WRC | Arctic Rally Finland, shakedown: miglior tempo per Tanak, imprevisto per Neuville

I risultati dello shakedown

Lo shakedown dell'Arctic Rally Finland vede protagonisti gli Hyundai, mentre i Toyota nascondono per ora le proprie carte: i dettagli e i risultati
WRC | Arctic Rally Finland, shakedown: miglior tempo per Tanak, imprevisto per Neuville

Si apre il secondo appuntamento del WRC 2021, vale a dire l’inedito Arctic Rally Finland che porta gli equipaggi in quel della Lapponia, tra neve abbondante e temperature molto rigide. Oggi le prime prove speciali in programma nel pomeriggio, ma prima si è corso lo shakedown di Vennivaara da 5,69 km.

Tanak svetta nello shakedown, Neuville finisce nella neve

Rispetto all’unico appuntamento invernale dello scorso anno – il Rally di Svezia annullato in questa stagione causa pandemia – la prova finlandese ha offerto delle condizioni all’insegna del freddo intenso e dell’abbondante neve sulle strade, in una giornata un po’ grigia ma comunque senza maltempo. Si è trattato inoltre del debutto per le vetture WRC con le Pirelli Sottozero chiodate, che hanno dato prova di buon grip nonostante qualche timore di slittamenti o scarsa aderenza.

A svettare nei tempi dello shakedown è stato Ott Tanak, che blocca le lancette a 2:35.4, tempo segnato al terzo giro. Un buon esordio anche per Hyundai Motorsport, che occupa la seconda piazza con Thierry Neuville, indietro di sette decimi rispetto al compagno di squadra. Tuttavia il belga nel secondo giro ha dovuto fare i conti con una uscita di strada (dopo essere andato troppo largo in una curva a sinistra) che ha fatto finire la sua i20 Coupé WRC in un cumulo di neve, primo impatto di questo Arctic con le caratteristiche di una gara che, nella dotazione obbligatoria degli equipaggi, prevede anche un badile nel caso la vettura si affossi nella neve. Di conseguenza Neuville perde una ventina di minuti ma, superato questo imprevisto e liberata la vettura, aiutato anche dal suo navigatore Martijn Wydaeghe, è poi ripartito ed è riuscito a raddrizzare la situazione nel terzo giro dello shakedown. Da notare che il belga ha impattato nello stesso punto in cui ha rischiato di incastrarsi Elfyn Evans: questo è un saggio di quello che vedremo nel weekend all’Arctic, ovvero strade strette e curve da affrontare con estrema precisione per evitare di finire inguaiati nella neve.

Katsuta sul podio, buon esordio sulla i20 WRC per Solberg

A sorpresa, il terzo miglior tempo lo ha messo a segno Takamoto Katsuta, anche se con un ritardo di 4,4 secondi da Tanak. Dietro al pilota di Toyota Gazoo Racing si piazza Pierre-Louis Loubet sulla i20 Coupé WRC privata di 2C-Competition, con lo stesso gap del giapponese nonché uno tra i molti piloti che oggi si sono meravigliati del buon grip offerto dalle strade finniche. Quinto posto per Craig Breen, che proprio in Finlandia fa il suo debutto stagionale, e che termina a solo un decimo di secondo da Loubet e Katsuta. Dopo il pilota Hyundai Motorspor troviamo nella top ten del primo shakedown dell’anno (al Rallye di Monte Carlo era stato infatti annullato) un altro alfiere della casa coreana, che fa il suo esordio eccezionale – nel senso che per ora rappresenta un unicum, visto che il suo impegno ufficiale con la squadra è nel WRC2 – su i20 Coupé WRC Plus, ovvero Oliver Solberg. Il giovane pilota è l’unico della top ten a compiere quattro giri, segnando un ritardo da Tanak di 4,6 secondi.

Si nascondono i Toyota

Settimo posto per il favorito nonché uno tra i tanti piloti di casa, ovvero Kalle Rovanpera. Buona parte dei Toyota sono rimasti un po’ in sordina in questo shakedown (forse per risparmiare le Pirelli), con il giovane finnico che accusa un gap dalla vetta di 5,1 secondi, pur avendo ottenuto il miglior tempo nel primo giro. Ottavo Gus Greensmith, migliore tra i piloti M-Sport e con un ritardo di 5,8 secondi; la top ten si conclude infine con il nono posto di Sébastien Ogier, a 5,9 secondi di gap, ed il finnico Teemu Suninen, decimo a 7,3 secondi. Dodicesimo Evans, diciassettesimo Lorenzo Bertelli, che torna nel Mondiale a più di un anno di distanza dall’ultima volta e ritrova la Ford Fiesta WRC di M-Sport.

I risultati dello shakedown nel WRC2 e WRC3

Miglior tempo nel WRC2 per Andreas Mikkelsen, anche se paga una sbavatura commettendo un errore nel primo giro, cercando di attivare il cambio al volante tanto era abituato alle vetture WRC: peccato che le Rally2 come la sua Skoda Fabia Evo di Toksport WRT non hanno questo sistema. Sia come sia, Mikkelsen si piazza in testa nella categoria davanti ad Adrien Fourmaux di M-Sport, riproponendo il duello che ha animato il precedente Monte Carlo. Da notare poi il quinto posto del rientrante Esapekka Lappi, schierato da Movisport sulla Volkswagen Polo GTI R5. Miglior tempo nel WRC3 per l’estone Egon Kaur, anch’egli su Polo R5.

Nel pomeriggio si inizia con la gara vera e propria e le prime due prove speciali del programma dell’Arctic Rally Finland: qui i dettagli con gli orari.

Crediti Immagine di Copertina: Hyundai Motorsport

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati