WRC | Rally Italia Sardegna 2021, si torna ad Olbia

Alghero cede il testimone ad Olbia

L'edizione 2021 del Rally Italia Sardegna vedrà il ritorno di Olbia come base, in passato fulcro dell'evento sino al 2014. Ad Alghero verrà riservato comunque un cameo nel programma
WRC | Rally Italia Sardegna 2021, si torna ad Olbia

Dopo l’edizione straordinaria autunnale per via degli stravolgimenti del calendario 2020 causati dalla pandemia, il Rally Italia Sardegna quest’anno tornerà nel suo abituale periodo pressoché estivo e nel suo ormai tradizionale slot di giugno (anche se lo slittamento effettuato nella precedente stagione è stato a parere di chi scrive un esperimento riuscito, senza stravolgere l’essenza della gara ma guadagnandone in fascino). Ma non si tratta dell’unica restaurazione per la tappa del WRC organizzata da ACI Sport: l’edizione 2021 infatti riporterà il RIS ad Olbia, sua vecchia sede da quando l’appuntamento italiano del Mondiale Rally si svolge in Sardegna.

Il ritorno di Olbia come base del Rally Italia Sardegna

Era il 2004, e il Rally Italia da Sanremo fece le valige per l’isola, piantando precisamente le tende ad Olbia; poi nel 2014 lo spostamento ad Alghero, con una rievocazione en passant della vecchia sede gallurese nel 2017, ed un ruolo più incisivo di Olbia nel programma inizialmente previsto per il 2020, prima che la pandemia stravolgesse tutto e concentrasse la gara nella cittadina catalana sulla costa ovest, oltre allo slittamento autunnale. Ora per il 2021 i propositi di sdoppiamento vengono recuperati per essere finalmente attuati: ma in questo caso Olbia dovrebbe “riprendersi” tout court il rally.

I primi dettagli del Rally Italia Sardegna 2021

Da quanto trapela infatti ci saranno una serie di novità in una edizione numero 18 che vedrà Alghero con un ruolo più defilato e un percorso modificato in alcuni punti. La Riviera del Corallo ospiterà sì la cerimonia di partenza di giovedì 3 giugno, ma non il parco assistenza che invece tornerà ad Olbia, per la precisione al Molo Brin. Non ci sarà quindi neppure lo shakedown di Olmedo, visto negli ultimi anni e a pochi chilometri dalla città di Alghero, sostituito invece da una nuova prova nella zona di Loiri – Porto San Paolo, in Gallura. Se alcune prove speciali classiche del Rally Italia Sardegna dovrebbero comunque restare (difficile immaginare una edizione senza Monte Lerno e l’iconico Micky’s Jump, per fare un esempio, così come le immancabile Coiluna o Tula), nella giornata finale di domenica 6 giugno salterebbero invece le PS nel sassarese, come la panoramica Sassari – Argentiera, non troppo distante da Alghero. Al suo posto, potrebbe esserci l’inedita prova (per il WRC) di Aglientu – Rena Majora, ovviamente nell’olbiese. Le PS dovrebbero essere in tutto 20, per 305 km cronometrati.

In pratica, la base del RIS torna ad essere, almeno per il 2021, Olbia, nell’ambito di una turnazione prevista da ACI Sport e dalla Regione per questo evento, che in base agli accordi stipulati con il WRC Promoter resterà in Sardegna sino alla stagione 2022, in cui dovrebbe ripresentarsi Alghero come base. Ricordiamo che quest’anno il RIS ospiterà anche, nella sua prima tappa, un round del Campionato Italiano Rally Terra.

 

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati