L’Autodromo di Monza e le gare 2021: il calendario completo (tra conferme e novità)

Presentato ieri al pubblico

L'Autodromo Nazionale di Monza ha presentato ufficialmente il calendario sportivo per la stagione 2021, con molte serie internazionali protagoniste.
L’Autodromo di Monza e le gare 2021: il calendario completo (tra conferme e novità)

Si fa sempre più ricco di proposte il calendario dell’Autodromo Nazionale di Monza, presentato ieri in una conferenza stampa tenutasi online. Confermati il GT World Challenge Europe, l’European Le Mans Series e gli ACI Racing Weekend, con l’entrata in scena di novità quali il FIA World Endurance Championship e il DTM.

Le conferme di Monza per il 2021

La stagione del Tempio della Velocità inizia ufficialmente dal 9 all’11 aprile con il Ferrari Challenge, il campionato monomarca in attività più longevo della storia della Casa di Maranello. Il fine settimana successivo, Monza ospita invece il GT World Challenge Europe powered by AWS (15-18 aprile) con le serie di contorno GT Rebellion Series, GT1 Sports Club Europe, GT2 European Series, GT4 European Series e Lamborghini Super Trofeo Europe. I campionati italiani debuttano dal 30 aprile al 2 maggio con il primo ACI Racing Weekend che coinvolge il Campionato Italiano GT Sprint, Sport Prototipi, TCR Italy, Mini Challenge, M2 CS Racing Cup Italy e Topjet F.2000 Italian Trophy. Il mese di maggio si conclude con il primo weekend del promotore romano Peroni (28-30 maggio).

Le novità: WEC e DTM

Dal 18 al 20 giugno corre per la prima volta a Monza il DTM, fresco di un cambio di regolamento che apre il campionato tedesco alle vetture di classe GT3. Il mese di luglio è dedicato alle vetture Endurance con la European Le Mans Series – 4 Hours of Monza dal 9 all’11 luglio e il FIA World Endurance Championship dal 16 al 18 luglio. Il campionato del mondo di durata, per la prima volta in Italia, arriva nel Tempio della Velocità con la nuova classe di prototipi Le Mans Hypercar.

Formula 1 ancora protagonista

Il Gran Premio d’Italia di Formula 12021 è dal 10 al 12 settembre. Quest’anno si festeggiano cento anni di Gran Premi d’Italia perché la prima gara a prendere questo nome si disputò sul circuito di Montichiari a Brescia nel 1921, prima di trasferirsi l’anno successivo nel nuovo Autodromo di Monza, fondato proprio per l’occasione, in soli 110 giorni.

Il resto degli appuntamenti

Dal 24 al 26 settembre tornano le Gran Turismo della GT Open International Series, con le monoposto della Euroformula Cup e la GT Open Cup Europe. Ottobre è dedicato alle serie italiane con il secondo fine settimana Peroni dal 1 al 3 ottobre e il secondo ACI Racing Weekend dal 29 al 31 ottobre. ACI Sport porta per l’occasione a Monza il Formula Regional European Championship by Alpine, l’Italian F.4. Championship powered by Abarth, il Campionato Italiano GT Endurance, la Porsche Carrera Cup Italia e la Renault Clio Cup Italia.

Il calendario sportivo si conclude con il quinto Special Rally Circuit by Vedovati Corse dal 13 al 14 novembre e il rally monzese dal 2 al 5 dicembre. Non è ancora certo se quest’ultimo appuntamento potrà rientrare come lo scorso anno, con la prima edizione dell’ACI Rally Monza, nel World Rally Championship e se manterrà come collocazione la prima settimana di dicembre.

Le parole del Presidente ACI Sticchi Damiani

Angelo Sticchi Damiani, Presidente di Automobile Club d’Italia: «Il 2021 deve essere l’anno della ripresa. Monza è il fiore all’occhiello e la massima espressione dello sport automobilistico italiano. Siamo impegnati a reperire le risorse perché questo autodromo possa presentarsi al mondo nelle migliori condizioni possibili l’anno venturo per il suo centenario. Ognuno di noi deve fare la propria parte per non perdere questa grande occasione. Fare una bella figura è un dovere che abbiamo nei confronti del Parco, della città di Monza, della Regione Lombardia e dell’Italia intera».

Alessandra Zinno, Direttore Generale dell’Autodromo Nazionale Monza: «La stagione sportiva 2021 è più ricca che mai. Nonostante le incertezze dovute alla situazione epidemiologica che hanno creato molte difficoltà ai promotori nella programmazione dei calendari, l’Autodromo Nazionale Monza si conferma una tappa imprescindibile per i più prestigiosi campionati. Costruire un calendario così ricco, è stato molto impegnativo soprattutto per la valutazione di tutti i possibili scenari che potranno esserci nei prossimi mesi riguardo la presenza o meno di pubblico negli eventi. Abbiamo dimostrato nel 2020 di poter, in tutta sicurezza, svolgere gare di motorsport con gli addetti ai lavori. Vorremmo poter applicare anche agli spettatori tutte le prescrizioni che abbiamo ormai rodato. Speriamo quindi che presto si possano aprire nuovamente le nostre tribune al pubblico, permettendo un accesso contingentato ai tifosi».

Giuseppe Redaelli, Presidente Autodromo Nazionale Monza: «Gli appuntamenti di quest’anno sono numerosi e di grande rilievo. A settembre festeggeremo cento anni di storia del Gran Premio d’Italia mentre nel 2022 l’Autodromo Nazionale Monza celebrerà cento anni dalla sua fondazione. Sarà dunque un biennio di anniversari. Se potremo pensare e pianificare dei festeggiamenti adeguati per queste ricorrenze, lo dobbiamo senz’altro al Presidente di ACI Angelo Sticchi Damiani che ha dimostrato di avere a cuore il nostro circuito non solo a parole ma con concreti progetti e investimenti. Questo importante traguardo sarà un’opportunità per assicurare al circuito altrettanti anni di attività, con alcuni essenziali lavori. Tali opere potranno generare un importante volano per l’economia dalla loro progettazione, all’esecuzione, fino alla fruizione dell’impianto. Il circuito rinnovato genererà un ancora più significativo indotto nazionale. Dobbiamo però ricevere il sostengo delle Istituzioni regionali e nazionali per poter onorare adeguatamente i nostri impegni. La prosperità del circuito incide infatti positivamente sull’economia del territorio. L’impatto economico locale diretto, indiretto e indotto esercitato dall’Autodromo Nazionale Monza per tutti gli eventi dell’anno sul territorio locale è quantificabile in oltre 125 milioni di euro. Inoltre la notorietà della città di Monza a livello internazionale è legata al Gran Premio d’Italia. Attraverso le analisi che abbiamo effettuato con gli applicativi di Google, Monza acquista visibilità globale attraverso la più famosa attività dell’Autodromo. È chiaro quindi quanto sia significativo l’apporto del Tempio della Velocità all’economia lombarda».

Antonio Rossi, Sottosegretario con delega allo Sport, Olimpiadi 2026 e Grandi eventi di Regione Lombardia: «Regione Lombardia è sempre stata al fianco dell’Autodromo e ci sarà anche nei prossimi due anni. Crediamo nei grandi eventi e il Gran Premio è uno tra i principali che ci consente di trasmettere il valore dello sport. Dopo un anno drammatico, cercheremo di incentivare lo sport a 360 gradi e spero vivamente che si possa tornare presto alla normalità. Dobbiamo fare squadra tra Istituzioni, dai Comuni al Governo, per riaprire al pubblico, compresi i tifosi dell’autodromo».

Copyright foto: E. Ghidini

Leggi altri articoli in Notizie

Commenti chiusi

Articoli correlati