WRC | Il Rally Svezia 2022 si sposta ulteriormente a nord

Nuova sede per il Rally di Svezia

Arrivano novità per l'edizione 2022 del Rally Svezia: la sede si sposterà più a nord per garantire condizioni più invernali
WRC | Il Rally Svezia 2022 si sposta ulteriormente a nord

Tempo di traslochi per il Rally di Svezia, che come sappiamo quest’anno è saltato a causa della pandemia, lasciando spazio libero all’Arctic Rally della vicina e più a nord Finlandia che lo ha rimpiazzato con un certo successo.

Il problema neve e clima invernale per il Rally di Svezia

Successo garantito anche dal fatto che la gara ha offerto delle vere e proprie condizioni invernali, mentre lo Svezia lo scorso anno stava rischiando di saltare ugualmente ma non a causa del Covid, ancora non esploso in tutta la sua drammaticità, ma per delle temperature sin troppo miti e decisamente poca neve per le strade per l’unico appuntamento del WRC in un contesto competitivo invernale. Allora il presidente della FIA Jean Todt aveva fatto capire chiaro e tondo che una situazione del genere non si sarebbe dovuta più ripetere, parlando a nuora affinché suocera intendesse: gli organizzatori del Rally di Svezia dovevano insomma rimboccarsi le maniche, perché mal si sarebbe tollerato di nuovo un evento in bilico sino all’ultimo e quasi dimezzato come avvenne nell’edizione 2020, dove dai 301,26 km di gara inizialmente previsti si finì con 171,64 km.

Il Rally di Svezia si sposta a Umeå

Certo, il direttore generale dell’evento Glenn Olsson e tutto il team organizzativo mica possono comandare il meteo, ma studiare nuove location in latitudini più fredde del Paese questo sì: ed ecco quindi che il Rally di Svezia 2022 fa armi e bagagli e dalla base di Torsby, nella contea del Värmland, si sposta a 684 km più a nord-est, nella cittadina di Umeå (da pronunciarsi ùmeu), nella contea di Västerbotten. Un trasferimento atteso, di cui si parlava già da tempo per l’edizione 2022. «Una regione più a nord che possa garantire più neve è un requisito fondamentale», ha spiegato Olsson, «e la controprova offerta dallo storico dei dati meteorologici forniti è stata fondamentale per la decisione. I punti di forza di Umeå, oltre a un clima invernale stabile, includono anche una buona capacità alberghiera in combinazione con la posizione del parco assistenza e la sede presso l’area fieristica di Nolia, una vivace comunità d’affari, con un potenziale per attirare molti fan. Anche Östersund e Luleå – rivela – hanno presentato offerte forti e soprattutto un grande impegno, ma nel complesso Umeå offre caratteristiche più attraenti per il Rally di Svezia»

Yves Matton, responsabile settore Rally per la FIA, ha commentato: «Spostarsi verso nord è stato necessario, viste le sfide che abbiamo vissuto negli ultimi anni. Vorrei elogiare gli sforzi degli organizzatori del Rally di Svezia per aver escogitato alternative e assicurato questa nuova promettente base a Umeå per l’evento del prossimo anno. È l’occasione per garantire le condizioni invernali adeguate che tutti sogniamo per un rally sulla neve», ed anche per sostenere la concorrenza praticamente interna della Finlandia, che ha dimostrato di poter essere un ottima alternativa in fatto di tappe del WRC mondiali.

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati