WRC | Rally Italia Sardegna 2021, Ogier leader nella penultima giornata. Dopo Tanak, fuori anche Sordo

Disfatta Hyundai Motorsport

Sebastien Ogier ed Elfyn Evans si spartiscono i primi due posti del Rally Italia Sardegna 2021 alla fine della penultima giornata di gara: il resoconto
WRC | Rally Italia Sardegna 2021, Ogier leader nella penultima giornata. Dopo Tanak, fuori anche Sordo

La penultima giornata del Rally Italia Sardegna 2021 passerà alla storia come la Caporetto di Hyundai Motorsport. Dopo aver perso alla fine della mattinata la leadership di Ott Tanak, costretto al ritiro dopo l’impatto con una roccia tale da distruggere la sospensione posteriore sinistra della sua i20 Coupé WRC, nel pomeriggio è forzato alla resa  dopo un cappottamento anche Dani Sordo, il pilota posizionato più in alto in classifica (secondo alle spalle di un sempre più leader Sébastien Ogier).

Resta in gara, salito nel frattempo al terzo posto, giusto Thierry Neuville (anche perché nel frattempo si è ritirata pure la quota privata con 2C-Competition, ovvero il sempre più sventurato Pierre-Louis Loubet) in questa corsa ad eliminazione che ha già messo ko più volte anche gli uomini di M-Sport, con Gus Greensmith, che è già arrivato a due ritiri in un unico fine settimana, ed Adrien Fourmaux.

Toyota Gazoo Racing, pur con un Kalle Rovanpera costretto alla resa ieri per un problema tecnico e rientrato in gara oggi, si ritrova invece con le prime due posizioni del podio monopolizzate dal citato Ogier, che parte del suo successo lo deve anche all’ottima gestione della tappa di ieri dove era chiamato ad aprire le strade, ed un Elfyn Evans in netto recupero oggi. Il pluricampione, inoltre, conquista oggi ben cinque vittorie nelle prove speciali. A proposito di esse, vediamo cosa è successo in quelle del pomeriggio, dalla PS13 alla PS16.

Rally Italia Sardegna 2021, la PS13

La giornata riparte dalla PS13 di Bortigiadas – Aggius – Viddalba 1, da 14,70 km partita in ritardo ed interrotta anzitempo “per motivi di sicurezza”. Ogier continua il suo momento d’oro ottenendo il miglior tempo davanti a Dani Sordo, che accusa un ritardo di 3,8 secondi sbagliando in un tornante per via delle note, ed Elfyn Evans, a cinque secondi di gap: di conseguenza il pilota francese allarga il suo vantaggio in classifica, dove svetta, a 21 secondi su Sordo e 37 su Evans.

In difficoltà Thierry Neuville, quarto a 9,9 secondi dal miglior tempo e con le gomme soft a rischio usura: a tal proposito, ricordiamo che in questo giro pomeridiano il belga ha optato per quattro Pirelli Scorpion KX hard e due soft, Sordo cinque hard e due soft e i Toyota con l’unico M-Sport rimasto in gara, ovvero Teemu Suninen, hanno puntato invece su sei hard. Una scelta che per alcuni di essi ha comportato qualche problema per il grip, in particolare per il finnico su Ford Fiesta WRC, chiamato ad aprire le strade, così come Kalle Rovanpera scattato subito dopo di lui, che ha definito la Bortigiadas «una delle prove speciali più scivolose che io abbia mai affrontato».

Cambia la testa del WRC2, con Mads Ostberg che abdica a favore di Jari Huttunen: il norvegese, che ottiene il miglior tempo di categoria, arriva in ritardo di sei minuti al controllo orario (dovuto alla riparazione di una ruota staccatasi nel trasferimento) della prova, beccandosi una penalizzazione di 60 secondi e perdendo il vantaggio in classifica, con il rivale di Hyundai in vetta con 16,8 secondi sul pilota di Citroen Racing: se non ci fosse stata l’ottima prestazione nella PS13 da parte di Ostberg, quest’ultimo sarebbe potuto crollare di più nelle posizioni, anche se adesso il norvegese si ritrova con una C3 Rally2 con un set-up cambiato.

Rally Italia Sardegna 2021, la PS14

La PS14 di Sedini – Castelsardo 1 (13,03 km) propone un’altra vittoria a firma Ogier, che cerca di evitare inutili rischi ma comunque batte Neuville di poco meno di due secondi, e poco meno di tre invece il compagno di squadra Evans, che resistono alle sue spalle. Tuttavia Sordo resta secondo in classifica nonostante il quarto tempo, ma lotta comunque con qualche problema di sottosterzo alla sua Hyundai i20 Coupé WRC e contro anche l’usura delle gomme.

Rally Italia Sardegna 2021, la PS15

La PS15 ripete la Bortigiadas, e si ripete il copione che vede svettare Ogier, seguito a sette decimi da Evans e ben 8,8 secondi da Neuville, alle prese con uno stallo del motore. Il duo Toyota si posiziona sulla vetta della classifica, separato da 40 secondi, giacché Sordo si cappotta con l’auto dopo aver percorso 3,3 km dal via e in una curva a sinistra, danneggiando la sospensione posteriore destra della i20 Coupé WRC. L’equipaggio è fortunatamente incolume, ma costretto comunque al ritiro: una brutta botta morale per il vincitore delle ultime due edizioni del Rally Italia Sardegna, ma soprattutto per Hyundai Motorsport che sta vivendo un weekend da incubo totale e che si ritrova con il solo Neuville a difendere i colori della squadra, finito al terzo posto a venti secondi da Evans e ad un minuto da Ogier. Di sicuro il sorpasso nella classifica costruttori, dove svetta Toyota Gazoo Racing, non avverrà dopo questa gara.

Intanto, Katsuta perde un minuto e quattordici in prova per un errore madornale, ovvero la mancata rimozione del coperchio del radiatore, prontamente rimosso poi dal navigatore Dan Barritt. L’equipaggio comunque mantiene il quarto posto in classifica alle spalle di Neuville, con un gap di due minuti e mezzo dal belga. Suninen invece è alle prese con un testacoda, che però non gli fa perdere una enormità di tempo. Nel WRC2 resta primo Huttunen, ma Ostberg ricuce il ritardo portando a meno di sette secondi e mezzo.

Rally Italia Sardegna 2021, la PS16

Chiudiamo con la PS16, la Sedini 2, dove ad ottenere il miglior tempo questa volta è Evans, con un secondo e mezzo di vantaggio sul compagno di squadra Ogier. Il francese evidentemente non ha voluto strafare, avendo ormai un vantaggio molto solido – poco meno di quaranta secondi – sul gallese. «È stato per noi un fine settimana perfetto sino ad ora – ha dichiarato il leader del Rally Italia Sardegna -, abbiamo fatto ciò che doveva essere fatto e domani dobbiamo concludere il lavoro».

Un po’ frustrato Neuville, terzo sia nei tempi (con due secondi di ritardo) che in classifica, e che dichiara alla fine: «Il divario è abbastanza grande [un minuto da Ogier a quattro PS al termine, ndr] e ho tentato in alcune prove, ma non ho la velocità. Abbiamo provato alcuni settaggi, abbiamo cambiato gli ammortizzatori, ma non riusciamo a far funzionare il tutto. Faccio davvero fatica a trovare le prestazioni di cui abbiamo bisogno, nonostante abbia la sensazione di essere abbastanza al limite a volte. Non posso fare molto di più». Nel WRC2 Ostberg continua ad avvicinarsi ad Huttunen, con un distacco che passa a 2,7 secondi. Infine, Yohan Rossel controlla il suo vantaggio in vetta nel WRC3.

Domani si chiude il Rally Italia Sardegna 2021 con le ultime quattro prove speciali, tutte nella mattinata: qui i dettagli con gli orari.

Rally Italia Sardegna 2021, la classifica della penultima giornata

 

Crediti Immagine di Copertina: Toyota Gazoo Racing

 

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati