Formula E | Primo passo falso stagionale di Mercedes a Città del Messico

Ritirati Vandoorne e de Vries

Mercedes non riesce a portare a casa nessun punto dalla trasferta di Città del Messico, teatro del quarto round della Formula E.
Formula E | Primo passo falso stagionale di Mercedes a Città del Messico

Arriva il primo passo falso di Mercedes in Formula E: Stoffel Vandoorne e Nyck de Vries non hanno concluso l’ePrix di Città del Messico. La squadra tedesca ha sfruttato l’occasione per apprendere una lezione importante per il futuro, rimanendo comunque al 3° posto nella classifica riservata ai team.

Vandoorne e de Vries entrambi a muro

Vandoorne si è presentato in Messico come leader della classifica ma, dopo delle qualifiche sottotono, è riuscito a recuperare diverse posizioni fino al 5° posto. Il belga, a causa di un errore mentre si stava difendendo nell’ultimo giro, è andato a muro ed è stato costretto al ritiro. Peggio è andata a Nyck de Vries che, riuscito ad agguantare anche la seconda posizione virtuale, ha bloccato i freni nella staccata della prima curva ed è finito anch’egli contro le barriere, coinvolgendo anche Robin Frijns. «Le emozioni sono ancora vive, anche dopo il termine della gara», ha dichiarato Ian James, Team Principal del Mercedes-Benz EQ Formula E Team. «Sfortunatamente lasciamo il Messico senza punti, entrambi i piloti hanno avuto degli incidenti che li hanno portati fuori dalla corsa. Possiamo definirla un’esperienza di vita per il nostro team, che ha offerto comunque un’ottima prestazione durante il weekend. Ora abbiamo bisogno di riorganizzarci per il prossimo evento».

Le parole dei piloti

«Dopo questa gara sono ovviamente molto deluso», ha commentato Vandoorne. «Oggi abbiamo perso molti punti, ero al 5° posto quando sono leggermente uscito di traiettoria nella curva 3. Non ho avuto alcuna possibilità di evitare il muro e sono incredibilmente dispiaciuto per la squadra». «Purtroppo la mia gara è finita a muro», ha aggiunto de Vries. «Dopo il termine della corsa, sono andato dalla direzione per parlare dell’incidente. Per quanto mi riguarda, è stato chiaramente un problema tecnico, ma ovviamente voglio ancora scusarmi con il team per quello che è successo».

Leggi altri articoli in Formula E

Commenti chiusi

Articoli correlati