GP2 – ISTANBUL: Davide Rigon “Pronto a partire”

GP2 – ISTANBUL: Davide Rigon “Pronto a partire”

Ci siamo. Dopo quattro giorni intensi di test collettivi tra Silverstone e Barcellona il circus della GP2 Mains è pronto ad inaugurare questo fine settimana la nuova stagione all’Istanbul Park, in concomitanza con il quarto round del mondiale di F1.

A tenere alto l’onore del tricolore nell’anno del 150° Anniversario dell’Unità d’Italia ci sarà anche il campione vicentino Davide Rigon, fresco di firma con la Scuderia Coloni e campione in carica della Superleague Formula.
Nonostante il poco tempo a sua disposizione Davide è riuscito a raccogliere un consistente numero di informazioni per la massa a punto della nuova Dallara-Renault GP2/11 e per la gestione delle gomme Pirelli, utili per il lavoro che si svolgerà a partire dal venerdì sul circuito turco.

Il circuito disegnato per mano dell’architetto Tilke è caratterizzato da numerosi saliscendi che sfruttano l’andamento naturale del terreno collinare e da una spettacolare alternanza di curve veloci e lenti che possono offrire diversi spunti di sorpasso. Lungo i suoi 5.338 mt si snodano 14 curve ( 8 a sinistra e 6 a destra), tra cui la famigerata n°8, e rettilinei in cui si toccano i 300 km/h

“Non vedo l’ora che arrivi venerdì per scendere in pista. Spero di poter confermare i risultati dei test collettivi. L’Istanbul Park mi piace molto. anche se dovrò rispolverarlo visto che dall’ultima volta è passato un anno. La famosa curva 8 è veramente impegnativa sia dal punto di vista fisico che per le gomme. E’ una curva veramente lunga che si percorre a oltre 200 km/h. Ci sarà l’incognita meteo in quanto tra venerdì e sabato potrebbe arrivare la pioggia. Sono comunque tranquillo perché anche con pista bagnata abbiamo dimostrato di saper andare forte. In questi mesi ho lavorato veramente tanto e ora sono pronto a raccogliere i frutti,” analizza Davide Rigon

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Formule

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati