WEC | La meravigliosa storia di Cetilar Racing: podio al debutto in GTE-Am a Spa-Francorchamps

Lacorte, Sernagiotto e Fuoco ottengono il 3° posto con la Ferrari

Bella presenza sul podio della classe GTE-Am del FIA WEC a Spa-Francorchamps: Roberto Lacorte, Giorgio Sernagiotto e Antonio Fuoco sono terzi con la Ferrari di Cetilar Racing.
WEC | La meravigliosa storia di Cetilar Racing: podio al debutto in GTE-Am a Spa-Francorchamps

Un debutto da sogno quello di Cetilar Racing nella classe GTE-Am del FIA World Endurance Championship. Il team italiano, impegnato fino allo scorso anno in LMP2, conclude la 6 Ore di Spa al 3° posto con la Ferrari 488 GTE Evo affidata a Roberto Lacorte, Giorgio Sernagiotto e Antonio Fuoco.

Cetilar Racing sale sul podio di classe a Spa-Francorchamps

Venerdì, Lacorte era riuscito nelle qualifiche a piazzare il sesto miglior tempo sulle 12 vetture al via nella stessa classe. E proprio Lacorte è stato autore di un primo doppio stint di guida molto positivo al sabato, che lo ha visto nelle fasi iniziali risalire quarto prima di rimanere coinvolto senza colpe in un contatto con la Aston Martin di Paul Dalla Lana (il canadese proprio per questo è stato poi punito con un drive through). Un contatto che non ha comunque impedito a Lacorte di rimanere sesto anche dopo il primo pit-stop. A rilevarlo al volante è stato quindi Sernagiotto, che è pazientemente risalito prima quinto e poi quarto, andando anche ad occupare provvisoriamente il terzo posto. L’ultimo turno di guida è stato quello di Fuoco, quarto fino a pochi minuti dal termine, prima che una delle Porsche del Dempsey-Proton Racing venisse a sua volta rallentata da un altro drive through. È stato in quel preciso istante che per Cetilar Racing si è concretizzato un risultato che dà fiducia a tutto il team in vista del prosieguo della stagione.

Le dichiarazioni dei piloti

«Io, Giorgio e Antonio abbiamo completato un weekend difficile», ha spiegato un Lacorte raggiante, «Il contatto nel Prologo di martedì con Kamui Kobayashi e l’ospedale. Poi in gara l’altro incidente in cui sono rimasto coinvolto con Paul Della Lana… Dopo tanti anni di sacrifici, inseguire e realizzare un obiettivo per tutti noi è un’emozione grande. La componente umana, oggi come sempre, in sei ore ininterrotte di bagarre, è stata fondamentale. Come fondamentale il supporto di Amato Ferrari e di tutti i suoi uomini. AF Corse significa eccellenza».

«Veniamo da quattro/cinque stagioni difficili. Sulla carta siamo sempre stati un ottimo equipaggio e con grandi aspettative, ma non è stato semplice dimostrarlo», ha commentato Sernagiotto, «Arrivare alla prima gara con in LMGTE e salire subito sul podio ci ha permesso di toglierci un peso non da poco. Sono felicissimo prima di tutto per Roberto, che ha sempre creduto in questo progetto e si meritava un risultato del genere. Per Antonio che è appena arrivato e naturalmente per me. Abbiamo ancora qualcosa da migliorare, come tutti i team. Adesso ci aspetta davvero una stagione interessante».

«Sono soddisfatto di questo risultato. Non dico che non me lo aspettavo del tutto, ma sono rimasto piacevolmente sorpreso che alla prima gara nel WEC abbia subito ottenuto un podio. Ringrazio il team e il coach Andrea Belicchi, che hanno fatto un ottimo lavoro. Siamo solo all’inizio, ma la strada è quella giusta», ha aggiunto infine Fuoco.

Copyright foto: Fabio Taccola

Tags
Leggi altri articoli in Endurance & GT

Commenti chiusi

Articoli correlati