Dakar 2015 – E’ ancora Al-Attiyah

Il qatariano replica il successo nella tappa 11. Tra le moto vince Barreda Bort

Dakar 2015 – E’ ancora Al-Attiyah

L’undicesima tappa della Dakar, completamente in territorio argentino, da Salta a Termas di Rio Hondo di 194 km è andata senza troppe sorprese a Nasser Al-Attiyah.

Il qatariano, leader della generale con 29′ di vantaggio, solido e in perfetta sintonia con la sua Mini ha staccato di 27″ Orlando Terranova su vettura gemella e di 39″ la Toyota del suo diretto avversario Giniel de Villers. Quarto il lituano Benediktas Vanagas, poi Valdimir Vasilyev e Bernhard Ten Brinke. Buon settimo Stephane Peterhansel su Peugeot, mentre il suo compagno Cyril Despres si è attestato solo ventiquattresimo. Undicesimo Guerlain Chicherit su Buggy, tredicesimo Robby Gordon su Hummer e diciottesimo Krzysztof Holowczyc. Ritiro nelle battute iniziali per il buon Yazeed Al-Rajhi a causa di un guasto meccanico.

Tra le moto ancora un successo per Joan Barreda Bort su Honda, a precedere di 17″ il collega di colori Paulo Goncalves, che si è avvicinato un altro po’ al capoclassifica Marc Coma, oggi sesto a 2’40. Terzo lo slovacco Ivan Jakes su KTM a 1’37. Quarta piazza per Ruben Faria, quinta per Toby Price. Settimo il cileno Pablo Quintanilla, quindi Helder Rodrigues, Alain Duclos su Sherco e Stefan Svitko. Tredicesimo Olivier Pain, diciasettesima Laia Sanz e ventesimo Paolo Ceci, il migliore tra gli italiani.

Nei quad Christophe Declerck su Yamaha si impone con un vantaggio di 6’35 su Nelson Sanabria e di 6’50 sulla Honda di Walter Nosiglia. Stesso tempo per il sudafricano Willem Saaijman, quinto Jeremias Gonzalez e sesto Rafal Sonik, sempre più imprendibile in testa al gruppo dato l’abbandono di Sergio Lafuente.

Infine per quanto riguarda i camion zampata degli Iveco degli olandesi Hans Stacey e Gerard de Rooy, separati da 1’10. Terzo posto per il Kamaz di Eduard Nikolaev, quarto Siarhei Viazovich su Maz e settimo Ales Loprais su Man. Nono il primo dell’overall Airat Mardeev a 4’06, quindicesimo Andrey Karginov.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Primo Piano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati