Dakar | Tappa 4 Auto: terza vittoria di fila per Al Attiyah, mentre Peterhansel resiste come leader in classifica

Ancora un successo per Al Attiyah

La categoria Auto della Dakar 2021 vede proseguire il tentativo di fuga in classifica di Peterhansel, ma Al Attiyah macina una vittoria di tappa dietro l'altra e si avvicina sempre di più
Dakar | Tappa 4 Auto: terza vittoria di fila per Al Attiyah, mentre Peterhansel resiste come leader in classifica

Un Nasser Al-Attiyah in stato di grazia conquista la Tappa 4 della Dakar 2021, da Wadi Ad-Dawasir a Riad, conquistando il suo terzo successo consecutivo in questa edizione. Ma Stéphane Peterhansel non molla l’osso e mantiene la leadership in classifica, sebbene il rivale qatoriota continui a rosicchiare minuti dalla sua piazza d’onore.

La lotta tra Al Attiyah, Peterhansel e Sainz

La giornata di oggi prevedeva 337 km di gara per una frazione considerata di trasferimento e molto veloce, il cui chilometraggio totale toccava ben 813 km trasferimenti inclusi. Il pilota sul Toyota Hilux, pur scattando per primo, mantiene il vantaggio nelle prime fasi di corsa, ma al primo waypoint cede subito la testa a Carlos Sainz. Già al terzo però lo spagnolo campione uscente della Dakar, smanioso di recuperare minuti in classifica dopo aver perso ieri mezz’ora per problemi di navigazione, perde terreno scivolando al sesto posto. Sainz verso la fine ricuce il gap da Al-Attiyah ad una trentina di secondi, ma il distacco sale implacabilmente nei chilometri conclusivi, con il pilota X-Raid Mini che chiude quinto a 2’56” dalla vetta. Peterhansel invece è riuscito a colmare il divario, salito ad un minuto all’ultimo waypoint, per poi scendere a soli 11 secondi al traguardo, posizionandosi secondo dietro Al-Attiyah.

Lategan conquista un altro podio. Loeb migliora ancora

Terzo posto per Henk Lategan, il rookie di Toyota Gazoo Racing autore di un’altra gara strepitosa e di un altro podio dopo quello ottenuto ieri: il sudafricano al km 172 si ritrova addirittura primo, mantenendo il vantaggio anche al waypoint successivo e concludendo alla fine, dopo aver un po’ tirato i remi in barca, con un minuto e mezzo di distacco dalla vittoria di tappa. Quarto posto per Sébastien Loeb, che continua a migliorarsi in questa Dakar tirando fuori il meglio dal suo BRX T1 Hunter. Il francese è riuscito anche a far mangiare la polvere a Sainz circa a metà gara. Dopo il quinto posto di quest’ultimo, al sesto troviamo Jakub Przygónski con cinque minuti e cinque secondi di ritardo, mentre settimo si posiziona Khalid Al Qassimi a 7’22”. La top ten si chiude con Vladimir Vasilyev, Orlando Terranova ed Erik Van Loon, tutti con distacchi sopra i dieci minuti. Dodicesimo Martin Prokop, tredicesimo Nani Roma.

Al Rajhi e Serradori in difficoltà

Categoria delusi della giornata: ancora problemi per Yazeed Al Rajhi, costretto allo stop con il suo Toyota Hilux all’altezza del chilometro 30 per un guasto meccanico. Il pilota saudita perde quasi tre ore per la riparazione, e tutt’ora RadioDakar non lo dà tra i partecipanti arrivati al traguardo. Disastro anche per Mathieu Serradori: il francese, vincitore di tappa nella scorsa edizione ed autore di ottime prestazioni quest’anno, si perde letteralmente con il suo Century CR6 intorno al chilometro 80, lasciando per strada inizialmente quasi quindici minuti (e stava lottando per la top ten), per poi arrivare al traguardo con ben venticinque minuti di ritardo: cosa che come vedremo si ripercuoterà sulla sua classifica post-tappa. Ritiro infine per Vaidotas Žala per problemi al motore del suo buggy Mini.

Dakar 2021, Auto: la classifica dopo Tappa 4

Quindi, nella classifica generale Peterhansel continua a mantenere la propria leadership, con Al-Attiyah che si avvicina ancora un po’ di più e si porta a cinque minuti dal francese. Terzo posto per Sainz, ma con ben 36 minuti di ritardo (se non ci fosse stato quel disorientamento nella tappa precedente…): lo spagnolo deve ringraziare le disgrazie di Serradori, che scende al settimo posto lasciandogli libero il piazzamento. Quarto Loeb, in netta risalita ma a 48 minuti dal qatariota. E sale ancora Lategan, che dal settimo passa al quinto, distante solo una manciata di secondi dal pluricampione WRC.

POS.   . EQUIPAGGIO VETTURA TEMPO    
1    
(FRA) STÉPHANE PETERHANSEL
(FRA) EDOUARD BOULANGER
X-RAID MINI JCW TEAM 13H 15′ 12”    
2    
(QAT) NASSER AL-ATTIYAH
(FRA) MATTHIEU BAUMEL
TOYOTA GAZOO RACING + 00H 04′ 58”    
3    
(ESP) CARLOS SAINZ
(ESP) LUCAS CRUZ
X-RAID MINI JCW TEAM + 00H 36′ 19”    
4    
(FRA) SEBASTIEN LOEB
(MCO) DANIEL ELENA
BAHRAIN RAID XTREME + 00H 48′ 14”    
5    
(ZAF) HENK LATEGAN
(ZAF) BRETT CUMMINGS
TOYOTA GAZOO RACING + 00H 48′ 44”    
6    
(POL) JAKUB PRZYGONSKI
(DEU) TIMO GOTTSCHALK
ORLEN TEAM/OVERDRIVE + 00H 49′ 16”    
7    
(FRA) MATHIEU SERRADORI
(BEL) FABIAN LURQUIN
SRT RACING + 00H 51′ 58”    
8    
(ARE) SHEIKH KHALID AL QASSIMI
(FRA) XAVIER PANSERI
ABU DHABI RACING + 00H 59′ 19”    
9    
(CZE) MARTIN PROKOP
(CZE) VIKTOR CHYTKA
BENZINA ORLEN TEAM + 01H 08′ 51”    
10    
(ESP) NANI ROMA
(FRA) ALEXANDRE WINOCQ
BAHRAIN RAID XTREME + 01H 17′ 50”  

Leggi altri articoli in Dakar

Commenti chiusi

Articoli correlati