Formula E – Hong Kong: Buemi batte un Di Grassi in gran rimonta

Formula E – Hong Kong: Buemi batte un Di Grassi in gran rimonta

E’ stata la strategia l’arma vincente nel primo e-prix della stagione 2016/2017 di Formula E. A spuntarla è stato il campione in carica Sebastien Buemi, che ha ripreso da dove aveva terminato. Ma il suo successo non è stato scontato, tantomeno il secondo posto di Lucas Di Grassi che scattava dall’ultima fila ed è stato costretto ad una sosta supplementare.

Allo spegnimento dei semafori è stato il poleman Nelson Piquet Jr ha prendere il comando e a infliggere un discreto margine su Sam Bird e Sebastien Buemi, che nel frattempo avevano superato Oliver Turvey. Jose Maria Lopez ha invece cominciato la stagione nel peggiore dei modi: dopo il brillante terzo posto in qualifica, il pilota argentino ha cominciato a perdere via via posizioni fino a impattare contro le barriere. La Ds Virgin #37 è rimasta pericolosamente in traiettoria e per giunta i commissari non hanno segnalato a dovere il pericolo, tanto che Nelson Piquet Jr ha evitato l’impatto solo scartando verso le barriere. Per fortuna la NextEV TCR del campione 2014/2015 non ha riportato danni, ma la deviazione gli è costata due posizioni.

Il botto di Lopez ha inoltre richiamato in pista la Safety Car al giro 19 (su 45). Lucas Di Grassi ha sfruttato l’occasione per rientrare ai box a cambiare vettura, dopo che un contatto nel corso del primo giro con Ma lo aveva costretto ad una sosta per la sostituzione dell’ala anteriore. Dopo un paio di giri anche Buemi, Heidfled, Prost e Turvey sono rientrati ai box ma il brasiliano ha preso così la testa virtuale della corsa. Piquet ha ritardato di un ulteriore passaggio la sosta, uscendo di fatto dalla zona punti, mentre Sam Bird, diventato leader proprio a scapito del brasiliano, ha avuto un grosso problema con la seconda vettura perdendo un giro.

Alla ripartenza Buemi è stato lesto a sbarazzarsi dell’eterno rivale Di Grassi e si è così involato verso il primo successo stagionale. L’alfiere Audi Abt può comunque ritenersi soddisfatto delle 17 posizioni rimontate dopo la terribile qualifica. Sul terzo gradino del podio ha chiuso un raggiante Nick Heidfled, che ha regalato un’ottima prestazione alla Mahindra. Peccato per il suo compagno di squadra Felix Rosenqvist, finito contro il muro mentre occupava un’ottima quinta posizione. Nico Prost ha terminato la corsa al quarto posto precedendo il duo del Team Andretti in grande evidenza nel finale. Antonio Felix Da Costa ha preceduto un Robin Frijns che scattava dall’ultima posizione accanto a Di Grassi.

Settima posizione per Jerome D’Ambrosio, che ha preceduto Turvey e le Venturi del debuttante Maro Engel e Stephane Sarrazin. Piquet ha chiuso in una mesta undicesima posizione precedendo la prima Jaguar di Adam Carroll, mentre Mitch Evans non ha terminato la corsa.

Leggi altri articoli in Formula E

Commenti chiusi

Articoli correlati