WRC | Croazia Rally, cambia il percorso. Anteprima delle prove speciali

Saltando due prove speciali

Accorciato il percorso del Rally di Croazia 2021, di cui è stato pubblicato un video in cui si mostra un sunto delle prove speciali che saranno inedite per gli equipaggi
WRC | Croazia Rally, cambia il percorso. Anteprima delle prove speciali

Il campionato WRC riprenderà il prossimo 22-25 aprile con il Rally di Croazia o Croazia Rally che a dir si voglia, terzo appuntamento del 2021 nonché primo dell’anno su asfalto. Sapevamo già qualche dettaglio del programma e del percorso, ma questi ultimi ad un mese dalla partenza di questa inedita gara per il Mondiale hanno subito una modifica a causa della pandemia.

Spariscono due PS dal Croazia Rally 2021

Le restrizioni causate dal Covid-19 hanno spinto infatti gli organizzatori a mettere mano all’evento, cancellando la superspeciale che avrebbe aperto la gara e la sua ripetizione. Due PS vengono quindi depennate dal programma, giacché si sarebbero svolte nella zona della Fiera di Zagabria, che lambiva anche il parco assistenza. Ma dal momento che si vogliono evitare assembramenti nel rispetto delle disposizioni sanitarie emesse dalle autorità, si è ritenuto necessario cancellare questa breve superspeciale che si sarebbe tenuta nell’area di Zagabria e in settori che avrebbero richiamato non poco pubblico. In ogni caso gli organizzatori confidano ancora in un evento non a porte chiuse, magari con un pubblico limitato che possa assistere alle prove speciali, pur vietando ad esso l’accesso a zone come il parco assistenza. Ricordiamo che è dal Rally Estonia dello scorso settembre che le gare del WRC non ammettono spettatori da nessuna parte.

Ecco come saranno le prove del Croazia Rally 2021

Perciò, il percorso del Rally di Croazia cambia, seppur leggermente rispetto a quanto stabilito originariamente, passando dalle 22 prove speciali per 302,50 km di gara a 20 PS per 300,32 km. Nulla quindi di sconvolgente. Intanto, RallyeSport ha rilanciato i tweet del giornalista croato Gregor Pasvic, che ha mostrato un sunto delle PS in programma, totalmente nuove per tutti gli equipaggi che mai le hanno affrontate prima d’ora. «[Le strade sono] Molto varie, dall’asfalto scivoloso a quello più abrasivo, da strade relativamente larghe a molto strette, molti cambi di passo, di fondo e di condizioni stradali. Dovrebbe essere una sfida enorme per tutti», ha commentato Pasvic.

Crediti Immagine di Copertina: Croatia Rally

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati