WRC | Rallye Monte Carlo 2021, PS3-PS5: Ogier prende il comando, Rovanpera penalizzato, Hyundai in difficoltà

La prima mattinata di gara

Seconda giornata del Rallye Monte Carlo 2021 con la prima mattinata del programma: tra asfalti insidiosi e scelte delicate delle gomme, Toyota suona la carica
WRC | Rallye Monte Carlo 2021, PS3-PS5: Ogier prende il comando, Rovanpera penalizzato, Hyundai in difficoltà

Riparte il Rallye di Monte Carlo 2021 alle prime luci dell’alba, per rispettare il limite del coprifuoco serale imposto in Francia. Se ieri le prime due prove avevano visto il dominio di Hyundai Motorsport con Ott Tanak, questa mattina le prime tre PS di oggi hanno capovolto la situazione a favore dei Toyota Gazoo Racing (per la verità già ieri Kalle Rovanpera aveva impressionato). Ma vediamo nel dettaglio cosa è successo dalla PS3 alla PS5.

Rallye Monte Carlo 2021: la PS3

Partiamo dalla PS3 di Aspremont – La Bâtie-des-Fonts 1, 19,61 km. Temperature fredde ma non rigidissime, sopra lo zero, umidità, ghiaccio insidioso sulle strade e poca luce visto l’orario (si è partiti alle 6) hanno accolto gli equipaggi, che hanno optato quasi tutti (tranne Gus Greensmith) per le super soft e le chiodate: in particolare Thierry Neuville e Dani Sordo hanno montato tre delle prime e tre delle seconde, un particolare che bisogna tenere a mente per il resto della cronaca di oggi. Sèbastien Ogier è stato il primo a partire in virtù dell’ordine di partenza dell’ultima classifica mondiale, ed è stato il francese ad imprimere il miglior tempo in questa prova speciale, nonostante continui ad essere un po’ cauto dopo i problemi ai freni di ieri. Ma sono i Toyota i mattatori della PS3, visto che dietro ad Ogier si piazza nell’ordine Elfyn Evans a 2,7 secondi e Rovanpera a 5,7 secondi di ritardo, quest’ultimo un po’ in affanno per via di una sbavatura su un tornante, accennando un testacoda: tuttavia, il giovane finnico prende il comando della classifica, approfittando del fatto che il precedente leader Tanak parta sì bene, ma poi perda secondi importanti negli ultimi chilometri per evitare rischi sul ghiaccio. L’estone perde così ben tre posizioni, accumulando 8,7 secondi di ritardo in classifica e facendosi superare da Ogier, terzo a 7,9 secondi da Rovanpera, e da Evans, secondo con un gap di 2,2 dalla vetta.

Scende in classifica anche Neuville, che perde un posto e finisce quinto a 14,3 secondi, pagando la scelta non ottimale delle gomme. Stessa scelta che, come abbiamo visto, ha fatto Sordo, sesto in prova e sesto nelle posizioni della generale con un minuto di ritardo. In punta di piedi anche Greensmith, che stampa il quattordicesimo tempo e vede allargarsi sempre più il suo ritardo dalla vetta, ora a due minuti e cinquanta (ricordiamo che Teemu Suninen si è ritirato dopo l’incidente di ieri, con la sua Ford Fiesta WRC che ha accusato un danno importante al roll-bar). Grande prestazione invece per Andreas Mikkelsen, che sulla Skoda Fabia Rally2 Evo arriva addirittura quasi a doppiare la Hyundai i20 Coupé WRC di Pierre-Louis Loubet e conquista il miglior tempo nel WRC2, nonché il settimo assoluto in classifica. Bella prestazione anche per Adrien Fourmaux, l’unico che sta dando sino ad ora soddisfazioni in casa M-Sport: il francese è secondo nel WRC2 con un ritardo di dieci secondi da Mikkelsen, ed è stato uno dei pochi a non aver avuto problemi nel correre in piena oscurità (anche se ha trovato comunque insidiosi i tratti ghiacciati).

Rallye Monte Carlo 2021: la PS4

Passiamo quindi alla PS4, la Chalancon – Gumiane 1 da 21,62 km, una delle novità di questa edizione, che ha presentato strade umide, ma praticamente libere dal ghiaccio. Condizioni comunque «non così facili» e a tratti scivolose, come le ha definite Ogier, che in ogni caso ottiene ancora una volta il miglior tempo, sempre davanti ai compagni di squadra (anche se Evans a metà percorso accumula buona parte del suo ritardo a causa di una condotta più cauta).

Quarto miglior tempo per Tanak, un po’ in ripresa anche se lamenta problemi di potenza del motore sui tornanti. L’estone mantiene il quarto posto, ma a tre secondi dal podio. Neuville intanto prova a cambiare passo con i pneumatici (tre chiodati e uno slick, per la precisione), ma le condizioni della strada un po’ sporche non hanno aiutato più di tanto il belga, che ottiene il quinto tempo a 28 secondi da Ogier, e non si smuove così dalla sua posizione in classifica. In difficoltà anche Sordo, che ha affrontato una PS4 spesso di traverso per via della gomma da neve montata posteriormente. Male ancora Greensmith, che taglia il traguardo con il settimo tempo lamentando scarso feeling con la vettura e difficoltà di grip. Invariato il discorso nel WRC2, con Fourmaux un po’ più cauto in questa prova: si registra un testacoda per Oliver Solberg, che sta debuttando con la Hyundai i20 R5, ma la cosa non inficia più di tanto sulla sua gara di apprendimento. Intanto arriva anche una penalità di dieci secondi per Rovanpera, arrivato in ritardo al controllo orario ad inizio tappa per via di un «problema alla vettura», ha spiegato il pilota: di conseguenza nella classifica il finnico di Toyota scivola al terzo posto con un ritardo di 9,7 secondi, dietro a Evans ed Ogier.

Rallye Monte Carlo 2021: la PS5

Il primo giro della mattinata si conclude con la PS5 di Montauban-sur-l’Ouvèze – Villebois-les-Pins 1 da 22,24 km, dove arriva un’altra doppietta prova-classifica per Ogier. Il francese chiude con il miglior tempo disputando un’ottima PS, parlando di un feeling migliore con la Toyota Yaris WRC rispetto a ieri, quando ebbe anche un malfunzionamento ai freni tale da inficiare la sua gara. Il francese allarga in classifica il suo gap da Evans, ora a 11 secondi e che paga sia la cautela in prova, che il surplus di confidenza su queste strade di Ogier. Malino anche Rovanpera, in difficoltà per la terra e la sporcizia sull’asfalto tanto da perdere 18,5 secondi in prova al traguardo e il terzo posto in classifica, dove sale invece Tanak, più per demeriti dell’avversario che per i meriti dell’estone (anch’egli alle prese con strade insidiose, che hanno messo un po’ in croce la sua i20).

Hyundai però deve fare i conti anche con un imprevisto capitato a Neuville, che sul finale va in testacoda accumulando un ritardo che si attesta a 28 secondi da Ogier, con la conseguenza che dopo cinque prove speciali il gap in classifica del belga sale già sopra il minuto. Il pilota paga la scelta non ottimale delle gomme di cui abbiamo parlato (stesso problema per Sordo), oltre che note non precise giacché i suoi ricognitori non hanno potuto passare in rassegna la PS per via di un incidente nel tratto di trasferimento. Nessuna novità di rilievo nel WRC2, sempre guidato da Mikkelsen che allarga a 23 secondi il suo vantaggio da Fourmaux (sesto il nostro Enrico Brazzoli) e nel WRC3, con tre Citroen C3 Rally2 in vetta: nell’ordine Yoann Bonato, Yohan Rossel e Nicolas Ciamin.

In programma per oggi la ripetizione di due prove speciali viste stamane (ricordiamo che la PS8 di Montauban-sur-l’Ouveze – Villebois les Pins 2 è stata tagliata per accorciare la tappa), per chiudere così la seconda giornata di gara del Rallye di Monte Carlo 2021: qui tutti i dettagli del programma e gli orari.

Rallye Monte Carlo 2021, la classifica dopo la PS5

Crediti Immagine di Copertina: Toyota Gazoo Racing

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati