ERC | Rally Liepāja: anteprima ed orari dell’ultimo weekend del campionato 2018

La guida al gran finale dell'ERC

Stabilito il campione europeo, l'ultimo atto dell'ERC al Rally Liepāja vedrà soprattutto la lotta per i titoli ancora in bilico, ovvero l'Under 28 e quello femminile. Il programma completo e come vedere le gare in tv
ERC | Rally Liepāja: anteprima ed orari dell’ultimo weekend del campionato 2018

Molto più di una formalità: se è vero che il Campionato Europeo FIA Rally ha già decretato il campione continentale assoluto 2018 e quello Under 27 nel precedente round in Polonia, resta ancora un appuntamento per chiudere la stagione e alcuni conti ancora rimasti aperti. Al Rally Liepāja, di scena in Lettonia questo weekend, verrà decretato ad esempio il vincitore della categoria Under 28, cosa che rappresenterà praticamente la sfida principale di questo ultimo round dell’ERC, assieme ala proclamazione del titolo tra le donne.

Rally Liepāja 2018: la corsa ed il programma completo

Il Rally Liepāja ha una storia abbastanza recente, visto che la prima edizione risale al 2013: concentrata nell’omonima cittadina baltica e nei suoi dintorni nell’ovest della Lettonia, l’ultima prova dell’ERC tradizionalmente viene ricordata come un round invernale, ma dal 2016 l’evento si è spostato nella stagione autunnale. Il Rally della Città dove nasce il vento (poiché battuta costantemente dai regimi di brezza dal mare) è passato così dalle strade innevate agli sterrati tout court, fino ad assumere così l’attuale – probabilmente definitiva – fisionomia dal 2017, anno dal quale l’evento si tiene ad ottobre.

Vinto nel primo anno dall’equipaggio formato da Jari Ketomaa e Kaj Lindström su Ford Fiesta RRC, il Liepāja ha nel suo albo d’oro piloti attualmente impegnati nel WRC come Esapekka Lappi (nel 2014) e Craig Breen (2015), mentre Nikolay Gryazin, attuale terzo classificato nel campionato 2018, vinse l’anno scorso.

Si comincia venerdì 12 ottobre alle ore 20:30 locali (quindi le 21:30 da noi giacché la Lettonia è un’ora avanti), con la partenza delle vetture da Brīvības Street in Liepāja, zona dove si concluderà l’evento domenica 14 alle ore 18 in punto. La cittadina portuale, come abbiamo anticipato, ospiterà il quartier generale all’Olympic Centre (impianto multisportivo inaugurato nel 2008) e il Parco Assistenza.
Saranno 12 le prove speciali da affrontare prima di archiviare la stagione 2018, per una lunghezza totale del Rally Liepāja di 824,29 km, di cui 205,83 cronometrati. Questo il programma completo con gli orari convertiti al fuso italiano:

Venerdì 12 Ottobre

14:00 – Shakedown (Dunalka), 3.02km
16:30 – QS Qualifying (Dunalka), 3.02km

Sabato 13 Ottobre 

11:00 – SS 1 Pērbone 1 10.81km
11:30 – SS 2 Laidi 1 21.95km
12:50 – SS 3 Upītes 21.89km
15:00 – Service A (Liepāja)
16:45 – SS 4 Pērbone 2 10.81km
17:15 – SS 5 Laidi 2 21.95km
18:35 – SS 6 Vilgāle 24.14km
20:18 – Service B (Liepāja)

Totale distanza delle prove speciali: 111,55km (54% del totale)

Domenica 14 Ottobre

09:50 – Service C (Liepāja)
11:00 – SS 7 Dinsdurbe 6.53km
11:45 – SS 8 Paplaka 1 18.35km
13:20 – SS 9 Paplaka 2 18.35km
14:30 – Service D (Liepāja)
15:50 – SS 10 Vecpils 15.77km
16:40 – SS 11 Podnieki 10.29km
17:30 – SS 12 Tebra 24.99km
16:45 – Service E (Liepāja)

Totale distanza delle prove speciali: 94,28km (46 %)

Gli highlights dell’ultima prova dell’ERC saranno visibili su Eurosport 1, canale 210 di Sky e 341 di Mediaset Premium. Streaming su Eurosportplayer.it.

Il punto sul campionato 2018 e la start list del Rally Liepāja

Eravamo rimasti ai fatti del Rally Poland, in cui abbiamo avuto il verdetto più importante di stagione, ovvero il titolo di campione ERC 2018 all’equipaggio formato dai russi Alexey Lukyanuk ed Alexey Arnautov, che pur costretti al ritiro dopo un impatto – senza conseguenze – con la loro Ford Fiesta R5 si confermano trionfatori europei grazie ad un vantaggio in classifica incolmabile da parte dei diretti avversari, a partire dal portoghese Bruno Magalhães (che è stato costretto a dare forfait negli ultimi due appuntamenti stagionali per mancanza di coperture finanziarie da parte degli sponsor).
Al netto delle definizione della top ten continentale 2018, l’attenzione al Rally Liepāja si focalizzerà sostanzialmente sulla battaglia ancora aperta nell’Under 28, dove sono ancora in corsa per il titolo il vincitore del precedente Rally in Polonia nonché (come abbiamo accennato) del Liepāja l’anno scorso Nikolay Gryazin (Sports Racing Technologies), il britannico Chris Ingram (Toksport WRT), già campione U27 nel 2017, e il tedesco Fabian Kreim (Skoda Auto Deutschland): in palio ricchi premi, ovvero la partecipazione in una tappa europea nella prossima stagione del Mondiale Rally, a bordo proprio di una vettura WRC; in alternativa una borsa di ben centomila euro da sfruttare nella prossima stagione ERC per correre con una R5. Il favorito è Gryazin, che conosce bene le strade lettoni vivendo a Riga e detenendo la licenza del Paese dove soggiorna, oltre alla vittoria dell’anno scorso che lo fa sfrecciare in testa ai pronostici. Il trionfo anche in questa stagione al Liepāja determinerebbe la conquista certa del titolo Junior, avendo già in curriculum tre vittorie stagionali, mentre i due avversari ne hanno una a testa.
Tra gli altri piloti U28 al via in Lettonia citiamo Fredrik Åhlin, Rhys Yates, Filip Mareš, al secondo appuntamento su sterrato della sua carriera dopo la Polonia e Laurent Pellier.

Più tranquilla la situazione nell’Under 27, dove Mārtiņš Sesks, alla prima stagione completa, si è già laureato campione di categoria: per il lettone la gara di casa sarà la ciliegina su un annata da incorniciare, e spera possa essere una festa anche il compagno di squadra Tom Kristensson che l’anno scorso vinse il Rally Liepāja nella classe RC4 ed è fresco di trionfo nella gara polacca precedente. Per gli altri giovani piloti quindi l’ultimo round dell’anno sarà la possibilità di potersi regalare una soddisfazione, sperando che Sesks possa essere sazio di vittorie, come Sindre Furuseth che conta di poter capovolgere la sfortuna che ultimamente l’ha colpito, o Miika Hokkanen, stimolato dal primo podio nell’ERC in Polonia e desideroso di replicarsi in Lettonia.
Al via anche Kristóf Klausz, Roland Stengg ed Efrén Llarena ma solo per le ricognizioni, avendo terminato il suo programma stagionale assieme a Rally Team Spain. In dubbio la partecipazione di  Dominik Brož per la difficoltà di recuperare fondi per l’iscrizione. Citiamo inoltre il nostro Mattia Vita, il giovane figlio d’arte con il rally e la velocità nel sangue, che sta vivendo l’attuale stagione nell’ERC per fare quanta più esperienza possibile lungo le sei tappe previste dal suo programma. A proposito di italiani, citiamo anche la presenza di un pilota che si sta dividendo tra WRC2 e Coppa R-GT, ovvero Simone Tempestini, a bordo dell’Abarth 124 Rally.

L’ERC Ladies’ Trophy è un’altra competizione ancora in bilico: al Liepāja sbarcheranno due piloti parimerito in classifica con 275 punti, ovvero Emma Falcón e Catie Munnings. La britannica si è messa alle spalle l’incidente e il brutto infortunio del Rallye Mont-Blanc e ha ottenuto in stagione tre vittorie tra cui l’appuntamento in Polonia, in cui l’avversaria era assente. Quest’ultima nel finale dell’annata ha optato per una Peugeot 208 R2  in luogo della Citroen DS3 che ha guidato per quasi tutta la stagione.

 

Leggi altri articoli in FIA ERC

Commenti chiusi

Articoli correlati