa spagnola del Mondiale Rally Rally FIA era diventata oggetto di uno slittamento in autunno a causa del caldo estremo e degli incendi, provocando uno sconvolgimento dei piani di Ingrassia. Un effetto dominio che ha reso impossibile una adeguata preparazione alla Dakar 2023.

“Non sono in grado di onorare il programma di preparazione”

L’otto volte campione WRC ha spiegato in un post sui suoi canali social i dettagli di questo cambio di programma: «Non è proprio una cosa naturale per un concorrente, e tanto meno per un navigatore che ha nei suoi geni caratteristiche come il progettare, calcolare e realizzare… eppure vi annuncio che devo rinunciare alla mia partecipazione alla prossima edizione della Dakar. La mia carriera ai massimi livelli nel WRC mi ha insegnato una cosa tra tante altre: preparazione, pratica ed esperienza sono i pilastri su cui il lavoro, la capacità di improvvisare e il successo saranno alla base del D-Day. Tuttavia, dopo aver inizialmente stabilito un notevole “piano di battaglia” con l’obiettivo di acquisire le competenze e l’esperienza più solide possibili, è chiaro che quest’anno non siamo stati in grado di onorare questo programma. Così, non potendo partecipare agli eventi chiave che sono il Rally del Marocco e il Rally dell’Andalusia, che si svolgeranno tra pochi giorni, mi rendo conto che la mia preparazione è ben lungi dall’essere completa».

“Nessuno correrebbe la 24 Ore di Le Mans senza essere mai sceso in pista”

Ingrassia ha quindi proseguito: «La Dakar è un evento leggendario. Conosco la mia capacità di adattamento e di comprensione, ma per sentirmi a mio agio ed efficiente in quella corsa, l’obiettivo era fare una prima esperienza di questo format di gara, […] e queste condizioni non sono soddisfatte. A nessuno verrebbe in mente di iniziare la 24 Ore di Le Mans senza aver mai gareggiato almeno una volta su un circuito prima d’ora! Un sincero ringraziamento alle persone che in questi mesi hanno determinato il mio approccio al Rally Raid (Isabelle Patissier e Thierry, Max Delfino, Edouard Boulanger, Michel Perrin, BPS Racing e molti altri), e qualunque cosa accadrà in futuro ho comunque aperto gli occhi su una categoria e una professione straordinarie». Non si conoscono quindi i prossimi impegni di Ingrassia nella disciplina del rally raid.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Dakar

Commenti chiusi

Articoli correlati