Formula E | Doppio KO per Mercedes a Monaco: “Non possiamo perdere terreno”

Rimane ancora in testa tra i team

Mercedes non ottiene punti nella trasferta di Monaco della Formula E ma, nonostante tutto, è ancora leader della classifica riservata ai team.
Formula E | Doppio KO per Mercedes a Monaco: “Non possiamo perdere terreno”

Un ePrix di Monaco da dimenticare per Mercedes-EQ Formula E Team. La squadra tedesca colleziona un doppio KO con Nyck de Vries e Stoffel Vandoorne e perde la testa della classifica piloti della Formula E, rimanendo però ancora in vetta in quella riservata ai team.

Il resoconto del weekend di Mercedes

A causa delle posizioni in classifica di De Vries e di Vandoorne, le qualifiche non sono state di certo positive essendo i due piloti di Mercedes inseriti nel Gruppo 1: 15° e 23° posto rispettivamente. De Vries è quindi partito dal fondo e ha dovuto scontare anche uno stop-and-go di 10” per aver sostituito il motore e il cambio prima della corsa, ritirandosi poi per un problema tecnico prima della fine. Vandoorne ha invece lottato duramente in mezzo al gruppo e anche lui è stato costretto ad alzare bandiera bianca a seguito di un contatto con un altro pilota; al belga non rimane altro se non il giro più veloce della corsa che, purtroppo per il DNF, non gli ha assegnato il punto bonus. Ian James, Team Principal: «Con solo metà delle gare rimaste da disputare in questa stagione, semplicemente non possiamo permetterci di perdere altro terreno. Ci sono sempre diverse spiegazioni per risultati come questo, specialmente quando hai più sessioni in cui non raggiungi il tuo potenziale. Assicuriamoci che questo sia stato il nostro ultimo giorno di gara con tutte queste battute d’arresto, non aspiriamo a queste performance».

Le dichiarazioni dei piloti

De Vries: «Qualcosa di sfortunato è accaduto in qualifica quando ho toccato un interruttore per avere solo il 50% della potenza massima consentita per mezzo giro. Abbiamo così deciso di sostituire alcune parti della vettura e di accettare la penalità. In gara speravamo in un primo periodo di Safety Car in modo da poter fare la differenza con il delta di energia che siamo riusciti a creare, ma è uscita un po’ troppo tardi». Vandoorne: «Giornata dura e senza punti, purtroppo. Le qualifiche sono state difficili, dato che siamo scesi in pista nel Gruppo 1, e la nostra macchina non era poi così competitiva in qualifica. Sono stato sfortunato al primo giro alla curva 6 dove alcune vetture si sono scontrate bloccando la pista. Abbiamo anche gestito bene l’energia fino alla SC, poi non so davvero cosa sia successo: le mie ruote posteriori si sono bloccate, ho perso il controllo e non ho potuto evitare Wehrlein proprio di fronte a me».

Copyright foto: Sebastian Kawka / Mercedes-Benz

Leggi altri articoli in Formula E

Commenti chiusi

Articoli correlati