DTM | Glock e Maini al via con ROWE e GetSpeed, lascia il team di Button

Ultimi aggiornamenti di mercato

Timo Glock e Arjun Maini sono gli ultimi due arrivi per il DTM 2021, con il Jenson Team Rocket RJN che rinuncia alla stagione.
DTM | Glock e Maini al via con ROWE e GetSpeed, lascia il team di Button

Diverse notizie dell’ultima ora per il DTM. Timo Glock continuerà a correre nella serie tedesca con una BMW M6 GT3 di ROWE Racing, mentre debutterà Arjun Maini con una Mercedes-AMG GT3 Evo di GetSpeed Performance; infine, il Jenson Team Rocket RJN ritira la propria iscrizione.

Glock e Maini: altri due piloti per il DTM 2021

Continua l’avventura di Glock nel DTM: dopo aver corso come pilota ufficiale di BMW dal 2013 al 2020, il tedesco – che ha anche un passato trascorso in Formula 1 – affiancherà il già confermato Sheldon van der Linde in ROWE Racing. Sono felice di poter rimanere nel DTM nel 2021» ha detto Glock. «Prima di tutto, vorrei fare i complimenti a Gerhard Berger a ITR, che hanno fatto un lavoro fantastico per mantenere vivo il campionato con un’ottima line-up di partenza. È fantastico guidare per ROWE Racing, il team di Hans-Peter Naundorf ha molta esperienza e ha già ottenuto molti successi. Hanno vinto tutto quello che c’è da vincere nelle gare endurance». Maini rappresenta invece una novità, avendo corso principalmente in questi ultimi anni nell’endurance dopo aver chiuso con la Formula 2. Il pilota indiano è stato in gran parte fermo nel 2020 a causa della pandemia globale, ma il 2021 sarà ricco d’impegni col DTM e con la 24 Ore di Le Mans assieme al Racing Team India e a Narain Karthikeyan.

Passo indietro del Jenson Team Rocket RJN

Con due piloti confermati, c’è invece una defezione sul lato dei team al via. Il Jenson Team Rocket RJN, a causa della mancanza di budget (circa un milione di euro), deve rinunciare al suo ingresso nel DTM ma spera di potersi ripresentare con una McLaren 720S GT3 nel 2022. Chris Buncombe, co-proprietario della squadra britannica, ha svelato a Motorsport.com che stava pensando addirittura di aprire una sede in Germania, ma tra COVID-19 e Brexit non è il momento migliore per l’operazione: meglio invece concentrarsi sul British GT e sul GT World Challenge Europe.

Copyright foto:

Leggi altri articoli in Endurance & GT

Commenti chiusi

Articoli correlati