Lamborghini Super Trofeo | Curiosità dal monomarca: ecco 5 cose che non sapevi

Scopriamole assieme

Il Lamborghini Super Trofeo ha 5 curiosità da raccontare: andiamo a vedere nel dettaglio cosa sono esattamente.
Lamborghini Super Trofeo | Curiosità dal monomarca: ecco 5 cose che non sapevi

Attivo dal 2009 il Lamborghini Supero Trofeo è il principale monomarca della Casa di Sant’Agata Bolognese e uno dei più prestigiosi in giro per il mondo. Con gli anni, tanti aneddoti curiosi sono stati raccolti: ecco i cinque migliori che non sapevi e cyhe rappresentano al meglio il mondo Lamborghini.

In breve, cos’è il Lamborghini Super Trofeo?

Il Lamborghini Super Trofeo è un punto di riferimento nel panorama globale dei campionati monomarca, declinato in tre diverse serie continentali, Nord America, Asia e Europe, che ogni anno, a fine stagione, si sfidano nella Lamborghini World Final. Sei i round in calendario per ogni serie, ciascuno articolato su prove libere, qualifiche e due gare da 50 minuti ciascuna; quattro le categorie di piloti in gara: Pro, Pro-Am, Am e Lamborghini Cup. Protagonista dal 2018 è la Lamborghini Huracán Super Trofeo Evo, vettura da corsa con motore V10 da 620 cv, costruita nella stessa linea di produzione delle supersportive nella factory di Sant’Agata Bolognese. Ogni vettura che corre nel Super Trofeo viene gestita da Team privati supportati in pista dai tecnici ufficiali di Lamborghini Squadra Corse. Dal 2009 ad oggi il Super Trofeo ha dato vita a gare appassionanti e ricche di personaggi famosi, retroscena e curiosità. Eccone 5 che ancora non sapevi.

VIP sulla griglia

Tanti i volti noti che hanno gareggiato nel Lamborghini Super Trofeo. Uno di questi è il nove volte campione mondiale di motocross Tony Cairoli, che ha preso parte alla World Final 2019 di Jerez de la Frontera, in coppia col cinque volte vincitore della 24 Ore di Le Mans Emanuele Pirro. In quello stesso anno, a mettersi in luce nella serie nordamericana è stata la stella del supercross Chad Reed. Andrea Dovizioso, ex pilota della MotoGP con Ducati, nel 2016 protagonista nella gara di Valencia ha ottenuto due vittorie di classe, laureandosi vicecampione del mondo Pro-Am. Tredici i piloti provenienti dalla Formula 1, tra cui gli italiani Ivan Capelli, Nicola Larini, Andrea Montermini, il britannico Martin Brundle ed il venezuelano Johnny Alberto Cecotto, padre del giovane Jonathan, Lamborghini Young Driver, quest’anno impegnato nella serie europea.

Format che vince non si cambia

Ogni weekend del Lamborghini Super Trofeo si articola su 260 minuti di pista, suddivisi in due turni di libere, due sessioni di qualifica e due gare da 50 minuti ciascuna. Un format che consente ai piloti più giovani di acquisire esperienza e ai gentlemen di pilotare a lungo con l’opzione di poter dividere il sedile con un compagno di squadra. Dal 2009 ad oggi, considerando anche le due gare di Monza del 17 e 18 aprile, il tempo di gara complessivo è stato di 309 ore, 40 minuti e 53 secondi.

Largo alle nuove generazioni

Nel 2020 sono stati ben 31 piloti i piloti esordienti nel Lamborghini Super Trofeo Europa, 14 nella serie nordamericana. Ben 10 i piloti under 21 in griglia di partenza a Monza per il primo appuntamento del 2021: quasi un terzo dello schieramento. L’obiettivo comune essere selezionati per partecipare al Lamborghini Young Driver Program e intraprendere una carriera da pilota professionista, seguendo le orme di Giacomo Altoè. Nel 2018, a soli 17 anni, Altoè ha vinto il Super Trofeo Europa e la World Final di Vallelunga, conquistando anche il titolo del Campionato Italiano Gran Turismo al volante di una Huracán GT3. Un percorso che in un paio di stagioni lo ha portato a diventare pilota ufficiale Lamborghini e a correre nei più prestigiosi campionati GT al mondo.

Verso quota 1000

In 13 edizioni il Lamborghini Super Trofeo ha visto al via 955 piloti di 66 diverse nazionalità, 525 quelli che hanno preso parte alla serie europea. Al via anche 18 donne pilota, incluse l’inglese Pippa Mann, che nella sua carriera vanta ben sette partecipazioni alla Indy 500, e la sua connazionale Katherine Legge, che vanta nove 24 Ore di Daytona disputate.

Tutte le piste del mondo

Dalla sua prima edizione il Lamborghini Super Trofeo è approdato su 47 piste: 18 in Europa, 13 in Asia, 14 nel Nord America e due in Medio Oriente. Idealmente un unico nastro di asfalto di 216 km, che si snoda tra i circuiti più iconici dell’automobilismo, come Spa-Francorchamps, che si estende per oltre 7000 metri nella foresta delle Ardenne belghe. Oppure Monza, il tempio della velocità per antonomasia, Imola, Le Castellet e Nürburgring, tutti storici circuiti di Formula 1, per proseguire con Watkins Glen e Laguna Seca negli Stati Uniti, Suzuka in Giappone e Shanghai in Cina.

“Focu5on – 5 things you don’t know about…”

Automobili Lamborghini lancia il nuovo format mensile “Focu5on – 5 things you don’t know about…”: un modo di raccontarsi attraverso aneddoti e curiosità mai condivisi prima, nell’intento di coinvolgere e raccontare i dietro le quinte di prodotti e progetti e condividere gli elementi più insoliti e meno noti di un’azienda, che è molto più di una realtà automobilistica di eccellenza mondiale.

Copyright foto: Lamborghini

Leggi altri articoli in Monomarca

Commenti chiusi

Articoli correlati