Andrea Nucita campione Abarth Rally Cup 2019 dopo un incerto Rally Ungheria

Il successo di Nucita con l'Abarth

Si è conclusa la stagione 2019 dell'Abarth Rally Cup con la vittoria di Andrea Nucita davanti a Dariusz Polonski. La 124 Rally svetta nella R-GT
Andrea Nucita campione Abarth Rally Cup 2019 dopo un incerto Rally Ungheria

L’Abarth Rally Cup ha chiuso i battenti della stagione 2019 al Rally d’Ungheria corso nello scorso weekend, ultimo atto del campionato europeo ERC che ha ospitato quest’anno il monomarca sviluppatosi lungo sei appuntamenti.

Abarth Rally Cup, lotta incerta e ricca di colpi di scena in Ungheria

Ed è stata una annata combattuta sino all’ultimo e con una scrematura degli equipaggi in gara che si è ridotta via via sino al duello che ha animato la conclusione del format: da una parte Andrea Nucita, con alle note Bernardo di Caro, e dall’altra parte Dariusz Polonski con Lukasz Sitek. L’italiano ed il polacco sono approdati in Ungheria con le loro Abarth 124 Rally divisi da appena otto punti, a dimostrazione del fatto che l’epilogo di questa avventura non era affatto scontato, ma tutto da scrivere.

Una gara, quella magiara, sviluppatasi in un clima incerto e con asfalti resi perciò scivolosi dalla pioggia ed a tratti fangosi. Insidie a non finire che hanno pregiudicato la corsa di molti equipaggi, alle prese pure con una raffica di forature: anche i protagonisti dell’Abarth Rally Cup hanno avuto il loro penare non solo con il grip sul fondo scivoloso, visto che Nucita ha sofferto un problema elettrico alla sua 124 Rally nella PS2, motivo per cui si è dovuto rimettere in gioco dalla ottava prova speciale in poi. Anche Polonski ha sudato freddo, visto che nella stessa PS del rientro di Nucita ha dovuto sventolare bandiera bianca per un malfunzionamento nel sistema di pressione dell’olio (problema che lo aveva attanagliato qualche speciale prima).

I commenti dei piloti Abarth

Nucita ha così potuto coronare il successo nell’ERC2 e la vittoria dell’Abarth Rally Cup 2019, ennesima tappa di una carriera che ha visto il 30enne siculo conquistare nel 2012 il Campionato Italiano Rally Junior e quello Produzione nell’anno successivo. Ma è soprattutto il feeling con la vettura torinese a dare più di una soddisfazione al pilota sostenuto dall’azienda Ma-Fra: a bordo della 124 Rally (su cui corre dal 2017) ha infatti ottenuto ottimi risultati nella categoria R-GT, sino ad arrivare alla sfilza di quattro vittorie nell’Abarth Rally Cup di quest’anno.

Tra i pochi nostri piloti che possiedono attualmente una solida carriera internazionale tra WRC ed ERC, sempre all’interno della R-GT, il portacolori del team Bernini Rally ha così commentato una volta sceso dalla vettura ieri: «Missione compiuta, ma non è stato facile. Nella tappa di oggi [ieri, ndr] abbiamo dovuto superare molte trappole di fango, ma l’obiettivo era quello di terminare la gara e vincere l’Abarth Rally Cup. Vincere con un’Abarth ha per me un grande significato». Per Nucita, oltre alla gloria, anche un premio in denaro di 30.000 euro.

La prende con filosofia l’avversario Polonski, che ha affermato: «Purtroppo il ritiro non ci ha permesso di lottare fino in fondo, ma sono contento della stagione, nella quale ho imparato a guidare un’auto davvero eccezionale», è la chiosa del pilota del team Rallytechnology, vicecampione 2019. Intanto, l’Abarth 124 Rally conquista ancora una volta la vetta della R-GT tramite i risultati ottenuti da un altro veterano della vettura, Martin Rada, affiancato alle note da Jugas Jaroslav per l’Agrotec Czech Team Abarth, primi davanti allo stesso Nucita.

Crediti Immagine di Copertina: Abarth Press

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati