attiva


Extreme E | Copper X Prix, ABT Cupra punta al riscatto con l’esperienza dei suoi piloti in Cile

Penultimo appuntamento con l'Extreme E

Riprende la stagione 2022 dell'Extreme E, che per la prima volta si svolgerà in Cile: gli obiettivi di ABT Cupra XE
Extreme E | Copper X Prix, ABT Cupra punta al riscatto con l’esperienza dei suoi piloti in Cile

Nel fine settimana del 24 e 25 settembre riprenderà la stagione 2022 dell’Extreme E, che per la prima volta si svolgerà nel deserto dell’Atacama, in Cile, con l’Antofagasta Minerals Copper X Prix.

Il debutto dell’Extreme E in Cile, nella zona più arida del pianeta

Siamo al penultimo round di questo campionato, a distanza di qualche mese dal roventissimo doppio appuntamento dell’Island X Prix svoltosi ad inizio giugno in Sardegna, a Capo Teulada. Questa volta si vola invece in Sudamerica, zona del mondo che doveva essere già visitata lo scorso anno ma tutto saltò a causa della pandemia, gareggiando in un tracciato nel bel mezzo del nulla, vicino ad un sito minerario e a 1.120 km dalla capitale Santiago del Cile. Si tratta della zona più secca ed arida, non polare, del pianeta (non a caso qui si svolgono anche delle simulazioni delle spedizioni spaziali su Marte), scelta sia per le questioni del cambiamento climatico con cui deve fare i conti, che per la presenza di rame (da qui il nome di Copper X Prix), che è una delle materie prime necessarie per le batterie dei veicoli elettrici, come gli eSuv in gara nell’Extreme E.

L’esperienza di Kleinschmidt e Al-Attiyah per spingere ABT Cupra al riscatto

Chi dovrà cogliere l’occasione per risalire la china di un campionato che la vede attualmente fanalino di coda della classifica è ABT Cupra XE, che può contare comunque sui suoi piloti che in carriera hanno già gareggiato in Cile. Jutta Kleinschmidt in passato ha disputato tre Atacama Rally, mentre Nasser Al-Attiyah in Cile ha affrontato la Dakar, con in particolare l’edizione 2011 in cui vinse cinque tappe su tredici.

“Vogliono una gara senza problemi”

 «Il debutto di questa spettacolare località del Sudamerica sarà ovviamente un’avventura emozionante per l’intera famiglia Extreme E. Non vediamo l’ora di gareggiare», ha commentato la già vincitrice della Dakar 2001. «Il nostro grande obiettivo è un fine settimana senza problemi. Sappiamo di avere la velocità per il podio e lo abbiamo dimostrato. Ora deve andare tutto liscio». Al-Attiyah ha aggiunto: «Ovviamente ho molti bei ricordi della mia prima vittoria alla Dakar nel 2011, ed è fantastico che Extreme E sia finalmente arrivata in Sudamerica e abbia introdotto il motorsport elettrificato in questa parte del mondo. Questo round sarà molto interessante per tutti. La finale di campionato si avvicina e vogliamo mostrare di cosa siamo capaci con la nostra squadra. Abbiamo mostrato una buona prestazione di recente e ora vogliamo portare a casa un trofeo».

Nel terzo appuntamento dell’Island X Prix ABT Cupra ha ottenuto un quinto posto in finale, al momento miglior risultato in questo 2022. «Certo, non possiamo essere soddisfatti della stagione finora in termini di risultati», ha ammesso l’amministratore delegato di ABT Thomas Biermaier. «La nostra ambizione è quella di correre per il podio ad ogni gara. Il lato positivo è che i piloti, il team e la vettura hanno chiaramente quello che serve per vincere le gare. Quindi sta a tutti noi sfruttare quel potenziale in due giorni che siano impeccabili e trasformarlo in un buon risultato».

 

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Extreme E

Commenti chiusi

Articoli correlati