Notizie dal mondo ACI Sport: arriva il Drifting alla Scuola Federale, ufficiali i calendari dei Rally Storici

Le ultime novità da ACI Sport

Parte il Corso Base Drifting alla Scuola Federale ACI Sport, aperto ai giovani dai 16 anni. Inoltre sono stati pubblicati i calendari dei Rally Storici 2019
Notizie dal mondo ACI Sport: arriva il Drifting alla Scuola Federale, ufficiali i calendari dei Rally Storici

Le nuove generazioni che si affacciano al mondo delle corse e le vetture che hanno fatto la storia pronte per competere nei campionati rally nazionali: passato e futuro si intersecano nella nostra rassegna di notizie dal mondo ACI Sport. Partiamo dalle novità che riguardano la Scuola Federale, per poi dare uno sguardo ai calendari 2019 dei Rally Storici.

Nasce il Corso Base Drifting  alla Scuola Federale ACI Sport

Quest’anno arriva una nuova disciplina nella Scuola Federale ACI Sport “Michele Alboreto”: dopo le categorie velocità, rally e karting si aggiunge anche il primo Corso Base Drifting per ragazzi e ragazze minorenni, ovvero dai 16 anni in su.
La novità entrerà a regime da lunedì 4 marzo, e coprirà la casella di una «specialità in espansione e con un bel gruppo di praticanti italiani che calcano le scene delle gare nazionali ed internazionali», come afferma Raffaele Giammaria, direttore della Scuola Federale, che preannuncia anche la possibilità per gli interessati di frequentare i corsi avanzati. Inoltre «stiamo lavorando per certificare coloro che sul territorio svolgono corsi e attività didattiche legate al Drifting attraverso specifici Corsi Istruttori che mirano a costituire, con il passare del tempo, un apposito Albo di Istruttori Drifting ACI Sport», spiega ancora il direttore, che sottolinea l’importanza di fornire così personale qualificato che possa ricoprire il ruolo di giudice in occasione delle manifestazioni nazionali ed internazionali della disciplina di abilità con la trazione posteriore.

Federico Sceriffo coordinerà gli istruttori: «Dopo 15 anni sulla cresta dell’onda in questa specialità, è un onore essere stato scelto come rappresentate per la Scuola Federale e ho intenzione di ripagare al meglio la fiducia per il ruolo a me conferito», spiega lo specialista italiano del Drifting, fiero del traguardo raggiunto dalla propria disciplina e del riconoscimento da parte della Federazione.

I calendari del CIRAS e del nuovo Trofeo Terra Rally Storici

Veniamo ora all’altra notizia di giornata dal mondo ACI Sport, ovvero l’ufficialità dei calendari dei Rally Storici di casa nostra: partiamo dal CIRAS, ovvero il Campionato Italiano Rally Auto Storiche, aperto a tutti e che ancora una volta si comporrà di otto appuntamenti a partire dall’Historic Rally delle Vallate Aretine per poi concludersi al Due Valli Historic, abbinato alla penultima prova del CIR 2019 e con il Trofeo Rally di Zona.

Per poter accedere alla classifica di campionato sarà necessario competere in almeno tre appuntamenti, mentre i risultati utili saranno quelli relativi ai sei migliori punteggi su otto tappe del CIRAS. Questo il calendario:

08.03 – 09.03 9° HISTORIC RALLY DELLE VALLATE ARETINE

12.04 – 14.04 34° SANREMO RALLY STORICO

11.05 – 12-05 TARGA FLORIO HISTORIC RALLY

31.05 – 01.06 15° RALLY STORICO CAMPAGNOLO

22.06 – 23.06 9° RALLY LANA STORICO

30.08 – 31.08 24° RALLY ALPI ORIENTALI HISTORIC

19.09 – 21.09 31° RALLY ELBA STORICO

10.10 – 12.10 14° RALLY DUE VALLI HISTORIC

La novità di quest’anno nel panorama di questo tipo di competizioni sarà l’introduzione del Trofeo Terra Rally Storici, un nuovo format che contempla le strade bianche del territorio italiano come sede delle gare.
Il calendario si comporrà di cinque gare, con partenza il 15 marzo dal Rally Storico Arezzo Crete Senesi Valtiberina (negli itinerari della zona già teatro della Strade Bianche, la semiclassica di ciclismo che apre la stagione WorldTour in Italia). Si chiude con il Tuscan Rewind Storic, nello stesso weekend che chiuderà proprio in Toscana la stagione del CIR e del CIRT.
Il sistema di punteggio si basa sul meccanismo dei quattro migliori risultati su cinque gare titolate, scartando quelli non utili. Anche qui il minimo sindacale per essere in corsa per il campionato sarà l’aver preso al via in (almeno) tre rally. Inoltre verranno previste classifiche separate per le classi 4 Ruote Motrici, Gruppo B e 2 Ruote Motrici, in modo tale da poter agevolare la massima partecipazione possibile di tutte le vetture.

15.03 – 17.03 1° RALLY STORICO AREZZO CRETE SENESI VALTIBERINA

06.04 – 07.04 LIBURNA TERRA STORICA

03.05 – 05.05 1° RALLY STORICO DEL MEDIO ADRIATICO

09.11 – 10.11 1° RALLY DELLE MARCHE STORICO

23.11 – 24.11 10° TUSCAN REWIND HISTORIC

Le zone del TRZ 2019

Infine il Trofeo Rally di Zona prevederà quattro appuntamenti su asfalto, a loro volta legati a quattro zone per cui saranno validi. Nel computo della vittoria finale (il cui titolo sarà precluso ai piloti prioritari) saranno validi i tre migliori punteggi conquistati in almeno tre gare disputate. I trionfatori dei Trofei di Zona accederanno poi alla finale unica in Piemonte, chiamata La Grande Corsa 2019, che metterà in palio il TRZ Nazionale. Queste le quattro zone del TRZ 2019:

ZONA 1 – NORD-OVEST Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria, Lombardia

ZONA 2 – NORD-EST Veneto, Friuli Venezia-Giulia, Trentino, Alto Adige

ZONA 3 – CENTRO Emilia-Romagna, S. Marino, Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo

ZONA 4 – SUD Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Sicilia, Sardegna

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati