WRC | Rally Catalunya, ennesimo primato in uno shakedown per Meeke. I big si nascondono

I piazzamenti dello shakedown

Lo shakedown del Rally Catalunya è dominato da Kris Meeke, inseguito da Dani Sordo. La top ten e gli aggiornamenti dal penultimo round del WRC
WRC | Rally Catalunya, ennesimo primato in uno shakedown per Meeke. I big si nascondono

Ancora lui, ancora Kris Meeke: il britannico di Toyota Gazoo Racing si conferma lo specialista degli shakedown vincendo il sesto in questa stagione al RACC – Rally di Catalunya, penultimo round del WRC.

Secondo miglior tempo nello shakedown per Sordo, Latvala prova a reagire

Bastano i tre giri da 2 km ciascuno su fondo misto (prima un fangoso sterrato, poi asfalto reso asciutto dall’organizzazione dopo le piogge torrenziali cadute in questi giorni nella zona di Salou, come hanno documentato via social anche alcuni piloti) per assicurare a Meeke il miglior tempo pari a 1:31.6, ottenuto nel giro finale. Il britannico è seguito a soli tre decimi di secondo dal pilota di casa Dani Sordo, che fa volare la sua Hyundai i20 Coupé WRC al secondo posto e, fresco di rinnovo con il team, rilancia le sue ambizioni per il weekend.

Ambizioni che potrebbero spingere Jari-Matti Latvala, terzo con un ritardo di sette decimi dal compagno di squadra Meeke, a cercare un ottimo risultato al Rally di Catalunya per riuscire così a guadagnare credito in Toyota: il finlandese infatti pare ai margini dei progetti futuri della squadra, salvo decisioni del team principal Tommi Mäkinen che dovrà anzitutto convincere il proprio asso, Ott Tanak, a rinnovare il contratto (da lì poi potranno sbloccarsi alcuni movimenti che riguardano il mercato degli altri piloti). Perciò Latvala, reduce da un periodo non proprio entusiasmante anche a livello personale (recentemente ha dovuto annullare le nozze con le stella finlandese dei reality show Maisa Torpa, un rapporto finito sotto degli invasivi riflettori), dovrà giocarsi con molta cura e determinazione le sue carte in questi ultimi due appuntamenti del WRC 2019 per dimostrare di che caratura è (ancora) fatto e lanciare un chiaro messaggio ai team del Mondiale, non solo Toyota.

Gli altri piazzamenti dello shakedown

Tornando allo shakedown, al quarto posto troviamo Teemu Suninen, a sei decimi da Latvala. Dopo il pilota di M-Sport Ford si piazza un sorprendente Takamoto Katsuta, pilota in orbita Toyota alla sua seconda uscita stagionale con la Yaris WRC dopo aver corso con discreti risultati al Rally di Germania. Per il giapponese il miglior tempo è arrivato al quarto giro. Sesto posto per Ott Tanak, apparso sottotono ma sicuramente per tenere celate le proprie carte, visto che punta ad ottenere già nel weekend il titolo piloti e non avrebbe perciò senso sprecare energie inutili nello shakedown. Settimo il nove volte vincitore del Rally di Catalunya Sébastien Loeb, unico pilota nella top ten assieme a Katsuta a compiere quattro giri prima di ottenere il miglior riscontro cronometrico.

Sul fondo dei primi dieci troviamo gli altri due piloti ancora matematicamente in corsa per il titolo, ovvero Sébastien Ogier (ottavo, a 2,2 secondi da Mekke) e Thierry Neuville (nono, a sua volta con un ritardo di 2,9 secondi dalla vetta), autore del miglior tempo nel primo giro. Decimo infine Elfyn Evans. Mads Ostberg è primo nei crono del WRC2 Pro, davanti al già campione 2019 Kalle Rovanpera, mentre nel WRC2 dei privati, in cui la lotta per il titolo è ancora aperta a sei piloti, il miglior tempo è di Eric Camilli; solo dodicesimo Fabio Andolfi, seguito da Simone Tempestini. Quindicesimo di categoria “Pedro”.

Due spigolature finali: visti gli acquazzoni che si sono abbattuti in questi giorni in Catalogna, l’organizzazione ha acconsentito una ulteriore ricognizione allo staff che redige le note sulle strade che animeranno la prima giornata, tutte su sterrato. Questo perché le piogge incessanti potrebbero aver determinato alcune modifiche alla morfologia del tracciato. Infine, Esapekka Lappi (quindicesimo nello shakedown) ha accolto nell’abitacolo della propria Citroen C3 WRC per un giro una navigatrice di eccezione, ovvero la campionessa plurititolata nei Trail e nell’Enduro oltre ad essere una presenza ricorrente alla Dakar: parliamo della spagnola Laia Sanz.

POS.PILOTAVETTURATEMPO
1.Kris MeekeToyota Yaris1 minuto 31,6 secondi
2.Dani SordoHyundai i20+ 0,3 sec
3.Jari-Matti LatvalaToyota Yaris+ 0.7sec
4.Teemu SuninenFord Fiesta+ 1.3sec
5.Takamoto KatsutaToyota Yaris+ 1,5sec
6.Ott TänakToyota Yaris+ 1.8sec
7.Sébastien LoebHyundai i20+ 2.0sec
8.Sébastien OgierCitroën C3+ 2.2sec
9.Thierry NeuvilleHyundai i20+ 2.9sec
10.Elfyn EvansFord Fiesta+ 3.5sec

Stasera la cerimonia di partenza, mentre domani si inizia con la gara vera e propria: qui la nostra guida al Rally di Catalunya 2019 con il programma, gli orari e molto altro.

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati