ERC | Rally Polonia 2021, Lukyanuk conclude in testa la Qualifying Stage [AGGIORNAMENTO]

Sul podio anche Mikkelsen

Si apre il programma del Rally Polonia, primo round dell'ERC 2021. Disputata la Qualifying Stage che dà diritto ai migliori quindici di scegliersi le posizioni di partenza nella prima giornata di gara
ERC | Rally Polonia 2021, Lukyanuk conclude in testa la Qualifying Stage [AGGIORNAMENTO]

È finalmente partita la stagione 2021 del FIA ERC e subito si mette in mostra il campione uscente dell’europeo rally. Parliamo di Alexey Lukyanuk, che ha conquistato il miglior tempo nella Qualifying Stage che apre oggi il fine settimana di gara del 77esimo Rally di Polonia, primo round dell’ERC 2021.

Lukyanuk dallo spavento dei test al primo posto nella Qualifying Stage

Il russo del team Saintéloc, accompagnato alle note dall’imprescindibile Alexey Arnautov, ha condotto la Citroen C3 Rally2 alla vittoria nella QS di Talty, da 3,26 km, mettendosi alle spalle lo spavento durante i test di qualche giorno fa, ovvero un incidente ha costretto l’equipaggio a rimediare una nuova vettura dopo che quella precedente ha riportato una serie di danni: «Siamo partiti normalmente secondo il piano di prova, abbiamo fatto alcune modifiche all’assetto e il feeling stava migliorando», ha spiegato la dinamica Lukyanuk su ERC.com. «Su una curva a destra in un salto, proprio prima di questo salto la macchina ha dato fondo con l’anteriore e ha perso il grip; è saltata quasi dritta. Ma fa parte del gioco perché durante i test alcuni cambiamenti sull’assetto possono andare nella direzione giusta e a volte in quella sbagliata. Abbiamo fatto solo 25 chilometri, quindi non posso essere soddisfatto della nostra giornata di test». Il russo ha poi spiegato che il team avrebbe poi spedito un’altra C3 Rally2 in tempo per giovedì, ovvero ieri, e difatti così è avvenuto, con il tempo necessario anche per definire l’assetto da sterrato e rendere i sedili adatti all’equipaggio. «Non c’è stato nessun grande dramma, solo un buco nel mio budget ristretto», ha concluso il pilota, che già l’anno scorso si era ritrovato a lottare improvvisamente con una carenza di fondi durante il campionato.

Mikkelsen e Marczyk sul podio

Lukyanuk potrà quindi scegliersi per primo la posizione di partenza nella prima giornata del Rally di Polonia che scatterà domani (stasera ci sarà invece la superspeciale di apertura nella Mikolajki Arena): un privilegio importante nelle gare su terra previsto per i migliori quindici della Qualifying Stage, anche se ovviamente chi prima si piazza meglio sceglie. Secondo posto per Andreas Mikkelsen, al debutto stagionale nell’ERC che rappresenta uno dei fronti competitivi del norvegese assieme al WRC2: il pilota su Skoda Fabia Rally2 Evo di Toksport WRT, assieme a Ola Fløene, si piazza a otto decimi di secondo di ritardo dal miglior tempo, ammettendo di aver sfruttato una condotta cauta.

Terzo posto per uno dei piloti di casa Miko Marczyk, ad un secondo di gap e un po’ contrariato per qualche problema alla valvola pop-off della sua Fabia Rally2 Evo. Stessa vettura per Nil Solans, quarto a 1,7 secondi di ritardo e pure quest’ultimo alle prese con il malfunzionamento della pop-off. Quinto Callum Devine sulla Ford Fiesta Rally2 a due secondi, seguito con uno scarto davvero ridotto dalla Skoda di Norbert Herczig. Settimo Fabian Kreim su Volkswagen Polo GTi R5, ottavo Yoann Bonato su C3 Rally2, nono il nostro Umberto Scandola su Hyundai i20 R5, che ricordiamo quest’anno affronterà l’intera stagione nell’ERC, sempre supportato dallo Hyundai Rally Team Italia. Chiude la top ten l’altra i20 R5 con a bordo Grégoire Munster.

Gli altri piazzamenti della Qualifying Stage

Potranno scegliersi inoltre la posizione di partenza per domani anche Grzegorz Grzyb, undicesimo, il campione rumeno con il passaporto anche italiano Simone Tempestini, dodicesimo, Emilio Fernández, tredicesimo, Adrian Chwietczuk, quattordicesimo e come gli altri tre a bordo della Fabia Rally2, ed infine quindicesimo Zbigniew Gabrys, su Polo R5. Citiamo poi il diciottesimo posto di Alberto Battistolli su Skoda e il diciannovesimo di Craig Breen, che manca il punto di frenata in un bivio con la sua Hyundai i20 R5 gommata MRF Tyres e perde così in prova otto secondi dalla vetta.

Problemi al radiatore (inceppato dalla terra entrata dentro) per la Polo R5 per Nikolay Grayzin, che è costretto a fermarsi nella Qualifying Stage, mentre il debutto nell’ERC di Simone Campedelli e Tania Canton con il team MRF parte non nel migliore dei modi, con un problema al servosterzo della loro Polo: chiuderanno 30esimi a dodici secondi di ritardo.

AGGIORNAMENTO: Come era prevedibile, Lukyanuk ha scelto la quindicesima posizione di partenza per domani, evitando così di pulire le strade agli avversari e quindi molto vantaggiosa nei round su terra. Ed ovviamente Mikkelsen ha scelto la quattordicesima, la tredicesima Marczyk, dodicesimo Solans e così via. Scatterà settimo il nostro Umberto Scandola.

Crediti Immagine di Copertina: ERC.com / Bastien Roux

 

Leggi altri articoli in FIA ERC

Commenti chiusi

Articoli correlati