WRC | Ogier ritiene che Rovanpera possa essere uno dei favoriti per il titolo 2021

Ogier lancia il compagno di squadra nella corsa al titolo

Sébastien Ogier è sicuramente uno dei favoriti al titolo WRC 2021 assieme ad Evans, Tanak e Neuville. Ma secondo il campione francese anche Kalle Rovanpera potrebbe avere le sue chance
WRC | Ogier ritiene che Rovanpera possa essere uno dei favoriti per il titolo 2021

Poche ore al via del Rallye di Monte Carlo, atto primo del WRC 2021 che sino all’ultimo sembrava sul procinto di finire a carte e quarantotto a causa della pandemia. Così non sarà, e dopo poco più di un mese il campionato mondiale riparte lì dove era terminato lo scorso dicembre a Monza, con il settimo trionfo di Sébastien Ogier, chiamato quest’ultimo a ricoprire il ruolo di defender e consacrarsi con un ottavo titolo in quella che sarà la sua ultima stagione nel Mondiale.

I favoriti del Mondiale Rally

Pur essendoci solo tre team ufficiali a contendersi la posta più alta del WRC, lo scorso anno è stato aggiunto un po’ di pepe e di incertezza in più nel campionato con l’ascesa irresistibile di Elfyn Evans, compagno di squadra di Ogier che nel trasferimento in Toyota Gazoo Racing è fiorito come un gelsomino d’inverno, arrivando a lottare per il trionfo finale sino all’ultimo metro e classificandosi alla fine come vicecampione. In casa Toyota poi non bisogna sottovalutare il giovinetto Kalle Rovanpera, che affronterà il suo secondo anno su una World Rally Car Plus dopo un 2020 piuttosto buono, dando prova di margini di crescita e soprattutto di non essere un fuoco di paglia delle categorie inferiori al WRC. A proposito di crescita, sul fronte opposto in casa Hyundai Motorsport non dobbiamo dimenticarci del campione 2019 Ott Tanak, che dopo una stagione di ambientamento nel nuovo team e con la i20 Coupé WRC sembra pronto per tornare competitivo per il titolo, anche grazie ad una vettura che è cresciuta nel corso dell’anno in termini di prestazioni. Poi c’è sempre la voglia di rivalsa di Thierry Neuville, eterno secondo che se troverà la continuità – anche se parte subito con il piede sbagliato, dopo la defenestrazione del suo storico copilota – potrà anch’egli dire la sua. Ci sarebbero infine anche gli M-Sport, ma non ce ne vogliano: con tutta la stima e l’affetto, dubitiamo che Gus Greensmith possa essere un potenziale campione nel 2021. 

Ogier: “Mi aspetto lo stesso livello di concorrenza nel 2021”

Tutto questo per dire: Ogier guardati le spalle, perché nel 2020, con una stagione brevissima, l’hai tutto sommato sfangata (non ci dimentichiamo il suicidio sportivo di Tanak nelle penultime gare del WRC, e di Neuville ed Evans nel round finale dell’ACI Rally Monza). «L’anno scorso la lotta è stata molto incerta e mi aspetto [nel 2021] lo stesso livello di concorrenza, questo è certo. Ott ed Elfyn sono un po’ come me, sono più preparati con la vettura, quindi questo dovrebbe aiutarli a migliorarsi ulteriormente in questa stagione», riconosce il 37enne francese ai microfoni di AutoSport.

“Anche Rovanperà può essere un favorito”

Secondo Ogier i potenziali contendenti per il titolo restano anche in questa stagione lui, Evans, Tanak e Neuville, ma non esclude nuovi innesti. «Perché non Kalle dopo quello che ha fatto nella sua prima stagione?», avanza l’ipotesi. «È sicuramente possibile che si unirà a noi nella lotta». Ma una cosa è certa: il sette volte campione del mondo ha intenzione di concludere la sua carriera con l’ottava meraviglia, dopo aver deciso di allungare per un altro anno il contratto con Toyota. «Sono contento di essere qui. È stata una mia decisione, sono molto felice e voglio godermi la mia ultima stagione. […] Voglio sempre dare il massimo e giacché affronto questo campionato, allora voglio vincerlo ancora una volta», ha assicurato Ogier.

Crediti Immagine di Copertina: Toyota Gazoo Racing

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati