WRC2 | Mikkelsen: “Gli asfalti del Rally Croazia dovrebbero essere adatti alla Skoda Fabia Rally2 Evo”

Gli equipaggi privati Skoda in Croazia

Diciassette Skoda al via del Rally di Croazia, da quella con a bordo il leader del WRC2 Mikkelsen all'esordio nel WRC3 di Ingram
WRC2 | Mikkelsen: “Gli asfalti del Rally Croazia dovrebbero essere adatti alla Skoda Fabia Rally2 Evo”

La formazione Skoda Motorsport con i team clienti al Rally di Croazia di questo fine settimana vedrà il desiderio di riscatto di Andreas Mikkelsen nel WRC2, ma anche il ritorno di Marquito Bulacia e di Chris Ingram, quest’ultimo pronto al debutto nel WRC3.

La battaglia nel WRC2 si fa ancora più dura

Partendo dal norvegese guidato alle note da Ola Fløene sulla Skoda Fabia Rally2 Evo, la sua volontà di vincere ogni singolo round del Mondiale di categoria quest’anno (anche per avere un ottimo biglietto da visita per ripresentarsi, eventualmente, nel WRC maggiore nel 2022) si è scontrata nel precedente Arctic Rally Finland, dove si è classificato secondo dietro ad Esapekka Lappi. Fallita la rincorsa al record, Mikkelsen spera di ripartire quindi con un nuovo successo che bissi quello ottenuto al Monte Carlo che ha aperto la stagione. Il pilota di Toksport WRT «non vede l’ora» di affrontare l’inedita gara del Croazia, primo round dell’anno su asfalto, fondo sui la Fabia Rally2 Evo, con il suo telaio e le sospensioni, dovrebbe adattarsi, come ha dichiarato il norvegese, attuale leader del WRC2 con un buon margine su Lappi e su Adrien Fourmaux. Bisogna però dire che il campo dei suoi rivali da questo fine settimana si allargherà con un altro reduce dal WRC, ovvero Mads Ostberg, che si unisce alla contesa per difendere il suo titolo 2020 nel WRC2. Inoltre pare che le strade siano alquanto sporche e fangose, come risulta da una storia caricata dal pilota privato Hyundai Pierre-Louis Loubet, impegnato in loco per i test…

Bulacia torna a gareggiare sull’asfalto

Come abbiamo scritto, al via ci sarà anche il compagno di squadra di Mikkelsen in Toksport, ovvero Marquito Bulacia, che non affronta una gara mondiale su asfalto dal Rally di Catalogna 2019. Certo, l’anno dopo ha gareggiato all’ACI Rally Monza, ma le condizioni in quel caso erano invernali ed innevate, con tratti su pista, mentre di recente ha svolto una gara test con la Skoda al nostrano Rallye Sanremo, concludendo dodicesimo assoluto. Ma la Croazia sarà un altro paio di maniche per il boliviano guidato alle note da Marcelo Der Ohannesian, dettosi comunque pronto: «Dopo tanto tempo, guido di nuovo sull’asfalto. Mi sento ben preparato e vedo come un vantaggio il fatto che nessuno dei miei concorrenti sia già stato in grado di fare esperienza in queste prove speciali», essendo una gara che compare per la prima volta nel WRC.

Gli equipaggi Skoda nel WRC3

Nel WRC3 spicca l’esordio di Chris Ingram, già campione europeo 2019 e che affronterà un biennio nei mondiali di categoria, salendo nel WRC2 dal prossimo anno. Ma non solo: oltre al britannico guidato da Ross Whittock, in Croazia vedremo gareggiare altri due equipaggi privati su Skoda Fabia Rally2 Evo, ovvero il neoacquisto di Toksport Emil Lindholm, assieme a Mikael Korhonen, e il tre volte campione europeo Kajetan Kajetanowicz con Maciej Szczepaniak. In tutto saranno 17 le vetture ceche private in gara al Rally di Croazia 2021.

 

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati