Formula E | Porsche: “Dobbiamo migliorare la gestione di energia, motivati per Roma”

I tedeschi al debutto sul circuito italiano

Porsche affronterà per la prima volta la trasferta della Formula E a Roma, ma potrà contare su André Lotterer e su Pascal Wehrlein.
Formula E | Porsche: “Dobbiamo migliorare la gestione di energia, motivati per Roma”

L’ePrix di Roma sarà un momento cruciale per Porsche e la sua stagione 2020-21 in Formula E. Dopo alti e bassi nell’apertura di stagione in Arabia Saudita, il team tedesco cercherà risultati migliori nel secondo doppio appuntamento di Roma con André Lotterer e Pascal Wehrlein.

Porsche al lavoro sul software del motore

Per Amiel Lindesay, responsabile delle attività Porsche in Formula E, la scelta di correre due gare a Roma è molto positiva: «Considerano la situazione attuale e l’imprevedibilità della pandemia, ogni gara corsa è importante per noi e per il campionato. Abbiamo iniziato bene la stagione a Diriyah, tuttavia ci sono alcune cose che dobbiamo risolvere. La gestione energetica non è decisamente delle migliori, in alcune zone entrambe le auto hanno consumato un po’ troppa energia. Dobbiamo imparare da questo e fare meglio a Roma, sono fiducioso che saremo più forti. L’anno scorso non abbiamo avuto la possibilità di correrci ma la pista è stata modificata in molti punti, il che potrebbe andare a nostro favore. Però, il livello della competizione è così alto che tutti i team avranno trovato una soluzione a questa modificato. […] Stiamo lavorando intensamente all’ottimizzazione del software. Come al solito, il lavoro al simulatore sarà intenso per cercare di preparare al meglio il team per Roma. L’atmosfera è positiva e tutti sono fortemente motivati nella ricerca della perfezione. Puntiamo a migliorare di gara in gara ed essere impeccabili in tutto ciò che facciamo».

Le dichiarazioni di Lotterer e Wehrlein

Lotterer ha un bel ricordo di Roma: «Sono salito due volte sul podio e una volta ho ottenuto la pole position. Vedremo se ciò si rivelerà a mio favore. Questa è la prima gara per il nostro team e correremo su un nuovo layout: un vantaggio per noi perché è una novità per tutti. […] Non tutto è andato per il meglio a Diriyah, ma ci sono alcuni aspetti positivi: eravamo tra i primi nel gruppo di qualificazione, il che è sempre un ottimo segnale». Wehrlein ha aggiunto: «Essendo un nuovo arrivato nel team, aver iniziato bene è stato particolarmente importante. Abbiamo dimostrato il nostro potenziale, siamo andati forte sul giro secco ma in gara ci è mancata un po’ di velocità. Abbiamo portato dei miglioramenti per Roma e, se riusciamo a capitalizzarli in gara, credo che tutto sia possibile».

Copyright foto: Porsche

Leggi altri articoli in Formula E

Commenti chiusi

Articoli correlati