Il Tuscan Rewind di Orange1 Racing: ecco il weekend di Campedelli sulla Ford Escort MK II [VIDEO]

Il resoconto video del weekend al Tuscan Rewind di Campedelli

Simone Campedelli è stato al via del Tuscan Rewind con la storica Ford Escort MK II per Orange1 Racing: tanto divertimento per l'equipaggio completato da Francesco Buffi, nonostante il ritiro a due speciali dalla fine
Il Tuscan Rewind di Orange1 Racing: ecco il weekend di Campedelli sulla Ford Escort MK II [VIDEO]

Dopo aver concluso la sua stagione nel Campionato Italiano Rally, Simone Campedelli ha fatto un salto nell’ultimo appuntamento del Tricolore Terra, ovvero il Tuscan Rewind che si è tenuto lo scorso weekend. L’occasione è stata colta dal team del cesenate, Orange1 Racing, per rispolverare una vettura storica quale è stata la Ford Escort MK II.

Campedelli al Tuscan Rewind: “Siamo qui per divertirci”

L’auto è stata infatti guidata da Campedelli (che in questo contesto aveva al suo fianco alle note Francesco Buffi e non la “solita” Tania Canton) in occasione del Rally Storico, senza velleità di classifica. Il pilota infatti aveva dichiarato alla vigilia di questa partecipazione straordinaria di voler «divertire con un’iniziativa sempre all’insegna del marchio Ford. Dopo aver partecipato al Tricolore 2018 con la Fiesta R5 a trazione integrale, mi cimento ora con l’Escort MK II a trazione posteriore, per continuare quella collaborazione con il Costruttore americano che tante soddisfazioni mi ha dato». L’obiettivo di questo divertissement insomma è stato quello di offrire spettacolo al pubblico, sia per i tifosi che per i nostalgici della vettura che tra la fine degli anni Settanta e i primissimi anni Ottanta conquistò un titolo costruttori e due piloti nel WRC.

Ebbene, l’avventura al Tuscan Rewind, ultima tappa del Campionato Italiano Rally Terra, ha visto correre Campedelli sulla Escort MK II tra le strade bianche senesi, nei dintorni di Montalcino (diventate poi fangose per via della pioggia caduta nel weekend). Queste sono state le prime impressioni del pilota CIR dopo lo shakedown di sabato scorso: «Il percorso è fantastico. Serviva una gara di terra così. Avevamo programmato questa gara già ad agosto con il mio amico Francesco Buffi. Anche se stavolta avremo due ruote motrici in meno, siamo qui per divertirci».

Così è poi stato perché le Pantere Alate in versione vintage hanno divertito (e l’equipaggio se l’è a sua volta spassata, come dimostrano le camera car che riportiamo in questo articolo) ottenendo anche dei buoni tempi, a partire dall’ottavo piazzamento nella PS1, salendo poi al settimo due speciali dopo per poi chiudere la partecipazione di Orange1 Racing con un ritiro nella PS6, per via della rottura del differenziale della Ford Escort. Sebbene mancassero solo due prove al termine, non c’è stato spazio per alcun rammarico, anzi. «Alla fine la nostra Mk2 non ne poteva più e ci ha abbandonato…ma ci siamo divertiti tantissimo», ha poi dichiarato Campedelli, esaltato dall’avventura in terra toscana.

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati