WRC | Rally Italia Sardegna 2020, primi dettagli sul nuovo percorso

Percorso rivisto per il Rally Italia

Dopo la conferma della nuova data, il Rally Italia Sardegna 2020 inizia a svelare qualche dettaglio sul percorso rivisitato
WRC | Rally Italia Sardegna 2020, primi dettagli sul nuovo percorso

Dunque, è confermato: il Rally Italia Sardegna 2020 si sposta alla data dell’8-11 ottobre a seguito della cancellazione del round in Germania (che forse tornerà nel 2022), e per evitare accavallamenti con il GP di Imola di F1. Le novità più eclatanti di una edizione che ha subito due spostamenti nel calendario del WRC di quest’anno rispetto alla data originaria di giugno si fermerebbero qui, visto che il programma ed il percorso hanno sì subito qualche modifica, ma nessuna rivoluzione.

Rally Italia Sardegna 2020: le incognite del periodo autunnale

Nella presentazione del “nuovo” Rally Italia Sardegna versione autunnale (non si correva in questo periodo dal 2012) è stato svelato a spanne un percorso limato rispetto alla versione originale, ma che presenta comunque 19 prove speciali in tutto sparse per tre giornate. Salta però la doppia sede di competizione tra Olbia ed Alghero (che però sarà il fulcro dell’evento, ospitando la direzione gara, parco assistenza e riordini), inizialmente reintrodotta in questa stagione. Quindi il RIS perde per strada solo una PS rispetto al programma originario, mentre se prima comunque i chilometri totali cronometrati erano 308,57 km, ad ottobre si scenderà invece a 264 km. Bisognerà inoltre fare i conti con le ore di luce, una in meno al mattino e quattro che mancheranno la sera rispetto al periodo di giugno: e qui c’è stata una piccola punzecchiatura da parte dell’organizzazione del rally, perché se nei trasferimenti si andasse ad 80 km/h e non 50, come invece previsto in Italia rispetto ad altri Paesi, si potrebbero far disputare più prove speciali durante il giorno, sostengono dal rally. In una situazione del genere, invece, gli organizzatori sono costretti a fare i salti mortali per imbastire un programma di gara quanto più possibile fruibile dal pubblico, e che provi ad evitare che i piloti corrano su sterrato al buio, che non e proprio l’ideale. Per quanto riguarda il clima, vi possiamo confermare invece che in questa zona della Sardegna ad ottobre è tutto fuorché rigido. 

Rally Italia Sardegna 2020: il nuovo percorso

Sul fronte del percorso, forse il cambiamento più drastico è stata la scelta di eliminare Olbia, già sede del RIS prima del 2014 ed in coabitazione con Alghero nell’edizione 2017. La PS1 di Olbia – Cabu Abbas, che toccava anche il lungomare della cittadina gallurese, salta perché prevista alle 18, e quindi poco fattibile in periodo autunnale visto che farà buio presto. Viene però introdotta una nuova prova speciale, la Tempio, mentre le altre sono state confermate: rivedremo i classici come il Monte Lerno, la Tula, la Castelsardo, la Coiluna, la Osilo-Tergu (con un tracciato da percorrere però all’inverso), Monte Baranta, Cala Flumini e la Sassari-Argentiera valida come Power Stage. Si comincia giovedì nel pomeriggio con il tradizionale shakedown di Olmedo, poi venerdì prima tappa con circa 100 km di gara da affrontare, seguiti sabato da altri 100 km e domenica dagli ultimi 60. Non abbiamo ancora i dettagli dei chilometraggi e del programma, oltre a mancare ancora la Rally Guide aggiornata, ma sarà una questione di giorni prima che venga diramato ogni particolare del Rally Italia Sardegna 2020, che gli organizzatori sperano non sia a porte chiuse. Anche per questo aspetto bisogna attendere per avere conferme o meno.

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati