IndyCar | Cancellato il doppio round di Detroit, si aggiorna il calendario

Doppio round a Iowa e Laguna Seca

La IndyCar vede uscire Detroit dal proprio calendario, ma ha già trovato una soluzione con Iowa, Laguna Seca e Indianapolis.
IndyCar | Cancellato il doppio round di Detroit, si aggiorna il calendario

La pandemia di Coronavirus miete un’altra vittima nel calendario della IndyCar Series; infatti, è stato cancellato il doppio round di Detroit. La serie americana ospiterà una terza gara a Indianapolis, oltre a due gare doppie a Iowa e Laguna Seca.

Salta Detroit, ma arrivano altre gare a Indianapolis, Iowa e Laguna Seca

Le probabilità che la IndyCar potesse cominciare il 30-31 maggio a Belle Isle erano molto basse già da una settimana e ieri è arrivata l’ufficialità sulla sua cancellazione definitiva. «Detroit è in quarantena e i preparativi per la pista devono cominciare ad aprile. Non abbiamo avuto altra scelta che annullare», ha dichiarato Roger Penske, organizzatore dell’evento che, grazie ai suoi sforzi promozionali, è diventata una delle gare più importanti anche grazie al supporto dell’IMSA. Niente panico per il calendario: si è già trovata una soluzione con una terza gara a Indianapolis assieme al GT World Challenge America e all’Intercontinental GT Challenge, oltre a due doppi impegni a Iowa (17 e 18 luglio) e Laguna Seca (19 e 20 settembre). «Abbiamo dei piani di emergenza per tenere conto di tutte le possibilità per quando potremmo correre e, quando abbiamo chiesto a Iowa e Laguna Seca una seconda gara, hanno apprezzato l’idea», ha detto Mark Miles, presidente della Penske Entertainment.

Una terza gara a Indianapolis

La IndyCar si sta muovendo per affiancare la serie a diversi campionati: storico sarà quello con la NASCAR a Indianapolis a luglio, così come quella di ottobre con la 8 Ore di Indianapolis. «Una terza gara all’IMS sembrava proprio una scelta naturale, dato che quel weekend avevamo già organizzato il GT World Challenge. Potremmo non essere in altrettante città, ma possiamo fare ciò con l’aiuto dei nostri promoter».

Leggi altri articoli in Formule

Commenti chiusi

Articoli correlati