WTCC – La Citroën celebra il successo di Le Castellet

Dopo due gare Lopez sempre più leader della generale

WTCC – La Citroën celebra il successo di Le Castellet

Pare quasi  superfluo definire quella di Citroën una vera e propria supremazia. Ancor più che in Marocco, in Francia la scuderia francese ha difatti dimostrato di non avere o quasi punti deboli e neppure le penalizzazioni per irregolarità al sistema di alimentazione sabato sera sono servite ad aiutare i  primi rivali (Hugo Valente e Gabriele Tarquini)  distanti ormai di 54 lunghezze dal leader Lopez.

“Con una pole position e due doppiette il bilancio è positivo – le parole del boss Yves Matton – Yvan veniva da un weekend difficile a Marrakech ma stavolta è risultato il migliore. Anche José Maria e Séb hanno fatto una corsa bellissima, considerando che partivano dal fondo della griglia. Approfitteremo di questa settimana per lavorare sulle auto in vista di Hungaroring e Slovakiaring, appuntamenti molto ravvicinati tra loro”.

“Ho valutato l’opzione pneumatici slick per Gara 1 ma sarebbe stato troppo rischioso – ha riferito Müller – Ho fatto una bruttissima partenza, però ho mantenuto la calma perché sapevo di essere il più veloce e dopo Michelisz ho superato Tarquini in una curva in cui ha accusato una perdita di potenza. Nella seconda manche il primo giro è stato un delirio e sono scivolato indietro per evitare delle vetture nella chicane. Il duello con Pechito è stato bello e leale, come deve essere tra compagni di scuderia. Primo e secondo. Non potevo sperare di più!”.

“La prima corsa è stata difficile e ugualmente interessante. Speravo di rimontare, ma sicuramente non fino al secondo posto! La cosa più complicata è stata trovare il ritmo giusto in quelle condizioni, ma il feeling con la C-Elysée era eccezionale e ho potuto attaccare al massimo – l’ammissione di Loeb –  È stato molto difficile trovare un varco su Tarquini, poi l’ho visto fare un piccolo errore e sono riuscito a passare. La seconda manche è stata frustrante soprattutto per il comportamento di Borkovic. Voglio comunque pensare positivo e mi dico che sono stato fortunato a vedere il traguardo e a segnare qualche punto”.

“Vincere non è facile nemmeno se parti dalla pole position, figuratevi quanto mi rende felice questo successo dopo essere partito dalla 18ª posizione! – ha affermato l’argentino – Ho fatto una partenza prudente, ma ho guadagnato comunque cinque o sei posizioni nella prima curva. Alla chicane c’erano avversari ovunque,ed è lì che ho superato Yvan. È stata la svolta. Non avrei potuto lasciarmelo alle spalle in condizioni normali. Ho attaccato per rimontare ma senza colpi bassi. Certo, la safety car mi ha aiutato a recuperare Tiago Monteiro ma a volte serve un po’ di fortuna per ottenere risultati”.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Touring

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati