Mads Ostberg riparte dal WRC2 Pro: stagione completa a bordo della Citroen C3 R5

Ostberg ritorna nel Mondiale Rally

Si è aperta una nuova opportunità per Mads Ostberg nel WRC: correrà infatti ancora una volta con la Citroen C3, ma da privato e nella classe WRC2 Pro. Ecco il suo programma a bordo di una R5
Mads Ostberg riparte dal WRC2 Pro: stagione completa a bordo della Citroen C3 R5

«Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi», si legge nel Gattopardo di Tomasi di Lampedusa. Questa massima eterna ben si addice alla situazione che riguarda Mads Ostberg, il pilota che a fine anno è stato messo alla porta da Citroen per poi ritornare sulla stessa vettura (ma di classe differente) per questo 2019.

La nuova stagione nel WRC2 Pro di Mads Ostberg

A fine stagione infatti la casa francese, la cui divisione motorsportiva impegnata dai rally è guidata in tempi recenti da Pierre Budar, decise di potenzialmente fattibile per il pilota.
Ma il norvegese, come aveva dichiarato sui suoi canali social lo scorso fine novembre, aveva il WRC nel cuore e così, dopo dei post criptici negli scorsi giorni è arrivata la notizia ufficiale: nel 2019 Ostberg ripartirà dalla nuova categoria per disputare una stagione completa, dove tornerà a correre con una Citroen C3, sebbene di classe R5 e in veste di privato con il team belga DG Sport.

 

 

Un post condiviso da (@madsostberg) in data:

Come ha scritto sui suoi profilo, Ostberg ripartirà dal Rally di Svezia, secondo appuntamento di stagione in programma a febbraio, per poi disputare gli altri round del 2019. Al suo fianco ancora una volta Torstein Eriksen, con il quale inizierà a prendere confidenza con la C3 R5 al Rally Hadeland, tappa su sterrato (o meglio, su neve) del Campionato Rally Norvegese di scena il prossimo 2 febbraio.

Ostberg si è detto fiducioso ed elettrizzato per questa nuova avventura, che lo ripaga dalla delusione patita lo scorso fine anno. Mai arresosi all’eventualità di non correre più nei rally, il carismatico norvegese intende mettere a frutto l’esperienza di tre anni con Citroen Racing quando figurava come pilota ufficiale, ha poi spiegato, e cercherà di instaurare sin da subito un buon feeling con la R5 e svilupparla al meglio assieme al team per fare in modo che possa essere subito competitiva. Ora avrà un po’ di arretrato da recuperare nella preparazione rispetto agli altri colleghi che si sono già mossi per la stagione, ma almeno il suo anno nel Mondiale Rally è salvo.

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati