WRC | Rally Italia Sardegna 2021: si ritira Tanak, la leadership va ad Ogier

Colpo di scena nella seconda mattinata

La seconda mattinata di gara del Rally Italia Sardegna 2021 stravolge la testa della gara con il ritiro di Tanak e l'ascesa di Ogier: il resoconto
WRC | Rally Italia Sardegna 2021: si ritira Tanak, la leadership va ad Ogier

La penultima giornata del Rally Italia Sardegna 2021 ribadisce un leit motiv di questo WRC 2021, ovvero la sfortuna di Hyundai Motorsport. In testa tutta la giornata di ieri con Ott Tanak, e con Dani Sordo anch’egli sul podio, la squadra perde la leadership dell’estone che impatta con la propria i20 Coupé WRC su una roccia nell’ultima prova della mattinata odierna, cosa che lo ha forzato al ritiro consegnando la vetta a Sébastien Ogier, bravo a mantenere la scia dei migliori in testa.

Continua quindi l’anno difficile di Hyundai dopo un’avvio di stagione abbastanza avaro di soddisfazioni eclatanti, se si esclude la vittoria di Tanak all’Arctic Rally Finland: ma, come avvenuto in precedenza ad esempio in Croazia e in Portogallo, il team dissipa ancora una volta un vantaggio iniziale, non riuscendo a mantenerlo per scelte non azzeccate con i pneumatici o, come nei due round su sterrato disputati fino ad ora, per imprevisti ed errori dei piloti (citofonare il povero Thierry Neuville, in crisi di costanza).

Toyota Gazoo Racing, invece, a parte le sfortune di Kalle Rovanpera, sta prendendo le redini del Rally Italia Sardegna con Ogier certamente, ma non dimentichaimo anche Elfyn Evans, che sta dando prova di ottimi tempi dopo una prima giornata piuttosto opaca. Tanti colpi di scena, insomma, e con ritiri talmente continui tra i protagonisti del WRC da far entrare nella top ten di oggi i piloti del WRC3. Vediamo quindi cosa è successo stamane, dalla PS9 alla PS12.

Rally Italia Sardegna 2021, la PS9

La giornata inizia con la PS9 di Coiluna – Loelle 1, da 15 km tondi, una delle prove immancabili nel programma del Rally Italia Sardegna. Prima di procedere con il resoconto, facciamo il punto sui pneumatici: gli Hyundai Motorsport al completo e i due Toyota Gazoo Racing Elfyn Evans e Takamoto Katsuta hanno optato per tre Pirelli Scorpion KX hard e tre soft; i due di M-Sport, tornati in gara oggi dopo una prima giornata alquanto sventurata, hanno scelto invece due hard e quattro soft, ed infine Kalle Rovanpera e Sébastien Ogier quattro hard e due soft. Insomma, c’è una certa diversità di vedute nella scelta delle gomme tra i team, anche perché nottetempo il clima in Sardegna è cambiato, con qualche pioggia in nottata e temperature molto umide.

Dani Sordo continua la striscia positiva inaugurata alla fine della tappa di ieri vincendo la PS9, pur dovendo fare i conti con lo stallo del motore dopo che un po’ di acqua di un guado finisce dentro. Stesso tempo in vetta per il compagno di squadra Neuville, scattato tra gli ultimi visto che oggi le posizioni di partenza sono invertite rispetto alla classifica di ieri. Perciò Tanak, leader della prima tappa, avvia la sua gara anch’egli da una posizione arretrata, ottenendo il terzo tempo a 5,6 secondi dai compagni di team, giovando di un buon grip, e mantenendo il primo posto in classifica con 19,4 secondi su Sordo e 36,2 su Ogier, quarto nella prova davanti ad un Evans che si mostra più fiducioso rispetto a ieri. Le strade sono state aperte da Teemu Suninen, che alla pari di Sordo e di Katsuta è sorpreso da un grip migliore del previsto; buona anche la partenza di Greensmith, forte di una Ford Fiesta WRC migliorata nel set-up.

Nel WRC2 Mads Ostberg ricomincia mantenendo la testa della categoria, ottenendo il miglior tempo davanti ad Adrien Fourmaux (altro M-Sport tornato in gara dopo il ritiro di ieri) e Jari Huttunen, quest’ultimo a sua volta secondo in classifica con un gap di 31 secondi. Dopo l’uscita fuori strada ieri di Kajetan Kajetanowicz, Yohan Rossel resiste in testa nel WRC3.

Rally Italia Sardegna 2021, la PS10

Eccoci alla Monte Lerno – Monti di Alà 1 da 22,08 km, che propone tra l’altro l’icona del RIS e uno dei tratti più caratteristici del WRC, il Micky’s Jump. Miglior tempo per Ogier davanti a Tanak (per 1,7 secondi), mentre Sordo accusa un ritardo di 9,8 secondi: di conseguenza il francese di Toyota spodesta l’iberico dal secondo posto, portandosi a 40,6 secondi da Tanak. È un momento cruciale del fine settimana, che avrà il suo peso più avanti, come vedremo. A sua volta Sordo deve guardarsi dalla concorrenza di Evans per il terzo posto, visto che il gallese dista 24 secondi da lui. Ma è bagarre anche per il quarto posto, giacché il pilota di Toyota alle sue spalle si ritrova Neuville, con un gap di 9 secondi (e che rivela di aver montato degli ammortizzatori studiati per il successivo Safari Rally in Kenya, che però pare non stiano dando i risultati sperati). Imprevisto per Ostberg, che rompe un tubo del freno della sua Citroen C3 Rally2 e si ritrova senza freno posteriore destro: pur non andando oltre il quarto miglior tempo, a 5,8 secondi di ritardo, continua a mantenere la leadership con 25 secondi su Huttunen.

Rally Italia Sardegna 2021, la PS11

La PS10 ripete la Coiluna – Loelle, e vede il miglior tempo firmato da Evans, davanti allo scatenato compagno di squadra Ogier. Sostanzialmente stabile la situazione in classifica, e tira un sospiro di sollievo anche Ostberg, dopo la riparazione del guasto alla sua C3 Rally2.

Rally Italia Sardegna 2021, la PS12

Infine, il dramma Hyundai nella PS12, secondo giro della Monte Lerno: Tanak è costretto al ritiro per l’impatto contro una roccia, producendo un danno tale alla vettura che ha forzato il pilota a salutare rally e sogni di gloria. Ma per Hyundai le disgrazie non sono finite qui: il “solito” Pierre-Louis Loubet, che pure non stava brillando stamane, si ritrova con un possibile problema alla sua i20 Coupé WRC di 2C-Competition, qualcosa probabilmente bruciato come ha ipotizzato il francese, lasciando per strada due minuti e quarantacinque secondi e scivolando sempre più fuori dalle porte della top ten. Brutte notizie anche per i rivali di M-Sport, con Greensmith, costretto di nuovo al ritiro per un sospetto problema elettrico alla sua Fiesta WRC.

Intanto, Ogier zitto zitto conquista il miglior tempo e si porta in vetta, seguito a 17,5 secondi di ritardo da Sordo, e a 32 secondi da Evans, che sale sul podio virtuale della gara, dal quale Neuville dista poco meno di nove secondi. Il suo quarto posto è abbastanza al sicuro, visto che l’inseguitore Katsuta è distante dal belga un minuto e quindici.

Il Rally Italia Sardegna 2021 e gli equipaggi tirano ora il fiato e si leccano le ferite, per poi ripartire nel pomeriggio con le ultime quattro prove di oggi: qui i dettagli e gli orari.

Rally Italia Sardegna 2021: la top ten dopo la PS12

 

Crediti Immagine di Copertina: Toyota Gazoo Racing

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati