Dakar | Il punto sulle auto: rialza la testa Peterhansel, crolla Loeb. È duello Toyota-Mini

Le ultime dalla Dakar 2019

Si profila uno scontro diretto tra Toyota e Mini in questo finale di Dakar 2019: Al Attiyah mantiene la leadership nelle auto ma incombe Peterhansel. Quasi fuori dai giochi Loeb
Dakar | Il punto sulle auto: rialza la testa Peterhansel, crolla Loeb. È duello Toyota-Mini

Ancora una volta la Dakar 2019 ci stupisce con continui cambi di fronte: se nelle moto abbiamo assistito al riscatto di Sam Sunderland nella Tappa 7, in quella medesima frazione c’è stata un’altra rivincita nelle auto, ad opera di Stéphane Peterhansel, che si porta a casa il miglior scratch e diminuisce il gap nei confronti del sempiterno leader Nasser Al Attiyah. Ma, a proposito di colpi di scena, Sébastien Loeb spreca il vantaggio accumulato nelle ultime tappe vivendo una giornata piegata dalla sfortuna.

La tripletta Mini X-Raid nella Tappa 7 della Dakar 2019

Il duello tra Toyota e Mini X-Raid, perciò, continua: nella settima frazione, la San Juan de Marcona – San Juan de Marcona che si caratterizzava per un totale di 387 chilometri e 323 di velocità, il punto lo hanno tenuto i mezzi della casa britannica, che hanno avuto la meglio su un percorso che era un po’ un sunto di questa Dakar (settori da rally, l’infido fesh fesh ed infine le dune).

Mr.Dakar conquista la seconda vittoria di tappa a bordo del Buggy Mini dopo il successo nella terza frazione e le difficoltà patite nel mezzo, seguito a 4’33 dal compagno di squadra (ma a bordo della versione fuoristrada a trazione integrale di Mini) Nani Roma. Il team X-Raid e la casa automobilistica britannica festeggiano anche con il terzo posto di Carlos Sainz, a bordo a sua volta del Buggy, che conferma il piazzamento del giorno prima e dimostra di essere nel pieno di una ripresa rispetto ai sventurati giorni precedenti.

Una tripletta Mini che lascia alle spalle la Toyota di Al Attiyah, sebbene quest’ultimo mantenga comunque la leadership nella generale che mantiene da cinque tappe consecutive, ma che dimostra come questo finale della Dakar sarà una questione tra la casa nipponica e Mini X-Raid, come preventivato alla vigilia di questa edizione.

Il terzo incomodo, Sébastien Loeb, che pareva sul punto di rompere questa diarchia, forse potrebbe salutare ogni sogno di gloria dopo una Tappa 7 da tregenda: il motivo si rintraccia nello shutdown a livello di elettronica della sua Peugeot 3008 DKR, che ha tradito l’equipaggio di PH Sport già all’altezza del primo intermedio. Risultato: 40 minuti persi, e neppure la velocità che sa imprimere Loeb è bastata per ricucire lo strappo con gli avversari. Chiuderà undicesimo a 28’27 da Peterhansel.

Nella classifica si fa notare Cyril Despres al quinto posto, se non altro perché alza la quota di Mini al traguardo, con quattro mezzi su cinque posizioni. Toyota ritrova un suo pilota al sesto posto, ovvero un Giniel De Villiers ormai fuori da giochi, così come Bernhard ten Brinke al nono – ed ormai l’unica carta buona per la classifica, in casa doppia ellisse, è rappresentata da Al Attiyah.

POS. N. EQUIPAGGIO TEAM TEMPO DISTACCO
1 304
 STEPHANE PETERHANSEL
 DAVID CASTERA
X-RAID MINI JCW TEAM 04H 00′ 01”
2 307
 NANI ROMA
 ALEX HARO BRAVO
X-RAID TEAM 04H 04′ 34” + 00H 04′ 33”
3 300
 CARLOS SAINZ
 LUCAS CRUZ
X-RAID MINI JCW TEAM 04H 09′ 29” + 00H 09′ 28”
4 301
 NASSER AL-ATTIYAH
 MATTHIEU BAUMEL
TOYOTA GAZOO RACING SA 04H 11′ 59” + 00H 11′ 58”
5 308
 CYRIL DESPRES
 JEAN PAUL COTTRET
X-RAID MINI JCW TEAM 04H 12′ 51” + 00H 12′ 50”
6 302
 GINIEL DE VILLIERS
 DIRK VON ZITZEWITZ
TOYOTA GAZOO RACING SA 04H 16′ 32” + 00H 16′ 31”
7 303
 JAKUB PRZYGONSKI
 TOM COLSOUL
ORLEN X-RAID TEAM 04H 20′ 51” + 00H 20′ 50”
8 318
 WEI HAN
 MIN LIAO
GEELY AUTO SHELL LUBRICANT COOPER TIRE T 04H 25′ 17” + 00H 25′ 16”
9 309
 BERNHARD TEN BRINKE
 XAVIER PANSERI
TOYOTA GAZOO RACING SA 04H 25′ 46” + 00H 25′ 45”
10 305
 MARTIN PROKOP
 JAN TOMANEK
MP-SPORTS 04H 26′ 30” + 00H 26′ 29”

 

La classifica generale: accorcia le distanze Peterhansel

Nella generale, dietro al principe qatariota, Peterhansel si riprende il secondo posto arrivando ad un gap di 29’16 (erano 41 i minuti il giorno prima). Al terzo troviamo Nani Roma a quasi 38 minuti, mentre scivola in quarta posizione Loeb, che passa da un ritardo di 37 minuti di ieri all’attuale 54’12. Torna in top ten Carlos Sainz, ora decimo a 5 ore e 15 minuti.

POS. N. EQUIPAGGIO TEAM TEMPO DISTACCO
1 301
 NASSER AL-ATTIYAH
 MATTHIEU BAUMEL
TOYOTA GAZOO RACING SA 25H 13′ 30”
2 304
 STEPHANE PETERHANSEL
 DAVID CASTERA
X-RAID MINI JCW TEAM 25H 42′ 46” + 00H 29′ 16”
3 307
 NANI ROMA
 ALEX HARO BRAVO
X-RAID TEAM 25H 51′ 29” + 00H 37′ 59”
4 306
 SEBASTIEN LOEB
 DANIEL ELENA
PH-SPORT 26H 07′ 42” + 00H 54′ 12”
5 308
 CYRIL DESPRES
 JEAN PAUL COTTRET
X-RAID MINI JCW TEAM 26H 33′ 31” + 01H 20′ 01”
6 303
 JAKUB PRZYGONSKI
 TOM COLSOUL
ORLEN X-RAID TEAM 27H 25′ 32” + 02H 12′ 02”
7 305
 MARTIN PROKOP
 JAN TOMANEK
MP-SPORTS 27H 48′ 28” + 02H 34′ 58”
8 314
 YAZEED AL RAJHI
 TIMO GOTTSCHALK
X-RAID TEAM 28H 53′ 03” + 03H 39′ 33”
9 309
 BERNHARD TEN BRINKE
 XAVIER PANSERI
TOYOTA GAZOO RACING SA 29H 46′ 01” + 04H 32′ 31”
10 300
 CARLOS SAINZ
 LUCAS CRUZ
X-RAID MINI JCW TEAM 30H 29′ 01” + 05H 15′ 31”

 

Oggi si correrà la Super Ica, ovvero la San Juan de Marcona-Pisco, da 576 km e 361 di speciale: alla fine del nostro resoconto di ieri sulle moto trovate i dettagli sugli orari e la programmazione tv.

Leggi altri articoli in Dakar

Commenti chiusi

Articoli correlati