Team Clienti Hyundai: il bilancio delle i30 N TCR e i20 R5 nella prima metà di stagione

I risultati degli ultimi mesi per le Hyundai i30 N TCR e i20 R5

Hyundai Team Clienti Dalle piste del TCR ai rally nazionali, Hyundai prosegue la sua partnership con i team clienti affidando loro le i30 N TCR e i20 R5. Che bilancio si può trarre da queste collaborazioni? Facciamo un rapido excursus
Team Clienti Hyundai: il bilancio delle i30 N TCR e i20 R5 nella prima metà di stagione

Tracciamo un primo bilancio della stagione 2018, ormai arrivata al giro di boa in molte serie, vissuta dai team clienti di Hyundai, concentrandoci negli ultimi due mesi dove le soddisfazioni non sono mancate, in particolare per quanto riguarda le prestazioni delle i30 N TCR e delle i20 R5. In questa rassegna parleremo della Race of Portugal nel WTCR disputatasi a Vila Real, delle varie serie TCR di scena in Europa, il Pirelli World Challenge in Nordamerica e alcuni campionati rally nazionali che hanno avuto luogo nel weekend.

Team clienti Hyundai: i successi alla Race of Portugal con il ritorno sul podio delle i30

Partiamo dal WTCR, in cui partecipano due team clienti che utilizzano in pista le Hyundai i30 N TCR, ovvero MRacing e BRC Racing Team. Alla Race of Portugal, quinto appuntamento del calendario 2018, le quattro vetture della casa coreana hanno dimostrato di avere un buon passo già nella sessione di prove libere e nelle qualifiche, agguantando tutte e quattro la top ten della griglia dove figurava Norbert Michelisz al terzo posto prima di Gara 1. Il megaincidente all’inizio della prima manche però ha però messo in croce il pilota di BRC Racing Team e il collega di MRacing Thed Bjork: i due non si sono presentati alla ripartenza giacché i meccanici dovevano ripristinare le loro i30.
Nella Gara 1, dominata da Yvan Muller di MRacing, Gabriele Tarquini (BRC) ha concluso quarto, mancando l’appuntamento con il podio per via di una improvvida foratura all’ultimo giro. In Gara 2 il francese si ripete conquistando il secondo posto dietro il giovane Mat’o Homola, mentre il compagno di squadra Thed Bjork e i due piloti BRC strappano i tre migliori tempi sul giro nella sessione, ottenendo dei punti extra.
In Gara 3 Bjork torna quest’anno alla vittoria dopo la Gara 3 della Race of Germany, sfruttando anche il maniera accorta l’opportunità fornita dal joker lap e non perdendo il vantaggio neppure dopo le frequenti interruzioni con l’ingresso in pista della safety car. Salgono sul podio anche Gabriele Tarquini e Norbert Michelisz, coronando così un weekend da ricordare per le Hyundai e i suoi team clienti nel WTCR. Per tutti i dettagli del weekend della Race of Portugal vi rimandiamo ai nostri approfondimenti qui (per Gara 1) e qui (per Gara 2 e 3).

TCR Europe: cinque Hyundai i30 N TCR vanno a punti a Spa-Francorchamps

Facciamo un passo indietro e andiamo al TCR Europe disputatosi nel weekend tra l’8 e il 10 giugno, nel circuito di Spa-Francorchamps dove erano schierate sei i30 N TCR per diversi team clienti. La migliore Hyundai in griglia è stata quella guidata da Dušan Borković per il team Target Competition, incapace però di tenere il ritmo dei migliori, perdendo più di dieci secondi dal diretto avversario e finendo quarto in Gara 1 e settimo in Gara 2. In quest’ultima manche gli altro piloti del team Target Kris Richard e Reese Barr partivano dalla prima fila per effetto delle griglia invertita: se quest’ultimo non ha potuto resistere agli inseguitori finendo ottavo, Richard si è tenuto alla larga dalla bagarre che si consumava dietro di sé. Tuttavia, il suo primo posto finale si è trasformato in un secondo per effetto della penalizzazione inflittagli dai commissari di gara, che gli hanno affibbiato un secondo in più per via della manovra dello svizzero che ha mandato l’avversario Julien Brinché fuori pista dopo un sorpasso. In ogni caso questo podio per Richard rappresenta il miglior risultato stagionale dopo il sesto in Gara 1. Borković invece, come abbiamo accennato, conclude settimo ma resta secondo nella classifica generale dei piloti, mentre sesto si classifica Daniel Nagy del team cliente M1RA, decimo il compagno di squadra Francisco Mora e ottavo Barr. Qui i dettagli del round di Spa-Francorchamps.

Altri campionati TCR con protagoniste le Hyundai i30 N TCR

Il giovanissimo Lewis Kent sale sul suo primo podio di stagione al TCR UK in occasione della prova di Brands Hatch, tenutasi lo scorso 2 e 3 giugno. Sul circuito di 1,9 km stile Indy il diciottenne trascina la sua i30 N TCR al terzo posto sin dalle prime combattute fasi di gara, per poi difendere la posizione con sangue freddo nonostante la sua poca esperienza.
Nella classe TCR del Pirelli World Challenge, la serie nordamericana riservata a sei categorie motoristiche, i due piloti su i30 N TCR Mark Wilkins e Michael Lewis hanno combattuto nella strettissima lotta a tre per le migliori posizioni. I due del team Bryan Herta Autosport, supportato da Hyundai America, concludono al secondo (Wilkins) e terzo posto (Lewis) nella Gara 1 tenutasi al circuito di Lime Rock Park lo scorso fine maggio. La competizione tra l’altro è stata influenzata da alcuni regimi di safety car, l’ultimo dei quali ha ridotto la gara da 40 minuti in uno sprint di un solo giro.
Infine il TCR Italy, il cui ultimo appuntamento è stato al circuito di Misano il 16 e 17 giugno, dove il miglior risultato per una Hyundai i30 N TCR è stato il ben difeso quarto posto di Eric Scalvini in Gara 1. La situazione è andata invece un po’ a rotoli nella successiva manche, dove il pilota in forze al BRC Racing Team è scivolato sino al quattordicesimo posto per poi concludere rimontando sino al decimo, dietro ad un altro pilota su i30 N TCR, ovvero Nicola Baldan per la squadra Pit Lane Competizioni. Il compagno di team di Scalvini, Federico Paolino, ha chiuso invece al dodicesimo posto. Qui tutti i dettagli della prova di Imola del TCR Italy.

Le Hyundai i20 R5 per i team clienti nei Rally: gioia ed apprensione al Rali Vidreiro in Portogallo

Passiamo ora ai rally dove sono protagoniste le Hyundai i20 R5: partiamo dal Campionato Nazionale Portoghese, precisamente nella tappa del Rali Vidreiro – Centro de Portugal andata in scena nel primo weekend di giugno e dominata dall’equipaggio formato da Armindo Araújo e Luis Ramalho, supportati da Hyundai Portugal. Dopo aver vinto sette speciali, i due ribadiscono la propria leadership in classifica quando ormai la stagione è al suo giro di boa. Nella top ten finale anche Manuel Castro, ottavo, per il team Racing 4 You.
La festa per gli equipaggi Hyundai è stata rovinata però dall’incidente molto serio avvenuto a Carlos Vieira e Jorge Eduardo Carvalho, vittime di uno scontro ad alta velocità nella prima speciale. In particolare il pilota è stato condotto in ospedale per l’entità delle sue ferite. Attualmente, stando ai comunicati rilasciati dal Team Hyundai Portugal, Vieira resta ricoverato presso il Centro Hospitalar e Universitário de Coimbra, ma le sue condizioni di salute pare siano in miglioramento.

Il Rally Italia Sardegna per le i20 R5: successo per Ciamin del team Sarrazin Motorsport

Hyundai ha fatto la voce grossa al recente Rally Italia Sardegna. Se le vetture WRC hanno vinto il settimo round del Mondiale con Thierry Neuville e Nicolas Gilsoul, nel WRC2 le i20 R5 si sono difese con il team BRC Racing Team, che con Pierre-Louis Loubet e Vincent Landais hanno segnato il miglior tempo nelle prime fasi di gara, in particolare nella speciale che ha aperto il programma del venerdì. Ma ad ottenere il miglior risultato è stato il duo per il team Sarrazin Motorsport Nicolas Ciamin e Thibault de la Haye, che riescono a chiudere un impegnativo Rally Italia su sterrato al terzo posto, primo podio nel WRC2 per un team cliente Hyundai.

Altri Rally nazionali: doppietta Hyundai al Campionato Francese Asfalto

Andiamo ora al Rallye Vosges – Grand Est, prova del Campionato Nazionale Francese Asfalto disputatasi il 9 e 10 giugno e dove erano schierate quattro i20 R5. Ad avere la meglio i piloti Bryan Bouffier e Quentin Giordano, nei primi posti finali. Per Bouffier (Onyx Racing by Enjolras) si tratta della seconda vittoria stagionale, mentre Giordano (Sarrazin Motorsport) e al miglior risultato in questo 2018. Jordan Barfa del team Turbo ABP Competition invece è salito al nono dopo una seconda giornata disputata al meglio.
Settimane molto impegnative sul fronte ungherese, con due eventi nazionali che hanno visto protagonisti due team clienti Hyundai, ovvero LPWM Sport e Korda Racing. Il primo si è tenuto dal 25 al 27 maggio, ovvero lo Szombathely Rallye, dove ha debuttato su i20 R5 Frigyes Turán dopo aver guidato un modello diverso di vettura R5 nei primi appuntamenti del 2018. Nonostante la poca esperienza con l’auto Turán (guidato nelle note da László Bagaméri) è andato subito a segno vincendo la prima speciale e concludendo con la vittoria finale che segna il primo trionfo nella generale per una i20 R5 nel Campionato ungherese. Ci sarebbe stato il bis anche al successivo Székesfehérvár Rallye (15-17 giugno), ma soltanto una foratura ha impedito all’equipaggio una nuova vittoria. Turán comunque termina sul podio, al terzo posto. Al secondo la i20 R5 del Korda Racing guidata da Ádám Velenczei e Csaba Szedő, al miglior risultato personale in campionato, e che invece hanno terminato settimi nel precedente appuntamento dello Szombathely Rallye.
In Spagna, al Rally de Ourense (quinta tappa del campionato nazionale) Iván Ares e José Pintor concludono con il quarto podio stagionale del torneo su asfalto iberico. Le loro prestazioni su i20 R5 sono state di assoluto rilievo, rendendosi gli avversari da battere per tutta la prova e vincendo la maggior parte delle speciali. Anche loro però sono stati penalizzati da una foratura alla terzultima PS, che ha fatto perdere all’equipaggio quasi due minuti. Per quanto riguarda gli altri piloti sulle Hyundai, José Antonio Suárez ha dominato lo shakedown e Surhayen Pernía era in lizza per il podio, ma entrambi sono usciti fuori dai giochi per alcuni errori commessi in gara.
Restiamo sui Paesi che si affacciano sul Mediterraneo e spostiamoci in Italia, dove ci concentriamo sui risultati del team clienti Friulmotor, che si è ben distinto grazie alle performance su i20 R5 di Brunero Guarducci, che ha centrato la top ten finale al Rally di Reggello del 9 e 10 giugno. Ma il team di Claudio de Cecco è impegnato anche nel Campionato Sloveno, dove nel Rally Velenje di fine maggio ha ottenuto ottimi piazzamenti in molte speciali.
In Belgio, all’Ypres Rally del 21-23 giugno l’irlandese Keith Cronin si è trovato ad un passo dall’ottenere la vittoria finale, svanita per una foratura: tuttavia nonostante la scarsa esperienza sull’asfalto ha dato prova di reggere bene la competizione con gli altri piloti locali, primo tra tutti un certo Thierry Neuville. Alla fine Cronin e il navigatore Mikie Galvin hanno chiuso al decimo posto, terzi tra coloro che si erano registrati per il campionato britannico. Al Donegal International Rally, invece Eugene Donnelly termina quinto nella classe R5.
Infine in Libano Eddy Abou-Karam persevera nella sua ottima stagione e si issa al terzo posto del Jezzine Rally del 26-25 maggio.

Andrea Adamo, Hyundai Motorsport Customer Racing Deputy General Manager, nel tracciare un bilancio di queste esperienze delle vetture nei team clienti non può non ritenersi soddisfatto: «I recenti appuntamenti nei campionati TCR intorno al mondo hanno dimostrato di cosa possono essere capaci le i30 N TCR. Tornare al podio nel WTCR, in particolare, è stato importante, ma ancora meglio sono le performance dei nostri team clienti nel TCR Europe, UK e USA. Le Hyundai i20 R5 che noi affidiamo alle squadre, inoltre, sono anch’esse protagoniste di ottime prestazioni, ed è perciò nostra responsabilità quella di supportare al meglio i team e far sì che possano esserci le condizioni ottimali per mantenere il ritmo vincente nella seconda metà della stagione».

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati