WRC | La Citroen C3 WRC potrebbe ritornare nel Mondiale con il team Sainteloc

Se tutto va bene, nel 2021

Nella prossima stagione potrebbe esserci il ritorno della Citroen C3 WRC, schierata però da un team privato, Sainteloc, al lavoro per ottenere l'omologazione della vettura aggiornata
WRC | La Citroen C3 WRC potrebbe ritornare nel Mondiale con il team Sainteloc

Dopo la fine del programma di Citroen nel Mondiale Rally alla fine della scorsa stagione, la C3 WRC è tornata in auge quest’anno, un po’ a sorpresa, grazie a Pirelli e ai suoi programmi per i test in vista del 2021, stagione a partire dalla quale la multinazionale lombarda fornirà i propri pneumatici in via ufficiale al campionato. La vettura è stata preparata per l’occasione dal team francese Saintéloc, che la potrebbe schierare anche il prossimo anno, ma questa volta in gara.

La Citroen C3 WRC in versione aggiornata dal 2021?

Quindi non parliamo di un impegno diretto di Citroen a livello ufficiale come è avvenuto sino al 2019, e i cui tempi per un ritorno ancora non sono maturi, ma attraverso un cliente privato con una C3 WRC aggiornata con le famose modifiche aerodinamiche che si sarebbero dovuto vedere quest’anno, se la casa francese avesse proseguito nel WRC, e che avevano soddisfatto l’allora team principal Pierre Budar, il quale all’indomani dell’addio di Citroen al WRC non escluse l’ipotesi di un ritorno della versione World Rally Car nel campionato, ma con un team privato. Inoltre, riporta DirtFish, potremmo vedere nel 2021 una C3 WRC con un motore altrettanto aggiornato. 

Sainteloc al lavoro per un programma 2021

Tutto comunque dipende dall’omologazione da parte della FIA, per la quale si sta adoperando Saintéloc in modo da poter correre nella prossima stagione. «Da parte nostra, tutto potrebbe essere pronto per correre il prossimo anno con il nuovo kit aerodinamico, se riusciremo a costruire un buon programma con buoni piloti», ha spiegato su DirtFish il Rally Manager del team Vincent Ducher.  «Il processo di omologazione è stato avviato da Citroën lo scorso anno e poi interrotto. Ci sono ancora i documenti di omologazione, che devono essere riattivati ​», ha poi rivelato.

Quindi, la C3 WRC può potenzialmente tornare in pista, o meglio su strada. Con chi ancora non si sa, anche se un presunto candidato c’é: parliamo di Andreas Mikkelsen, tester con la vettura per Pirelli e quindi già acclimatato con la C3 WRC sia su sterrato che su asfalto, nonché desideroso di tornare nel campionato, anche dalle categorie di supporto in vista di una sospirata rentrée nel Mondiale maggiore a partire dal 2022. Il norvegese spera di presentarsi con l’auto aggiornata già all’ACI Rally Monza, ultimo round del Mondiale e di casa per Pirelli, ma tutto dipende dai tempi di omologazione, ovvero se verrà fatta in tempo per l’evento brianzolo: ma molto più realisticamente se ne dovrebbe riparlare per il 2021.

Crediti Immagine di Copertina: Citroen

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati