Dakar | Tappa 5 Auto: primo successo per Lategan, Al-Attiyah distaccato ma sempre leader

I risultati della Tappa 5

Henk Lategan vince la sua prima tappa alla Dakar 2022, la quinta, mentre Nasser Al-Attiyah pur chiudendo in coda alla top ten resta sempre leader, seguito da Sébastien Loeb
Dakar | Tappa 5 Auto: primo successo per Lategan, Al-Attiyah distaccato ma sempre leader

La notizia di oggi sul fronte Auto alla Dakar 2022 è che non c’è stata la vittoria di Nasser Al-Attiyah nella Tappa 5, da Riad a Riad lungo un percorso ad anello di 348 perlopiù sterrati e con qualche duna (sugli 80 km, per la precisione). Ma comunque il qatariota di Toyota Gazoo Racing continua a mantenere la leadership, mentre la gloria odierna è andata al compagno di squadra Henk Lategan.

Tappa 5, Loeb secondo dietro Lategan

Era da due tappe, la terza e la quarta, che il sudafricano stava provando a conquistare la sua prima vittoria in questa edizione e nella Dakar, e alla fine il rookie del 2021 ci è riuscito portando il suo GR DKR Hilux T1+ al traguardo dopo aver dominato in larga parte la prova speciale odierna. Alle sue spalle ritroviamo Sébastien Loeb, secondo con 01′ 58” di ritardo dopo aver perso un po’ di terreno lungo la tappa arrivando ad un distacco massimo di oltre sette minuti, poi gradualmente recuperato.

Top 5 racchiusa in tre minuti

Dietro al francese del team Bahrain Raid Xtreme si posiziona al terzo posto Lucio Alvarez (Overdrive Toyota) a 02′ 10”; quarto un Matthieu Serradori (SRT Racing) a 02′ 24”, confermando la crescita progressiva di cui sta dando prova in questa Dakar dopo una partenza stentata con il proprio CR6. Per la prima volta quest’anno troviamo poi in top ten Guerlain Chicherit con il suo buggy GCK Thunder, con un gap di 02′ 59”: in pratica, i primi cinque classificati al traguardo odierni sono racchiusi nell’intervallo di tre minuti.

Solo ottavo Al-Attiyah, dietro al compagno di squadra Giniel de Villiers (che ha ricevuto un’altra penalizzazione per aver di nuovo urtato inavvertitamente un motociclista, questa volta Ali Oukerbouch ai quali ha ripagato i danni: ma sconterà cinque ore di ritardo nella classifica) e con un ritardo di 04′ 53”. Il qatariota ha pagato l’essere partito per primo in una tappa che per le auto non prevedeva le tracce delle moto prima di loro, visto che i mezzi a due ruote hanno avuto un percorso separato. Fatto sta che domani, dove è previsto un altro circuito da Riad e ritorno ma speculare (si svilupperà ad ovest, con anche 40 km di dune), Al-Attiyah godrà di una più favorevole posizione di partenza. 

Altra giornata no per gli Audi

Per gli Audi oggi è stata invece un’altra giornata di tregenda. Stéphane Peterhansel ad un certo punto si è ritrovato nella lotta per la vittoria contro Lategan, e sarebbe stata la sua prima quest’anno con l’RS Q e-tron, ma un problema tecnico subito da Carlos Sainz all’ammortizzatore (a sua volta, inizialmente proiettato tra i primi cinque) ha spinto il francese a sacrificarsi per il compagno di squadra cedendogli una sospensione, visto che ormai sono tutti fuori dai giochi per la vittoria finale (ed anche dai primi dieci) dopo la sfilza di imprevisti dei giorni scorsi. Lategan così ha avuto campo libero per la vittoria.

Mentre attendiamo di conoscere la sorte all’arrivo di Peterhansel, che comunque punta ormai a cercare la gloria nelle singole tappe, Sainz conclude alla fine 36esimo con un’ora di ritardo. Sempre in casa Audi, 20esimo posto per Mattias Ekström con 18 minuti di ritardo.

Dakar 2022, la classifica generale Auto dopo la Tappa 5

Nella classifica generale, Al-Attiyah controlla la propria leadership, anche se Loeb gli rosicchia una manciata di minuti (ma siamo sempre con un gap di oltre mezz’ora). Grazie al risultato di oggi e alla contestuale controprestazione di Yazeed Al Rajhi, 23esimo con 22 minuti di ritardo, Alvarez risale al terzo posto, spodestando il saudita, ora quarto. Serradori entra in top ten con il decimo posto.

POS.     EQUIPAGGIO TEAM TEMPO / DISTACCO    
1    
(QAT) NASSER AL-ATTIYAH
(AND) MATTHIEU BAUMEL
TOYOTA GAZOO RACING 17H 24′ 23”    
2    
(FRA) SEBASTIEN LOEB
(BEL) FABIAN LURQUIN
BAHRAIN RAID XTREME + 00H 35′ 10”    
3    
(ARG) LUCIO ALVAREZ
(ESP) ARMAND MONLEON
OVERDRIVE TOYOTA + 00H 51′ 15”    
4    
(SAU) YAZEED AL RAJHI
(GBR) MICHAEL ORR
OVERDRIVE TOYOTA + 01H 06′ 23”    
5    
(RAF) VLADIMIR VASILYEV
(LVA) OLEG UPERENKO
VRT TEAM + 01H 07′ 52”    
6    
(POL) JAKUB PRZYGONSKI
(DEU) TIMO GOTTSCHALK
X-RAID MINI JCW TEAM + 01H 10′ 24”    
7    
(ARG) SEBASTIAN HALPERN
(ARG) BERNARDO GRAUE
X-RAID MINI JCW TEAM + 01H 22′ 01”    
8    
(ARG) ORLANDO TERRANOVA
(ESP) DANIEL OLIVERAS CARRERAS
BAHRAIN RAID XTREME + 01H 25′ 16”    
9    
(CZE) MARTIN PROKOP
(CZE) VIKTOR CHYTKA
BENZINA ORLEN TEAM + 01H 31′ 01”    
10    
(FRA) MATHIEU SERRADORI
(FRA) LOIC MINAUDIER
SRT RACING +02H 07′ 49”    

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Dakar

Commenti chiusi

Articoli correlati