WRC2 | Nikolay Gryazin domina in Repubblica Ceca: test positivo al Kowax Valasska Rally in vista della Croazia

Successo per il pilota Movisport

Prestazione dominante per Nikolay Gryazin in Repubblica Ceca, che vince nel primo appuntamento del campionato nazionale da lui sfruttato come test in vista del Rally Croazia
WRC2 | Nikolay Gryazin domina in Repubblica Ceca: test positivo al Kowax Valasska Rally in vista della Croazia

Il Rally di Croazia si avvicina e di conseguenza i team, non solo quelli ufficiali, sono impegnati in gare test su asfalto per prepararsi al terzo appuntamento del WRC. È il caso anche dell’italiana Movisport, che schiera tra gli altri Nikolay Gryazin nel WRC2 2021, e che rivedremo in gara il prossimo 22-25 aprile al Rally di Croazia.

Dominio di Gryazin in Repubblica Ceca

Motivo per cui il giovane russo nell’ultimo fine settimana di marzo ha disputato assieme a Konstantin Alexandrov il Kowax Valašská Rally ValMez 2021, valido come primo appuntamento del Campionato Ceco Rally. 10 prove speciali per 63,64 km cronometrati su asfalto, occasione importante per fare il callo con il fondo cemento sulla Volskwagen Polo GTi R5 che vede protagonista l’equipaggio russo in questa stagione. Gryazin ha letteralmente dominato la gara, rimanendo saldo in testa alla classifica dall’inizio alla fine e portandosi a casa otto scratch su dieci: la Croazia sarà un altro paio di maniche, con gli organizzatori che tra l’altro prefigurano ben sei tipi di asfalti diversi ad attendere gli equipaggi mondiali, ma intanto questo test in Repubblica Ceca ha dato degli ottimi spunti al nostro Gryazin, che è reduce dal terzo posto nel WRC2 allo scorso Arctic Rally Finland. Rispetto poi ad altri avversari, il pilota vanta una esperienza più recente sulle strade in cemento, ovvero il Rallye Recalvi Mariña Lucense nel quale concluse lo scorso dicembre la propria stagione, e che tra l’altro vinse sempre a bordo della Polo R5.

Kopecky e Mares sul podio

Per la cronaca, tornando al Kowax Valašská Rally ValMez, Gryazin ha battuto una signora concorrenza visto che al secondo posto a 46,4 secondi di ritardo si è piazzato l’idolo di casa Jan Kopecký, vincitore delle altre due prove speciali rimaste ma su cui è pesata anche una penalità di 10 secondi alla fine del primo giro per essere arrivato in ritardo al controllo orario. Terzo posto a 50 secondi di gap per il già campione ERC1 Junior 2019 Filip Mares, che come il secondo classificato ha corso a bordo della Skoda Fabia Rally2 Evo. Dando poi uno sguardo alla top ten finale, citiamo il quinto posto di Erik Cais su Ford Fiesta Rally2 e l’ottavo del principe Albert von Thurn und Taxis, su Fabia Rally2, tra gli unici tre piloti non cechi nelle prime dieci posizioni della gara.

 

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati