WTCR | La giusta soluzione alla quarantena: nasce la Esports WTCR Series

Anche il Turismo va online

Il FIA WTCR ha creato la propria serie virtuale, che si disputerà in questo periodo di quarantena a causa del Coronavirus.
WTCR | La giusta soluzione alla quarantena: nasce la Esports WTCR Series

Sono tanti i campionati virtuali e gli eventi che stanno nascendo nel panorama del sim-racing, complice anche la pandemia di Coronavirus che ha bloccato ogni attività in pista. Il FIA WTCR ha lanciato lo scorso mercoledì la Esports WTCR Series.

Una serie virtuale nel periodo di quarantena

Il promoter Eurosport Events, assieme a RaceRoom, ha lanciato questa iniziativa di quattro eventi ai quali prenderà parte anche il Campione in carica Norbert Michelisz. I piloti virtuali hanno la possibilità di confrontarsi con quelli del WTCR in una serie pre-stagionale iniziata mercoledì 25 marzo. In attesa dell’inizio di Esports WTCR, che avverrà più avanti nell’anno, assieme a TrackTime, TAG Heuer e KW Suspensions si è deciso di lanciare questa sfida, con il vincitore che si aggiudicherà un orologio TAG Heuer. Niels Langeveld, pilota Comtoyou Racing lo scorso anno e salito anche sul podio, è uno che spesso di diletta coi videogiochi: «I simulatori sono sempre più realistici e mi alleno molto con essi. Sfrutto il sim-racing perché mi aiuta a capire i punti di frenata e le condizioni meteo, così dal vero potrò essere più preparato».

Michelisz iniziò con i videogiochi

Norbert Michelisz è approdato al mondo delle corse proprio dai videogiochi, quando nel 2005 Gábor Wéber gli diede modo di effettuare un test all’Hungaroring. Nonostante fosse un debuttante, l’ungherese chiuse a soli 0″2 da lui con una Renault Clio della Zengő Motorsport. «A 10 anni da allora ho realizzato il mio sogno. A 18 anni la situazione famigliare non mi permetteva certamente di correre e non ci pensavo nemmeno, ma a 21 anni mi hanno invitato per un test grazie ai risultati ottenuti coi videogiochi. Era la prima volta che mi capitava di guidare una vera auto da corsa e anno dopo anno sono riuscito a scalare la vetta. Per me è tutto incredibile, ho lottato e vinto gare, oltre che combattuto per il campionato in due occasioni».

Le piste e i piloti

Sono quattro gli appuntamenti: Hungaroring, Slovakia Ring, Ningbo e Sepang. La Top 20 in ogni time attack si qualifica per il Server 1, dove 10 posti sono per i piloti reali del WTCR. Ecco la lista dei piloti reali presenti:

Mikel Azcona (Spagna) CUPRA TCR
Kevin Ceccon (Italia) Alfa Romeo Giulietta Veloce TCR
Yann Ehrlacher (Francia) Lynk & Co 03 TCR
Luca Engstler (Germania) Hyundai i30 N TCR
Néstor Girolami (Argentina) Honda Civic Type R TCR
Esteban Guerrieri (Argentina) Honda Civic Type R TCR
Mat’o Homola (Slovacchia) Hyundai i30 N TCR
Niels Langeveld (Olanda) Audi RS 3 LMS
Norbert Michelisz (Ungheria) Hyundai i30 N TCR
Tiago Monteiro (Portogallo) Honda Civic Type R TCR

Leggi altri articoli in Notizie

Commenti chiusi

Articoli correlati